Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaBasi del poker

Trenta consigli per principianti (1)

Introduzione

In questo articolo
  • Perchè attenersi alla SHC ed essere pazienti
  • I fattori esterni da tenere d'occhio
  • Divertiti a giocare e non aver paura di sbagliare

Che cosa è più importante dire a un principiante? O a quelli che un po' di esperienza già ce l'hanno, ma non riescono a ingranare?

Trenta dritte, trenta regole. Se le segui, di errori enormi non ne farai.

La numerazione è indicativa e non c'è un ordine particolare di importanza.

1. Tight is right

Tight is right: chiuso è giusto. Meno giochi mani difficili, più facili saranno le tue decisioni postflop. Con l'esperienza potrai iniziare a giocare più loose ma, all'inizio, meglio evitarlo.

Segui la Tabella delle Mani Iniziali (Starting Hand Chart, SHC) e non discostarti dalle indicazioni: concediti solo qualche eccezione.

Man mano che la tua tecnica si affinerà grazie all'esperienza, potrai semplicemente aggiungere più mani alla tabella.

2. Non sopravvalutarti

Per spiacevole che sia dirlo, nessuno sa se sarai tu il Pro che tutti nel vasto mondo del poker aspettavano.

Seduto ai tavoli, incontrerai giocatori simili a te e che come te conoscono le regole di base del poker. Ma anche un giocatore apparentemente debole ha una sua strategia, può legare al flop o chiudere un progetto al river.

Non pensare che, solo perché sei motivato e sei partito con il piede giusto, inizieranno tutti a regalarti un piatto dopo l'altro. Rispetta ogni avversario e sii pronto ad accettare le sconfitte, perché ne dovrai subire parecchie.

Non è detto che il giocatore più bravo al tavolo sia anche quello che, alla fine, avrà vinto di più.

3. Teoria

La teoria, come spesso capita, è meno divertente.

Ma al contrario che a scuola, al lavoro o all'università, qui non c'è niente di prestabilito. Quello che ieri funzionava, potrebbe non andare più bene oggi. Cambiano limiti, piattaforme, varianti di gioco: tutto sta nel tenersi sempre al passo.

Le alternative non mancano su PokerStrategy.com, poi dovrai essere tu a lavorare tutti i giorni su te stesso.

4. Rifletti

Anche se all'inizio ti affiderai alla SHC, non devi per questo smettere di ragionare.

Devi imparare a guardare ad ogni spot come se fosse il primo, un'entità individuale, specialmente al postflop. Non ci sono parametri standard ed ogni spot è unico: cambiano ogni volta mani iniziali, board e avversari.

Non ripetere le stesse linee all'infinito; cerca piuttosto di avere una motivazione che giustifichi la tua scelta di aver tenuto una certa linea. Se non sei sicuro, controlla.

Proprio per aiutarti in questo, ecco i nostri forum di strategia e i forum di valutazione mani.

5. Sii aggressivo

Fai tuo il concetto di TAG (giocatore tight aggressive). Al numero 1 abbiamo visto come a giocare tight non si sbaglia. Però, devi anche saper cogliere le opportunità di aggredire e mettere l'avversario sotto pressione, magari anche una volta di troppo piuttosto che una di meno.

Continua a dare gas.

6. Non tiltare

Il tilt è uno dei principali problemi dei giocatori di poker. Ci si lascia influenzare troppo dai risultati, ci si lamenta all'infinito della situazione, del gioco e, naturalmente, dell'onnipotente dio del poker.

A questo punto, non si gioca più a livello ottimale e si inizia a perdere il controllo. Tieni sempre d'occhio il tuo gioco.

Ecco qualche consiglio:


Strategia: Psicologia e didattica

7. Pazienza

"La pazienza è una virtù!"

Rome wasn't built in a day. Poniti degli obiettivi realistici. Salire di limite una volta al mese per arrivare a farsi qualche heads-up con Phil Ivey entro fine anno non è un obiettivo realistico.

Più miri in alto, più dall'alto cadrai. Il tuo gioco dev'essere paziente e svilupparsi seguendo il corso degli eventi, perché, ammesso che tu stia già giocando bene, non c'è nient'altro da fare se non attendere situazioni migliori.

8. Downswing?

Se il tuo grafico sta andando giù a picco, può trattarsi di un downswing. Ma è solo una delle possibilità.

Molti giocatori vivono in un downswing senza fine per tutta lavita, cioè non giocano bene.

Cerca i tuoi leak, analizza e studia il tuo gioco. Non può essere sempre la sfortuna, anche se è vero che potrà incidere.

