Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaNo-Limit (SSS/MSS)

S3R | Definizione dei range



  • Secondo me non ci ha detto la verità.
  • Non può essere, non aveva il tempo per essere in entrambi i posti quella sera.
  • Magari ha visto un suo video?
  • Chissà.

Ci sono delle cose che, a seconda di come le si guarda, appaiono di colore diverso.
Anche se tutti sappiamo cos'è un range, ci sono alcuni concetti extra da chiarire. Se prendiamo equilab e alziamo il cursore del VPIP, vediamo che il range di mani selezionato comprenderà KTs e non ATo. E nemmeno AJo! Se però confrontiamo la seconda mano con la prima, ATo è molto sopra. A cosa è dovuta questa differenza?

Al range di call dell'avversario. Bisogna sempre supporre che il nostro avversario si difenderà con un range di mani forti. Per questo motivo mani a priori più deboli (come KTs rispetto ad AJ) sono invece più forti (hanno più equity) quando l'avversario ci chiama. Le tabelle ed i dati che vedremo nei prossimi articoli si basano su questa affermazione, a parte alcune eccezioni. Se per esempio l'avversario in questione è un fish che ignora cosa sia l'equity e ci paga con mani molto dominate come A2o, allora avrà senso cambiare il nostro range (e comunque quando ci si trova contro avversari scarsi è sempre bene giocarci contro più mani, perché abbiamo più edge e vinceremo più soldi), aggiungendo una mano come ATo, se nel range di apertura iniziale non era compresa.

 

 

Più avanti vedremo i range concreti di apertura e noteremo come ATo la apriremo sempre, ma l'esempio serviva per spiegare bene il concetto. È importante anche tenere presente che esistono due modi per calcolare l'equity di una mano. Quella spiegata sopra consiste nel calcolare l'equity della tua mano contro tre altre mani a caso, ma si può fare il calcolo anche contro un'unica mano. I risultati cambiano, e ne terremo conto nei prossimi articoli: quando apriamo dalle prime posizioni usiamo il primo metodo, mentre se siamo in late position, quando è più probabile che giocheremo contro un solo avversario, preferiamo il secondo.

 

Questo non è l'articolo intero...

Diventando gratuitamente un membro di PokerStrategy.com, otterrai un capitale gratuito con cui iniziare a giocare a poker e, inoltre, potrai accedere a centinaia di articoli strategici come questi - potrai sfruttare video di poker, sessioni di live coaching e forum di strategia. Registrati ora gratuitamente e inizia a giocare per sbloccare tutte le nostre offerte.

Registrati ora

Commenti (1)

#1 fabrizio3769, 26.08.12 09:37

?????????