Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaSit & Go (SNG)

Giocare Preflop (1): Open Raise

La prima street, o il primo giro di puntate, in ogni mano di  poker è il preflop. Si tratta del giro di puntate che avviene prima che venga girata qualsiasi carta comune.

Nei SNG, le situazioni che affronterai preflop variano tantissimo, a causa dei diversi stack e dalle fasi del torneo. Esistono alcuni stack e alcune giocate che hanno una relazione logica, altre no. Ci sono alcune puntate che sono ottime in una situazione e pessime in un'altra.

In questa lezione, imparerai quali azioni dovresti considerare al preflop quando tutti i giocatori prima di te hanno foldato e quali fattori sono più importanti quando bisogna prendere queste decisioni. Imparerai inoltre le basi teoriche per costruire i tuoi range preflop nei piatti non aperti.

Entrare in un piatto non aperto

Quando sei il primo ad entrare in un piatto e decidi di giocare una mano, puoi scegliere tra il limp - che significa chiamare il big blind - o raise. In generale, limpare non è consigliato. È quasi sempre meglio rilanciare in modo da avere iniziativa e una possibilità di vincere immediatamente il piatto se tutti foldano.

Ci sono poche alcune eccezioni a questa regola. La più frequente, che spesso si incontra ai microlimiti, avviene in ambiente loose-passive dove puoi limpare mani con alte implied odds come coppiette e suited connectors.

Quindi, ogni volta che entri in un piatto non aperto, lo farai rilanciando. La dimensione del tuo rilancio dovrebbe dipendere da tre fattori: lo stack effettivo, la tua posizione al tavolo e il tuo range d'apertura in un determinato spot (che è una funzione di posizione e lettura sui giocatori davanti a te).

Andiamo a vedere più a fondo come, quando e perché dovresti differenziare le dimensioni del tuo open raise.

Dimensioni dello stack effettivo

Il fattore più importante quando si considerano le possibili azioni preflop è lo stack effettivo. Il tuo stack limita le tue possibilità. Non conta solo il tuo stack, ma anche quello effettivo.

Per esempio, mettiamo che hai 100bb, ma tutti gli altri, ancora nella mano, hanno meno di 20bb. In questo caso non fa molta differenza avere 20bb o 100bb, quindi è sbagliato trattare il tuo stack come uno da 100bb, in termini di azioni possibili.

Diamo uno sguardo a come definire la dimensione dello stack effettivo. Se tutti i giocatori rimasti nella mano ti coprono, il tuo stack effettivo è semplicemente uguale al tuo stack. Se qualche giocatore ha uno stack più piccolo, il tuo stack effettivo è il più piccolo dei due: la dimensione del tuo stack e lo stack medio dei giocatori rimasti in gioco. Quando gli stack di tre o più giocatori che ancora devono agire, differiscono notevolmente, per evitare risultati distorti quando si fa la media, è consigliabile trascurare lo stack più piccolo e quello più grosso.

Guarda alcuni esempi del calcolo delle dimensioni dello stack effettivo secondo questo metodo:

Stack in BB
Avversario 1
Avversario 2
Avversario 3
Avversario 4 Stack medio dell'avversario
Stack effettivo di Hero



Hero: 10bb
20
30
25
15 (20+30+25+15)/4 = 22.5 10
6
6
12
12 (6+6+12+12)/4
= 9
9
2
6
10
20 (6+10)/2
= 8
8

Open raise piccolo

In generale, un range ampio di open raise rilancia più piccolo rispetto a un range di open raise tight. Questo dipende dal fatto che in genere i tuoi avversarinon si adattano alle dimensioni degli open raise in maniera adeguata. Possiamo dire che contro una puntata piccola loro foldano di più di quanto dovrebbero e al contrario contro una puntata grossa.


Questo perché con un range tight e forte vuoi ottenere valore e proteggere, mentre con un range ampio vuoi stealare a poco prezzo. Ricorda che ciò che importa in questo caso è il tuo stack, non la mano, quindi di default non dovresti differenziare le dimensioni del tuo open raise in base a ciò che hai in mano.

Nelle fasi iniziali dei SNG (ipotizzando che non ci siano ante e stack oltre i 50bb), quando il tuo range è relativamente forte, è raccomandato effettuare rilanci di 3bb da early e middle position. Dal cut off e dallo small blind è consigliabile rilanciare 2,5bb e minraisare (2bb) da bottone. In genere, le dimensioni da bottone e small blind dovrebbero rimanere le stesse indipendentemente dagli stack.

Quando il tuo stack effettivo va sotto i 50bb, dovresti iniziare ad abbassare le dimensioni da early, middle e cut off. La migliore cosa è abbassarle gradualmente mentre gli stack scendono dai 50bb ai 25bb. Sotto i 25bb effettivi, il tuo open raise piccolo di default dovrebbe essere un miniraise da tutte le posizioni oltre che dallo small blind.

La presenza di ante non c'entra molto con le dimensioni appropriate del raise. Ad ogni modo, prima delle ante hai meno incentivi allo steal, quindi i tuoi range sono più tight e, per ottenere valore e proteggere il range, le dimensioni che devi utilizzare dovrebbero essere più grandi rispetto a quando ci sono le ante in gioco.

In molti casi, l'introduzione delle ante coincide con gli stack effettivi che scendono sotto i 50bb, quindi vierne considerato nella guida in questa lezione.

