Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaMindset e Psicologia

Come proteggete i vostri soldi dal tilt?

Come evitare di perdere soldi in tilt?

In questo articolo
  • State attenti ai segnali di stop
  • Fissate degli obiettivi e dei limiti realistici
  • Non dimenticate mai che il poker è solo un gioco

Il giocatore di poker ideale è proprio come quello che si vede in televisione. E’ disinvolto, calmo, è in sintonia con se stesso e con l’ambiente che lo circonda. Uno che si muove nervosamente sulla sedia, a cui il sudore scorre sulla fronte, non diventerà mai un eroe. Nei film uno così è sempre un perdente, il grasso calvo che si gioca casa, moglie, figlio e pensione a carte.

Il giocatore di poker on-line medio oscilla sempre tra questi due estremi. A volte è completamente concentrato sul gioco e all’altezza della situazione in ogni momento. A volte impazzisce e farebbe di tutto per accaparrarsi il piatto.

L’ultimo stato si chiama tilt. Dietro questo termine si nasconde un fenomeno psicologico che si potrebbe descrivere come segue:

Un giocatore cade in uno stato fortemente influenzato da emozioni negative come rabbia, disperazione o rassegnazione, e cerca di ottenere una vincita per forza. Si fa guidare da regole create da sé e grazie al suo modo di giocare sempre più fuori controllo perde delle somme che a volte annientano il suo bankroll.

L’undicesimo uomo al tavolo

Il tilt è l’undicesimo o il settimo uomo al tavolo, e tra i giocatori heads-up il terzo. Non deve pagare nessun blind e aspetta solo di alleggerirti di una buona parte del tuo bankroll.

Giocare a poker non è divertente se andate in tilt. Davvero non lo è. Bruciate solo una buona parte dei vostri soldi. Spesso vi trovate a regalare i vostri soldi a qualche fesso che normalmente avreste spennato ad occhi chiusi. E poi alla fine arriva la sensazione di dire „maledizione!“

Appena iniziate a giocare seriamente al poker dovete affrontare questo fenomeno per forza. Il tilt non avviene solo perchè prima o poi deve avvenire, ma ci sono delle cause e dei segnali ben precisi e c' sempre la possibilità di evitarlo.

Ci sono situazioni standard che sono predestinate a causare un tilt. Se si perdono diversi piatti consistenti compare la frustrazione che è un preludio del tilt. Anche la rabbia per aver perso un piatto per colpa della sfortuna o l'accanimento verso un avversario sono dei punti deboli.

Ogni emozione negativa rappresenta un terreno fertile per andare in tilt. Se si arriva già con la luna storta al tavolo si aumenta solo il rischio. Non si gioca a poker dopo un funerale e non solo perché questo non è decoroso.

Easy going, fratello o sorella

La sensazione di base di un giocatore di poker al tavolo dovrebbe essere quella dei primi anni 70 - easy going, fratello o sorella. Se non è così, se dopo 2 ore di sano gioco all’improvviso trovate tutto duro e noioso, se non rispettate le regole che vi siete imposti come per esempio il bankroll management, se riucite solo a pensare" ehi, ma che diavolo, devo vincere..." allora è meglio smettere subito.

Il limite tra preda e cacciatore è là dove voi capite quando dovete giocare e quando dovete smettere. Non dovete giocare in nessun tavolo se siete in tilt esattamente come normalmente non vorreste giocarvi l'intero bankroll contro un pro.

Forse dopo diversi litri di birra l'idea di sedersi al tavolo con Phil Ivey con il vostro bankroll sembra effettivamente allettante. Ma non lo è affatto. Giocare in tilt è come avere Phil Ivey al tavolo.

Ponetevi un limite

Ciò che molti giocatori imparano solo nel tempo è la necessità di un buona preparazione prima di una sessione. Partire semplicemente alla carica "è out" sin già dai tempi dei romani. Risulta molto più efficace prepararsi una checklist con tutte le cose da fare prima di una sessione.

Abbiamo Elephant o Pokertracker? Stai seduto comodo? Hai a mano tutte le charts? Sei stato al bagno?

Fissatevi uno Stop-loss limit! Se la sessione va fuori controllo e perdete più di quello che vi eravate prefissati con lo stop-loss limit interrompete del tutto la sessione.

 

Potete accumulare forse 5 chips sul lato sinistro della tastiera. Per ogni buy in o per ogni 20 big bet mettete una chip lontano, al lato destro della tastiera. Finite le ultime chips è la fine, senza se e senza ma.

Prima di ogni sessione chiedetevi se veramente giocate per soldi o per progredire o se solo giocate per divertimento o per ammazzare la noia. Potete divertirvi anche giocando a limit più bassi. E se non vi diverte beh allora smettete.

Prendetevi per una volta del tempo e preparate una lista con tutti quei segnali, quelle azioni e quei gesti che fate quando state per entrare in tilt.

Commento il gioco e impreco contro il mio avversario
La partita per me è troppo lenta.
Gioco troppo aggressivo.
Ho la sensazione di non avere ricevuto delle carte buone da un’eternità.
Ho appena perso un bel piatto.
Ritengo che il mio avversario sia un incapace.
Mostro i bluff anche se non è per niente utile.

