Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaMindset e Psicologia

Metodi d'apprendimento

Introduzione

In questo articolo

  • Come aumentare le vostre conoscenze
  • Come sfruttarle al meglio
  • Riflessioni sul gioco

Imparare - un'overview

Comprendere il processo che permette ad una persona di imparare è uno degli obiettivi della psicologia. Comprendere il "meccanismo" per cui le persone imparano le cose, come trasmettere in modo migliore i contenuti didattici e come poter influenzare o forse controllare dei processi di studio è evidentemente di grande utilità.
Tuttavia, lo studio è anche un argomento molto controverso dal punto di vista scientifico. Trovare un meccanismo universale, che descriva lo studio a prescindere dallo studente, è un'operazione che ha riportato diversi fallimenti nella storia della psicologia. Lo studio è sempre un'operazione "attiva" dello studente. Il lavoro che deve fare lo studente è ineliminabile. Risulta possibile diminuire la mole di studio grazie alla preparazione didattica del materiale, ma non muta la necessità della volontà di imparare.

Esistono diversi giocatori deboli di poker che usano i concetti di odds ed outs senza averli veramente compresi. Forse ne hanno sentito parlare da giocatori più forti o forse lo hanno letto in un libro. Infatti è possibile leggere dei libri senza comprendere nulla. Il loro motto è "qualcosa mi ricorderò", ma spesso resta una vana speranza. Questo non funziona. La maggior parte dei giocatori non vuole affrontare l'argomento, è troppo faticoso. Tuttavia, se si evita la mole di studio, essa si ingrandisce inevitabilmente. Pertanto, i seguenti concetti sono cruciali:

  • Dobbiamo essere noi a studiare e lo dobbiamo volere!
  • Siamo noi a guidare il nostro processo di studio e i relativi progressi!

I metodi di studio devono essere adattati all'oggetto che si vuole studiare. Per tale motivo è necessario esplorare da soli l'oggetto di studio ed analizzare la sua struttura e composizione. Approfondiamo questo argomento.

Oggetto di studio: il poker

La domanda è "come posso studiare in modo efficace e proficuo il poker?". Innanzitutto bisogna considerare le particolarità dell'oggetto di studio. Se si pensa allo studio e all'allenamento di altri giochi e sports si nota che in tutti gli sports esiste una grande differenza tra l'allenamento e la competizione. Questo è particolarmente vero nel poker, L'unico modo per imparare realmente a giocare a poker è lavorare con dati di lungo periodo statisticamente validi.

A ciò si aggiunge il problema che nel poker non possiamo testare in un minuto la nostra conoscenza teorica sulla realtà. Possiamo soltanto applicarla e verificare se l'abbiamo applicata bene. I concetti e le strategie di gioco sono stati ideati sulla base di considerazioni statistiche. Tuttavia, il gioco concreto rappresenta sempre un caso singolo e il risultato può essere anche molto distante dal valore atteso della statistica.

Potete dunque imparare a giocare un buon poker con un intenso uso delle conoscenze teoriche, senza essere influenzati dal risultato nel breve periodo.

Strategia per lo studio del poker

Per facilitare la comprensione suddividerò la strategia di studio in tre moduli: conoscenza, applicazione e riflessione. Il grafico sottostante mostra le interdipendenze tra i diversi moduli.






Le relazioni tra i moduli variano nel corso del tempo, ovvero dipendono dall'obiettivo di studio che si persegue. È importante che ogni modulo venga riconosciuto e considerato nel suo significato. Partiamo per semplicità da un triangolo equilatero, dove tutti i moduli hanno lo stesso peso. Se investo molto tempo nella conoscenza, dovrò cercare di impegnarmi anche negli altri due aspetti, al fine di mantenere un equilibrio corretto. Il processo e il successo dello studio seguirà la freccia.

In sintonia con questo grafico cercherò di spiegare dei buoni metodi d'apprendimento per ognuno dei tre aspetti. Alcuni di questi metodi sono ottimi per più di un modulo, metodi e moduli sono così interconnessi.


Modulo 1: Accrescere le conoscenze
In questo modulo si parla di conoscenze teoriche. Nel poker questo ambito è molto vasto. Risulta ovvio che in questo contesto ci concentriamo soprattutto sulla lettura di libri e articoli. Anche perché la conoscenza sul poker si riesce a trasmettere agevolmente attraverso la scrittura.

Ecco cosa dovreste fare per accrescere la vostra conoscenza teorica sul gioco:

  • Leggere e rileggere libri e articoli (se possibile tutti i giorni)
  • Discutere sulle strategie di gioco (da libri, contributi nei forum)
  • Discutere sulle mani d'esempio postate dagli altri giocatori
  • Partecipare attivamente ai coachings
  • Analisi dell'equity con PokerStrategy Equilator
  • Analisi delle strategie di gioco

Leggere libri
Tutti noi sappiamo come leggere un libro tuttavia esistono diversi modi in cui si può studiare su un libro. Consiglio di sottolineare le parti importanti e prendere delle note a fondo pagina. Calcolate a volte l'Equity con Equilator e trascrivetela. Nella maggior parte dei libri si trovano dei quiz sulle mani. Lavorateci bene su e non trascrivete soltanto l'azione corretta (ad es. fold), ma spiegatela prendendo in considerazione tutte le informazioni a vostra disposizione.

