Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaSit and Goes

Settimana 42; Massimizzazione della vincita con un set (SNG)

Di seguito faremo delle osservazioni sulle diverse varianti; nel farlo mi limito ai set puri, ossia three of a kind, in italiano tris, nei quali si ha una coppia in mano e si pesca, spesso direttamente al flop, una ulteriore carta favorevole sul board.

Mano 1

Facciamo limp con il nostro pocket pair nella prima fase blind e peschiamo al flop una carta favorevole per il nostro set.

Spesso abbiamo formato tra tutti i giocatori la mano nettamente più forte e abbiamo il solo problema di trovare un modo per portare i soldi dei nostri avversari nel piatto. Siccome prima del flop non si è rilanciato, il piatto è ancora esiguo e l'impresa non è così semplice.

 

BB(2.000)

UTG+2(2.060)

MP1(2.000)

BU(2.040)

Hero(1.980)

MP2(2.000)

SB(1.920)

UTG+1(2.000)

MP3(2.000)

UTG(2.000)


No-Limit Hold'em Tournament ($22), Blinds 20/40 (10 handed)


Preflop: Hero is CO with 7, 7

5 folds, MP3 calls $40.00, Hero calls $40.00, 2 folds, BB checks.

 

Abbiamo in mano una coppia medio-piccola e siamo in late position, quindi facciamo limp e speriamo che nessuno dei pochi giocatori dopo di noi rilanci.

Anche se prima di noi vari giocatori hanno già fatto limp, questo va in nostro vantaggio perché abbiamo più avversari che oltre a noi possono ancora pescare un flop favorevole e che potranno pagare il nostro set.

 

Flop: (140) K, 8, 7 (3 players)

BB checks, MP3 checks, Hero bets 110, BB calls $110.00, MP3 folds.


Siamo fortunati e peschiamo il nostro set al flop, quindi ora ci troviamo esattamente nella situazione per la quale abbiamo giocato la nostra coppia in una fase così iniziale del torneo. Il nostro obiettivo principale ora è di portare al centro più chip possibile, ma nel farlo dobbiamo tener conto del fatto che dobbiamo anche offrire al nostro avversario la possibilità di mettere le sue chip al centro, così che potremo vincere anche quelle.

Purtroppo entrambi i giocatori fanno check al flop e di fatto mostrano in questo modo poco interesse al piatto; tuttavia, non possiamo dare una freecard (facendo check gli avversari possono vedere gratis la turncard), dato che sono ancora possibili un flushdraw e uno straightdraw.

Puntiamo quindi 110, in modo da proteggere la nostra mano forte dai draw e se veniamo chiamati allora avremo formato un piatto grande.


Turn: (360) 9 (2 players)

BB checks, Hero bets 240, BB folds.


Esce una delle carte peggiori ancora in gioco, infatti l'avversario ora può avere una straight con 56 e JT e con due fiori in mano ha il flush; ma questa carta è pessima anche per lui, se il nostro avversario non ha nessuna delle carte menzionate, perché deve temere che siamo noi ad averle in mano e quindi ora metterà via molte mani che con un'altra turncard avrebbe continuato a giocare.

Nonostante ciò qui dobbiamo ancora proteggere e puntare dopo il suo check 2/3 potsize, per impedire che la nostra mano ancora forte possa essere battuta senza che l'avversario debba pagare per farlo, ad esempio con un ulteriore fiori sul river.


Mano 2

 

Chiamiamo un rilancio prima del flop con la nostra coppia.

Abbiamo di nuovo formato una combinazione molto forte e abbiamo addirittura un avversario che ci ha mostrato prima del flop di voler combattere per il piatto, quindi per noi è più semplice riuscire a vincere di più contro di lui.

 

BB(2.060)

MP2(1.940)

Hero(1.820)

BU(1.630)

SB(3.430)


No-Limit Hold'em Tournament ($22), Blinds 30/60 (9 handed)


Preflop: Hero is CO with 9, 9

3 folds, MP2 raises to 180, MP3 folds, Hero calls $180.00, 3 folds.


Qui per vedere un flop dobbiamo investire un pò più chip, ma è anche vero che le possibilità di vincita sono nettamente maggiori.

E' da osservare che sia il nostro stack sia quello del nostro avversario sono abbastanza grandi per risarcirci nei casi in cui non peschiamo il nostro set. Con questo intendo che facendo un calcolo approssimativamente risulta che peschiamo un set in un caso su otto, quindi il piatto che vinciamo in questo caso su otto deve essere maggiore rispetto ai sette raise che chiamiamo e in cui poi dobbiamo mettere via le nostre carte al flop.

