Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaNo-Limit (SSS/MSS)

S3R | Gioco preflop (6) – Cambiare i range di three-bet contro avversari scarsi



Stiamo martellando il tavolo. Gli avversari stanno andando completamente fuori di testa con i nostri steal e le nostre three-bet. Si difendono, contrattaccano. È una guerra feroce, e noi siamo al limite delle nostre forze, concentrati al massimo per vincere in questa guerra dei bui. Quando, all'improvviso, appare. Non è un angelo. Non è una concubina. È un fish! Calma. Respiriamo a fondo. A volte persino quelli capaci sono più profittevoli.

Nell'articolo precedente abbiamo spiegato con quali mani three-bettare: contro gli avversari più scarsi (i fish), le nostre three-bet con mani forti (JJ+/AQ+, eccetera) non saranno degli all-in, ma consisteranno in metà stack, e  andremo all-in su qualsiasi flop. Anche se abbiamo JJ e c'è un asso sul flop. L'idea che sta alla base di questa mossa è di approfittare del fatto che non conoscono i concetti di equity o di pot odds. Chiamano con 68s sperando di floppare qualche progetto, ma se noi andassimo direttamente all-in folderebbero. Così noi massimizziamo il valore della nostra mano e ci facciamo regalare una marea di bui.

E perché devo andare all-in anche se sul flop c'è un asso?

Per due motivi:


  • Vinciamo la mano per fold equity
  • Vinciamo perché abbiamo la mano migliore

 

Per esempio, three-bettiamo per mezzo stack con JJ contro un fish. Flop ATx. Se ha KT, il fish non potrà foldare. D'altra parte, se ha 89 folderà comunque. Potremmo anche chiudere gli occhi e mandare i resti senza vedere il flop. Se three-bettiamo con AQ/AK la situazione è la stessa. Si potrebbe infatti pensare che siccome preflop non abbiamo un punto stiamo buttando via soldi, ma non è così. Solo per le volte in cui l'avversario folda la nostra puntata ha valore atteso positivo. Aggiungiamo poi le volte in cui ci chiama con asso alto, o con un progetto, ed il guadagno aumenta ancora. E infine, anche se lui dovesse avere una mano e noi no, comunque le nostre overcard ci danno un po' di equity.

ESEMPIO 1:

Abbiamo 20bb di stack effettivo e three-bettiamo a 10bb contro il rilancio di un fish. Il piatto totale dopo che ha chiamato è di 10+10+1+0,5bb = 21,5bb. Noi abbiamo dietro ancora 10bb.

Al flop punteremo 10bb per guadagnarne 21,5:

 

FEmin = 10 / (10+21,5) = ~32%

 

Se folda il 32% delle volte, già guadagnamo. Se poi sommiamo le volte in cui avrà una mano peggiore e quelle in cui siamo sotto ma centriamo un out tra turn e river, viene fuori che bisogna assolutamente rischiare.

Chiudiamo questa breve digressione con alcuni concetti che finora abbiamo tralasciato. Se pensiamo in termini di range, alcune volte possiamo anche non bilanciare, ma cercare di estrarre, contro gli avversari più scarsi, il massimo valore. Se non ci sono mani peggiori che possano pagarci, possiamo quindi lasciare spazio al fish, in modo che bluffi o che centri qualche coppia senza senso.

ESEMPIO 2:

Stessa situazione di prima, ma questa volta abbiamo KK. Flop A 2 2 . Se ha una coppia è molto difficile che la foldi, ma quante volte ce l'ha? Pochissime. Anche se c'è un asso, siamo committati lo stesso. L'altro chiamerà raramente se puntiamo (solo con coppie e Ax), e per questo la mossa migliore è checkare. Abbiamo una mano stabile e non ci sono carte che possano spaventarci tra turn e river, e se il fish ha 89 e centra una coppia o semplicemente vuole bluffare, si capisce facilmente che l'EV di checkare al flop (ed eventualmente anche al turn) è maggiore che quello di puntare. Ricorda sempre che contro i fish non occorre bilanciare, perché comunque non sono in grado di leggere le mani.

Per finire, se il nostro avversario è una balena azzurra possiamo allargare il range di three-bet per le three-bet piccole, aggiungendo anchhe AJ o AT. Ricorda sempre che non c'è bisogno di bilanciare, e che il massimo valore ce lo danno gli avversari scarsi, non i reg.

 

Questo non è l'articolo intero...

Diventando gratuitamente un membro di PokerStrategy.com, otterrai un capitale gratuito con cui iniziare a giocare a poker e, inoltre, potrai accedere a centinaia di articoli strategici come questi - potrai sfruttare video di poker, sessioni di live coaching e forum di strategia. Registrati ora gratuitamente e inizia a giocare per sbloccare tutte le nostre offerte.

Registrati ora