Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaBasi del poker

Sono adatto per diventare un giocatore di poker professionista?

Introduzione

In questo articolo

  • Vantaggi di una carriera Professionale
  • Aspetti negativi della vita del Pro
  • Cosa significa davvero essere un Pro?

La stragrande maggioranza dei nostri membri si dedica al poker esclusivamente nel proprio tempo libero e continuerà a farlo anche in futuro. Se questa è la situazione di fatto, allora perché questo articolo ha motivo di esistere? Innanzitutto, l´assenza di una rilevanza esistenziale non esclude un interesse accademico. Inoltre, esiste un esiguo numero di membri che sono coinvolti in prima persona in questo ambito. La decisione a favore o meno di una carriera professionale è di una tale importanza che dovremmo certamente affrontare dei problemi. Chi è coinvolto? Da un lato lo sono i professionisti nati dalla nostra community, dall'altro lo sono coloro che stanno per diventare professionisti. Questi giocano a poker soltanto nel tempo libero, ma guadagnano già ora delle somme simili a quelle di un lavoro molto ben retribuito. Pertanto, in teoria potrebbero vivere dei propri guadagni al tavolo da poker, se sono disposti a dei sacrifici. Poi c´è quel gruppo di giocatori giovani che sognano un futuro glorioso da milionari del poker, anche se hanno iniziato da poco. Spesso queste speranze vengono nutrite dagli eventi glamour trasmessi in televisione. Non è un´idea cattiva quella di instradare queste idee su delle vie ragionevoli, sin da subito.


I vantaggi di una carriera professionale

 

 

Divertimento

Quasi tutti i membri della nostra community hanno una cosa in comune: si divertono giocando a poker. Il divertimento si ottiene da diverse fonti. Il poker di successo crea naturalmente dei momenti di gloria. Inoltre, il poker è affascinante. Molte persone hanno bisogno della loro dose quotidiana di adrenalina. Dal punto di vista scientifico il poker presenta molte sfaccettature. Al momento esistono molti ottimi libri sul poker e, pertanto, molte possibilità per acquisire maggiore conoscenza. Per molte persone questo equivale ad acquisire voglia di divertimento. Non dimentichiamoci dell'impulso di giocare. Un professionista del poker può esercitare anche da adulto. Per chi non ha tanta voglia di diventare adulto (la sindrome di Peter Pan) il poker rappresenta un El Dorado.

 

Denaro

Presupponendo il talento e la dedizione si possono vincere molti soldi giocando a poker. Resta da stabilire se si riesce a guadagnare di più rispetto ad un manager o ad un imprenditore nel mercato libero. Infatti, per via della loro intelligenza, la maggior parte dei giocatori dai grandi profitti avrebbe avuto la possibilità di una carriera redditizia nel mondo del business.


Superiorità

In base alla propria personalità si è più o meno inclini a subordinarsi. Come dipendenti si è necessariamente legati ad un sistema gerarchico e bisogna adattarsi. Quasi sempre questo implica un rinnego della propria persona in senso lato, poiché non potete dire la vostra ai colleghi, ma sopratutto al vostro capo. Nella maggior parte dei sistemi si è costretti a mentire (si tratta di piccole bugie necessarie). Come giocatori di poker professionisti si può essere autonomi ed indipendenti (anche se non è detto che tutti riescano a trarre vantaggio da questa situazione).


 

Mobbing

Naturalmente non si è sottoposti al mobbing da parte di colleghi o superiori. Questo fenomeno è stato dibattuto animatamente negli ultimi tempi. Molte malattie psichiche o psico-somatiche come l´ulcera o cose simili possono scaturirne.

 

 

Lavoro a casa

Naturalmente risulta molto comodo poter lavorare da casa. Si risparmia il tempo di percorrenza fino all´ufficio ed anche il tempo di cui si ha bisogno per rendersi presentabile ogni mattina. Inoltre potete fare a meno di una macchina e risparmiare dei soldi.

 

Dormire

Per molti la prospettiva di dormire a sufficienza è molto allettante. Naturalmente è bello poter restare più a lungo a letto. Tuttavia, esiste il pericolo di lasciarsi andare, e vivere sopratutto nelle ore notturne poco produttive. Un ritmo prefissato, insieme allo svegliarsi presto, presenta molteplici vantaggi. Naturalmente esistono dei Pro attivi di notte, dal momento che durante la notte è presente la maggior parte dei clienti (americani). Tuttavia, un ritmo di questo tipo potrebbe rappresentare un problema per la propria salute. L´assenza del sole sarebbe sufficiente per molti per non prendere in considerazione questa opzione. Inoltre, grazie ad una selezione del tavolo buona (presupponendo che si faccia sufficientemente data mining) si riescono a scovare dei tavoli con avversari abbordabili anche durante la giornata.


 

Mobilità

Il lavoro del professionista del poker può essere svolto da casa, ma anche da una barchetta nei Caraibi. Si è molto liberi nella pianificazione della propria vita.

 

Organizzazione del tempo libero

Le ore di lavoro si riescono a gestire liberamente. In questo modo si riescono a vivere appieno le relazioni con il proprio partner e i contatti sociali.