In questo esempio gli stack sono già valori al limite; se riusciamo ad indurre l'avversario all´ all-in, allora gli stack sono adeguati. Ma 99 è una mano con la quale abbiamo anche altre possibilità per vincere il piatto, quindi qui è più che giustificato il call.

 

Flop: (450) Q, 4, 9 (2 players)

MP2 bets 300, Hero calls $300.00.

 

Peschiamo di nuovo il nostro set. L'avversario, che ha già mostrato forza prima del flop, punta di nuovo; il board per noi è comunque buono perché con l'eccezione di J10 ogni mano ha solo 2 out per batterci, e J10 è piuttosto improbabile con la sua linea di gioco.

Per questo chiamiamo solo la sua puntata, non dobbiamo proteggere la nostra mano e diamo la chance all'avversario di mettere di sua iniziativa più soldi nel piatto.

 

Turn: (1050) A (2 players)

MP2 checks, Hero checks.

 

L'A al turn è difficile da classificare. Con l'aggressività che ha mostrato, l'avversario potrebbe benissimo avere AQ+ o JJ+ ed eventualmente anche KQ, se qui ha un set più alto con QQ o AA, allora lo pagheremo completamente, in questo caso quindi è inutile pensarci troppo su..

 

L'avversario fa check, può avere due motivi per farlo:
1. Ha una mano molto forte con A e vuole fare check/raise
2. Ha paura dell'A e vuole vedere se siamo stati aiutati dall'A

 

Nel primo caso non fa differenza se qui puntuiamo o meno, perché è molto improbabile che l'avversario faccia fold al river con la sua mano molto forte.

Subentrasse il secondo caso, allora una puntata da parte nostra lo farebbe uscire dalla mano, anche se diversamente avrebbe chiamato un'altra puntata al river.

Per questo motivo qui facciamo check, perché non dobbiamo ancora aver paura che una mano superi la nostra al river.

 

River: (1050) T (2 players)

MP2 bets 420, Hero raises to 1340 and is all in


Si è verificato il caso ideale e dopo il nostro check al turn l'avversario qui punta ancora una volta al river.

Adesso andiamo semplicemente all-in e speriamo che l'avversario abbia una mano come 2-pair o un buon A e faccia call.

Anche se passa noi non abbiamo perso le nostre chip dato che una nostra puntata al river non viene chiamata più spesso rispetto al push.

 

Mano 3

Rilanciamo prima del flop con la nostra coppia

CO(1.980)

SB(1.960)

UTG(2.000)

UTG+1(2.000)

UTG+2(2.000)

MP1(2.000)

MP3(1.920)

Hero(2.000)

BU(1.880)

BB(2.260)


No-Limit Hold'em Tournament ($11), Blinds 20/40 (10 handed)


Preflop: Hero is MP2 with K, K

2 folds, UTG+2 calls $40.00, MP1 folds, Hero raises to 160, 4 folds, BB calls $120.00, UTG+2 calls $120.00.

Abbiamo la seconda migliore mano di partenza in NL Holdem e quindi la rilanciamo.

Da un lato perché vogliamo proteggere la nostra buona mano dato che non abbiamo intenzione di giocare un multiwaypot e dall'altro lato vogliamo giocare un piatto grande con questo monster; il caso migliore per noi sarebbe un piatto grande contro un avversario, perché questa sarebbe la situazione in cui la nostra mano è più forte.

 


Flop: (500) T, K, 5 (3 players)

BB checks, UTG+2 checks, Hero bets 300, 2 folds.

 

Prima del flop riceviamo due caller, il che non è ancora grave e al flop addirittura favorevole, perché in questo momento abbiamo la migliore mano possibile. Tuttavia con queste mani spesso non si vincono molti soldi, perché qui dobbiamo puntare, su questo flop non vogliamo vedere un ulteriore quadri al turn, eccetto naturalmente K . Inoltre,
abbiamo rilanciato prima del flop e ci si aspetta che punteremo anche dopo il flop, se non lo faremo sembreremo solo sospetti. Quindi qui possiamo solo puntare e dobbiamo sperare che un avversario abbia pescato anche lui qualcosa di favorevole e sia pronto a giocarsi il piatto con noi.

 

Conclusioni

Di questi 3 tipi di set base naturalmente ci sono anche alcune varianti che si possono e si devono adattare a seconda della situazione.

Lo scopo era di spiegare intanto quali riflessioni bisognerebbe fare quando si pesca una mano così forte, dopodiché si può pensare individualmente alle varie varianti ed agli adattamenti ad altre situazioni.