Ordina questi punti secondo la loro frequenza e gravità, scrivili in un nuovo foglio e tienilo sempre a portata di mano. Questi sono i vostri segnali di stop. Quando in partita noti che compaiono sempre più punti sulla lista allora smetti. Riconoscere infretta i segnali di tilt è il miglior modo per prevenire il tilt il prima possibile.

E’ solo un gioco

E soprattutto non prendete troppo sul serio il gioco del poker. Rilassatetvi, in fondo è solo un gioco. Rispettate i vostri avversari. Non dovete accanirvi contro un singolo avversario, solo quando notate che volete per forza dimostrare qualcosa ad un avversario, allora c’è qualcosa che non va. Se non vi divertite e anzi siete sempre più frustrati o irritati, allora è meglio smetterla. Non dovete giocare per forza.

Fissatevi degli obiettivi realistici. Non credete a tutto quello che vi vende la pubblicità in tv. Non diventerete milionario da un giorno all’altro. E’ meglio che vi prepariate una lista di quello che vorreste ottenere in questo mese, nel prossimo e lavorate per raggiungere questi obiettivi. Siate realisti!

Se non siete subito un black member troverete sicuramente nel forum un sacco di gente che ha già battuto il vostro limite. Chiedete loro in quanto tempo ce l’hanno fatta. Ce la farete anche voi. Solo cercate di non forzare le cose. Con un gioco pulito, stando rilassati e gestendo bene il proprio bankroll le cose non possono andare nel verso sbagliato.

Si possono dire tante cose sul tilt e anche sottovalutarlo. Accettiamo che esiste. Confrontatevi con questo tema, comprendete che se siete in tilt non dovete continuare a giocare. In tilt non raggiungerete i vostri scopi bensì annienterete anche i successi raggiunti finora.

Non importa come, se con degli stopp-loss limits con dei riti esotici o con lo yoga, ma quando notate che state andando in tilt andatevene dal tavolo. Pensate: è solo un gioco e non dovete prendere parte ad un gioco dove sareste la vittima.

Video e articoli

Se volete saperne di più su come controllare gli aspetti psicologici del gioco o su come prefiggervi degli obiettivi realistici, date un’occhiata a tutti gli articoli psicologici.

Qui trovi gli articoli psicologici:

Ulteriori informazioni su come fissare i stop-loss limits le trovate in questo articolo:

Qui vai all’articolo stop-loss-limits – Gettare l’ancora di salvezza

Se avete delle domande sul tilt, autogestione o altri aspetti psicologici del gioco del poker nei forum di PokerStrategy troverete degli interlocutori.

Forum

 

Commenti (14)

#1 slimorris, 24.03.12 15:14

bellisimo

#2 KNOCKOUTtecn, 28.04.12 13:12

TUTTO VERO ANZI VRISSIMO

#3 kikkolass, 12.06.12 15:43

azz...se ha ragione, ho notato che perdo la maggiorparte dei soldi vinti quando vado in tilt, quando invece gioco rilassato le mie perdite sono limitate.

#4 emlarris, 23.08.12 16:39

HO IL BRUTTO VIZIO DI GIOCARMI TUTTO IL BANKROLL SU 2 TAVOLI QUANDO AI LIMITI 10 VOLTE PIù BASSI HO PERSO 3-4 BUY-IN. HO TANTA VOGLIA DI STACCARMI LE MANI DOPO AVER PERSO. è ORA CHE LA MIA ENERGIA SI CONVOGLI NEL SAPERMI GESTIRE MEGLIO!

#5 kprince93, 11.12.12 22:59

Potete accumulare forse 5 chips sul lato sinistro della tastiera. Per ogni buy in o per ogni 20 big bet mettete una chip lontano, al lato destro della tastiera. Finite le ultime chips è la fine, senza se e senza ma.<br /> <br /> qualcuno può spiegarmi questa parte ? perchè non l'ho capita!!!

#6 Sonic2323, 12.02.13 15:16

Tutto molto vero...peccato non aver leto l'articoli prima che scontrassi con il TILT!!!

#7 Survem, 26.11.13 08:28

che dire??? giustissimo!!!

#8 ConteCaly, 29.03.14 01:56

da leggere e rileggere... finchè non mi entra in testa...

#9 ConteCaly, 29.03.14 02:12

da leggere e rileggere... gran bell'articolo

#10 soydurga, 13.08.14 23:54

E durante una sessione mtt come me la cavo? Mi sedo? :)

#11 nyny76, 27.11.14 08:47

read and repeat ...<br /> read and repeat...<br /> read and repeat..

#12 blackmagicnew, 05.01.15 15:16

@10, potresti andare in sit out x qualche minuto e cercare di concentrarti sul tuo gioco

#13 Skywalker71, 26.11.15 22:21

tutto giusto anche se quando ti scoppiano il nut del flop diventa tutto difficile da digerire

#14 drugo1977, 29.02.16 23:54

Era giusto rileggerlo pri.a del tilt di oggi....