Disoccupazione

Non so quanti dottori siano costretti a fare i tassisti a più di 50 anni. Saranno moltissimi. Per via della dinamica sul mercato del lavoro, oggigiorno non ci sono più certezze. Nel poker ciò non esiste. Se siete riusciti a consolidarvi non sarà facile diventare disoccupati. Tuttavia, si deve essere pronti a cambiare paese per via di eventuali modifiche giuridiche.

 

Altre dipendenze

Nella vita professionale non si dipende soltanto dai superiori, ma anche dai clienti, dai fornitori e dalla congiuntura. Nel poker ciò non accade.

Gli svantaggi della carriera professionale

 

 

Routine

Chi non apprezza o ama il gioco come tale e lo considera soltanto come mezzo per il raggiungimento di un fine (guadagnare soldi), corre il rischio di annoiarsi come durante un lavoro d´ufficio monotono (ciò non vuol dire che il lavoro d´ufficio sia noioso di per sé).

 

Uso del capitale

Per giocare a poker si ha bisogno di capitale. Inoltre, il capitale viene sottoposto ad un determinato grado di rischio.

 

Introiti non regolari

Lo sviluppo finanziario di un giocatore di poker vincente corrisponde all'incirca al grafico di un´azione proficua: dal basso a sinistra in alto a destra, formando uno zig-zag. Non soltanto gli introiti possono scendere, ma si possono avere persino delle perdite. Naturalmente le grandi discese a picco nella borsa rappresentano soltanto delle eccezioni nel grafico di lungo periodo, ma nel breve periodo il loro effetto è enorme. Ogni professionista deve essere consapevole del pericolo di un grande downswing.

 

Sicurezza per l´età

Un dipendente riceve dei contributi dallo stato e dal datore di lavoro per la sua assistenza pensionistica. Il giocatore di poker deve provvedere per conto suo.

 

Nessun introito durante le vacanze

Se il professionista di poker va in vacanza, il suo reddito si blocca.


 

Poca considerazione sociale

Chi assegna grande importanza alla considerazione sociale deve partire dal presupposto di non godere del massimo riguardo se dice di essere un giocatore di professione. Tuttavia, per il professionista serio ciò non assume importanza.

 

Guida e struttura

Molte persone hanno bisogno di una guida e di strutture prefissate. Assenza di struttura significa per loro assenza di orientamento. Il giocatore di poker deve essere in grado di motivarsi da solo e dare una struttura alla propria vita. Altrimenti si corre il rischio di non avere motivazioni e di lasciarsi andare.

 

Idiozia da poker 

In quasi tutti i mestieri che si vivono intensamente alberga il pericolo di diventare un´idiota del mestiere. Il poker ha il problema di non andare oltre i propri confini. Si imparano molte cose utili come l´autocontrollo, la conoscenza del proprio io ed il management finanziario e altro ancora, ma in relazione agli altri mestieri questa attività resta molto riservata: si impara poco su quello che potrebbe far progredire una persona da un punto di vista esistenziale.

 

Oscillazioni sentimentali

Chiunque è incline a indirizzare il proprio umore in base ai propri successi o alle proprie disfatte nel breve termine. Nel poker si dovrebbe sopprimere questo comportamento, dal momento che si sarebbe sottoposti a grandi oscillazioni sentimentali.


Ego-mania

Il poker costa molte energie emozionali. Si ha bisogno di forza, coraggio ed un ego pronunciato. Bisogna trovare continuamente questa forza. Come conseguenza si potrebbero staccare i piedi da terra in caso di successo. Per tale motivo è fondamentale osservarsi per controllare un´eventuale deviazione.


Quali condizioni sono necessarie?

 
Le stesse virtù che fanno di voi un buon giocatore amatoriale sono la base del professionismo.

Inoltre, si ha bisogno di caratteristiche che siano in sintonia con lo stile di vita e le peculiarità finanziarie del lavoro. Fondamentalmente si può dire che l´amore per la libertà dovrebbe essere grande e il bisogno di sicurezza piccolo. Sono importanti anche l´amore per il gioco, l´ambizione e la motivazione.


Più elevato è il grado di intelligenza, più facile sarà comprendere i principi del gioco. Ai limiti alti si ha spesso a che fare con delle persone molto in gamba. Sarebbe opportuno che lo foste anche voi (per essere un professionista ai limiti bassi non dovete essere Einstein). Tuttavia, la sola intelligenza potrebbe non essere sufficiente per primeggiare nel poker. Per molte persone esiste un solco tra la conoscenza teorica e la sua applicazione pratica. Questo viene definito talento.

Il talento influenza i risultati. Chi ha dimostrato in un grande lasso di tempo (6-12 mesi) di aver battuto con costanza il gioco ai limiti bassi (2/4 o 3/6) guadagnando quello di cui ha bisogno per vivere, dovrebbe riflettere attentamente sul divenire un professionista del poker.
 

Commenti (6)

#2 blackmagicnew, 12.12.13 00:52

questo poi e' solo l'inizio

#3 yeswecanisback, 03.01.14 15:27

molto bello, basi fondamentali

#4 nashira1, 17.09.15 06:39

bell'articolo, complimenti

#5 mercioRNMD, 24.03.16 09:08

si sarebbe bello diventarci.... ci vuole una calma, tanto tempo e pazienza tanta pazienza

#6 thepunitore, 07.05.16 14:35

ci vuole tempo sopratutto

#7 univers76, 19.09.16 11:21

e' necessario un controllo delle proprie emozioni e tanto studio!