9. Varianza

Ecco un argomento difficile: la varianza.

  • Perdi dieci flip di fila? Succede!
  • Sei sotto di 50 stack? Succede!
  • Succede anche il contrario? Succede!

La varianza ha molte facce, devi solo imparare a conoscerle. Cerca di fare amicizia con tutte, perché non si sfugge alla varianza.

10. Campioni statistici

Vincere due coinflip in una sessione di 500 mani non fa di te un buon giocatore di poker. Importa quello che realizzi a lungo termine.

"È solo una singola sessione infinita"... ricordati queste parole. Quel che funziona oggi magari non funzionerà domani. Non perdere di vista il quadro generale: ci vorrà più che qualche migliaio di mani per dimostrare che sei un buon giocatore.

11. Scelta dei tavoli

Attento a con chi giochi. Se giochi contro avversari al tuo livello, non ne uscirai mai in pari perché paghi il rake e alla fine andrai in rosso.

Devi cercarti i tavoli dove almeno copri il rake. Quindi, tavoli adatti con i giocatori giusti, che non studiano le mani con l'attenzione che ci metti tu.

Non pensare solo al tavolo: considera anche la posizione. Prova a stare in posizione rispetto ai giocatori deboli e non esitare ad alzarti e trovartene un altro se non ti trovi bene.

12. Nessuno è perfetto

Nessun giocatore, per quanto disciplinato, riesce a giocare sempre bene. Sarà difficile trovare qualcuno capace di dire di non aver mai perso il proprio A-game - il gioco ottimale.

Anzi, tutti i giocatori bravi ti diranno che non esiste il "gioco perfetto". C'è sempre qualcosa che si può fare meglio. Non mirare alla perfezione, perché è un'altra trappola.

Accetta le tue debolezze, non importa quali siano. Se hai dei leak, lavoraci. Se vai in tilt, informati sull'argomento e scopri come bloccarlo.

Il punto più importante è saper ammettere i propri errori. Se sai farlo, sei già sulla strada giusta.

13. Divertiti

Può sembrare semplicistico, ma divertirsi rende tutto più facile. Se sei di umore nero e non ti va di giocare, fa qualcos'altro e non giocare: difficilmente un umore storto ti aiuterà ai tavoli.

E poi, non riuscirai a giocare a lungo temrine se non ti diverti. Se qualcuno ti porta via tutto al river, tanto vale riderci sopra, perché tanto non puoi farci nulla.

Finché riesci a divertirti giocando a poker e sei contento di giocare bei tavoli, nessuna bad beat potrà sbilanciarti e sarai molto protetto dal tilt.

Pensa al poker come al tuo nuovo hobby, col quale magari fare qualche soldo. Man mano che prenderai velocità, ti divertirai sempre di più.

Ecco come vederla in modo positivo.

14. Non preoccuparti degli errori

Farai degli errori. Molti errori. È inevitabile.

Non puoi sperare di evitare gli errori, ma puoi imparare da essi. Non temere di postare una mano sul forum, nemmeno quelle giocate malissimo. Alla fine, è da quelle mani che imparerai e questo è proprio il tuo scopo.

Sii deciso. Sceglie in ogni situazione una via d'uscita e seguila. Dopo avrai tempo di studiarla e vedere se era la mossa giusta.

15. Concentrazione

Concentrati sempre. Non puoi giocare a poker mentre fai qualcos'altro. Se guardi la televisione, scrivi email, vai su internet, ti stai solo distraendo dall'obiettivo vero: giocare al meglio sui tavoli che hai aperto.

Rifletti su questi punti. Nessuno ti regalerà soldi. Devi guadagnarti edge. Non basta il 90%, devi dare il 100% e non lasciarti distrarre da niente.

Conclusioni

Queste erano le dritte da 1 a 15: le prossime sono in arrivo.

Non serve tanto leggerle, ma piuttosto fare dei paragoni con le proprie idee: così di sicuro troverai qualche spunto interessante sul quale concentrarti.

 

Commenti (7)

#1 rapror555, 09.08.11 21:28

Bellissimo articolo, complimenti!

#2 Hisoka0505, 04.06.13 20:21

Il miglior sito per imparare il poker ;)

#3 blackmagicnew, 12.12.13 19:21

visto

#4 specialwar, 13.12.13 10:32

visto

#5 ConteCaly, 17.01.14 02:46

grazie dei consigli:)

#6 thepunitore, 07.05.16 14:37

sopratutto pazienza

#7 Winfight, 20.07.16 10:01

Ottimo articolo. Grazie a tutto lo staff