A volte, dopo aver aperto con una mano che fa parte del tuo range di raise/fold (questa nota è utilizzata per evidenziare un raise con il piano di foldare contro un ulteriore rilancio) uno short stack va all-in sulla tua apertura.

In questo caso, è importante controllare se effettuare un fold o meno. Potresti essere committed contro lo short stack: le odds che ti vengono offerte dal piatto garantiscono un call vantaggioso. Nella prossima lezione, scoprirai maggiori informazioni riguardo questo concetto.

Questa possibilità potrebbe richiedere alcune alterazioni ai tuoi range di open raise come, per esempio, includere molte carte alte e meno suited connector bassi.

Open push (push-or-fold)

Gli open raise piccoli, che dovresti effettuare all'inizio del torneo, sono ottimali sempre se gli stack effettivi non siano corti (oltre 20bb).

Se i tuoi avversari non chiamano molto spesso i tuoi minraise e attuano la strategia all-in o fold, dovresti miniraisare finché gli stack effettivi non sono troppo corti, in modo da poter minraise/foldare. Se, dopo un minraise, sei già committed, non dovresti miniraise/foldare con alcuna mano. Quando sei a questo punto dipende dalle circostanze esatte, ma tipicamente la soglia è circa 8-9bb.

Quando non si incontrano queste circostanze, vale a dire che il tuo stack diventa troppo corto e/o il tuo avversario ti flatta troppi miniraise, c'è un altro approccio a cui puoi affidarti.

Questo approccio è chiamato push-or-fold, che significa andare all-in ogni qual volta decidi di entrare nel piatto. In questa maniera eviti di essere flattato da mani con le quali non ti piacerebbe giocare contro al postflop, e massimizzi la tua fold equity. L'unico inconveniente è che il push-or-fold può essere utilizzato solo con uno stack piccolo, per evitare che il premio per il rischio non diventi troppo alto.

Quando i tuoi avversari chiamano tanto i miniraise, la strategia push-or-fold può essere applicata senza correre rischi fino a uno stack effettivo di 14bb e in situazioni di elevato premio per il rischio - per esempio in bolla - anche fino a 20bb.

Con uno stack al di sotto di 8-9bb effettivi, normalmente dovresti solo pushare o foldare. Oltre i 20bb, dovresti entrare nel piatto solo con piccoli raise, e mai open pushare.

Costruire il tuo range di open raise

In qualsiasi situazione tra gli 8 e i 20bb puoi scegliere tra open raise piccolo e open push. Questa scelta non dipende solo dalle tendenze dei tuoi avversari, ma anche dalla tua mano. Idealmente, devi avere un range di apertura diviso, che include un range di open push e un piccolo range di open raise. L'ultima situazione consiste in due parti separate – range di raise/call e range di raise/fold.

Dovresti iniziare un processo di costruzione di queste tipologie di range con la creazione del tuo range di push. Dovresti pushare un range molto stretto. Con i tuoi bluff (raise/fold) cerchi il modo di effettuare uno steal economico, e ti serve giocare le tue mani migliori (raise/call) alla stessa maniera, per evitare di essere exploitato. Altrimenti gli avversari potrebbero opporsi ai tuoi miniraise visto che folderesti sempre a un controrilancio.

Una conseguenza potrebbe essere che il tuo range di push sia cappato. Quindi non include il top del tuo range. È importante pushare solo con un range abbastanza forte in modo da non poter essere exploitati, e allo stesso tempo abbastanza debole in modo da far profitto facendo foldare i tuoi avversari. Più tipicamente, si tratta di un piccolo gruppo di mani incluso coppie basse e medie, broadway, suited connector medio-alti o gapper, assi suited e assi offsuit medio alti. Nota che in spot con premio per il rischio elevato è spesso meglio pushare il tuo intero range di apertura.

Una volta che hai un range di push, il resto è semplice. Tutte le mani al di sopra (cioè migliori) del tuo range di push, costituiscono il tuo range di raise/call. Delle rimanenti mani migliori, che generalmente folderesti, prendine un numero che ritieni sufficiente e che non induca i tuoi avversari ad adattarsi e a ripusharti con un range ampio, e fanne il tuo range di raise/fold.

Qui sotto trovi un esempio di range di open raise, diviso tra open push e open raise piccolo:


Raise/call: 66+, A7s+, A8o+ (#154)

Raise/fold: K7s-K2s, A5o-A2o, K8o-K4o, QTo (#144)

Open push:55-22, A6s-A2s, K8s+, Q9s+, J9s+, T9s, 98s, A7o-A6o, K9o+, QJo (#176)

Sommario

In questa lezione, hai imparato:

  • Quando vuoi entrare in un piatto non aperto preflop, il tuo gioco di default dovrebbe essere il raise.
  • Le dimensioni dei tuoi rilanci dipendono dal tuo stack effettivo, dalla tua posizione al tavolo e dal tuo range di apertura.
  • Dovresti giocare push-or-fold con uno stack inferiore a 8-9bb, o fino a 14bb contro avversari che flattano, e fino a 20bb con un premio per il rischio inferiore.
  • Se i tuoi avversari non flattano i tuoi minraise, exploitali restringendo il più possibile il tuo range di push, e allargando più che puoi il range di raise/fold.

Prossimi step

Fai il quiz e testa quanto hai appreso in questa lezione.
Inizia il quiz
Discuti questa lezione o poni le tue domande nel forum.
Discussione