Leggete più volte i libri, i capitoli e i paragrafi. Dovreste mettere in conto di leggere tutti i giorni. Grazie alle ripetizioni i contenuti diventano di uso quotidiano e quindi familiari. Formerete delle strutture di pensiero sempre più pokeristiche e penserete in modo più astratto. La debolezza del principiante, cioè restare ancorati al risultato immediato di una sessione, sarà facilmente superabile in questo modo.


Discutere sulle strategie di gioco
Discutere attivamente nella sezione strategica del forum di PokerStrategy rappresenta un'ottima possibilità di approfondire la conoscenza e la comprensione teorica. Seguite le discussioni strategiche, inserite i vostri commenti oppure ponete domande. Abituatevi ad usare uno stile di discussione accurato e non postate mentre giocate a poker. Postare nel forum è un'attività importante, prendetevi il tempo necessario per farlo bene! Mettete a confronto in modo critico i punti di vista dei diversi autori e stimolate la discussione nel forum postando i vostri risultati. La cosa più importate è: formulate la vostra teoria!


Discussione sulle mani d'esempio
Discutere le mani d'esempio è davvero utile, se si discute veramente. Considerate anche che commenti come "sono d'accordo", "OK", "hai giocato bene", "Flop: raise"... non hanno alcun valore teorico e non offrono un vantaggio per lo studio. Né per voi, né per gli altri. Spiegate i vostri commenti: formulate la vostra teoria!


Partecipare attivamente ai coachings
Seguite attivamente i coachings. Preparate delle domande che vi interessano, nei momenti giusti durante il coaching potrete chiederle al coach. Tuttavia, prendete in considerazione che il tempo dei coach è limitato. Per questo motivo le domande dovrebbero essere concise e precise. Naturalmente dovreste chiedere nel forum le cose più complesse. Concentratevi particolarmente su determinati punti e su delle situazioni che vi interessano, ad es: come giocano i coach una top pair con un kicker scarso in posizione contro due avversari? Oppure come giocano dei flush draw con un kicker mediocre? È ovvio che durante il coaching non dovete contemporaneamente giocare. Non è difficile supporre che sarebbe negativo sia per il vostro bankroll che per il vostro bagaglio di conoscenze.


Analisi delle equity e delle strategie di gioco
Usate Equilator ed analizzate l'equity delle diverse mani. Equilator è anche molto utile per individuare approssimativamente l'hand range dei diversi tipi di avversari. Trascrivete i risultati, stampateli oppure salvateli.

Un altro modo per acquisire conoscenza è l'analisi delle strategie di poker. Prendiamo ad esempio la starting hand chart dalla sezione per principianti.
L'SHC è un'ottima sintesi di diverse strategie e tattiche di gioco al pre-flop.
Oltre al rispetto della chart sarebbe auspicabile riflettere sui diversi concetti che stanno dietro a questo tipo di chart. Nella SHC sono integrati molti concetti: position, equity, post-flop, vantaggio informativo, vantaggio strategico al post-flop, blind steal e blind defense, forza e caratteristiche delle mani (high-card value, suitdness, connectedness, le pair). Analizzare analiticamente questi concetti incentiva enormemente la comprensione delle strategie al pre-flop nel poker.


Guarda il video introduttivo per l'utilizzo di Equilator

Vai all'articolo: Come usare l'equilator


Modulo 2: Applicazione
In questo modulo ci occuperemo dell'applicazione della conoscenza acquisita. Vogliamo evidenziare ancora una volta che solo con il gioco le vostre conoscenze pokeristiche non cresceranno. Nelle sessioni di studio avete bisogno di un'atmosfera di lavoro ottima. Soprattutto siate indipendenti dal win rate. Deve essere chiaro che durante le sessioni di studio non si tratta mai di vincite/perdite. Eventuali perdite sono perfetti investimenti sulle vostre abilità future!
Come abbiamo detto precedentemente è essenziale che isoliate particolari situazioni su cui intendete riflettere. Fatto questo dovete esercitare le vostre abilità tecniche, come ad es. calcoli su pot odd e odds, calcolo e sconto degli outs ecc. Tuttavia, i due metodi di studio principali in questo modulo sono:

  • Auto-coaching
  • Coaching reciproco/gruppi di coaching
Auto-coaching
L'auto-coaching è un metodo di studio perfetto. Giocate su due, tre tavoli e fate una specie di coaching per voi stessi, senza alcun ascoltatore. Spiegate le vostre mosse, descrivete cosa state facendo e perché preferite determinate soluzioni ad altre. Sarebbe ottimale se poteste registrare delle sessioni di coaching da poter usare per il terzo modulo, quello della "riflessione". So che per molti sembrerà strano, soprattutto se i vostri coinquilini/partner/genitori inizieranno a pensare che siete svitati, ma "verbalizzare" in qualche modo i gesti è un modo molto efficace per ricordarseli. Consigliamo il seguente approccio: innanzitutto formulate il processo. Nello stadio di allenamento avanzato le frasi diventano sempre più brevi. Alla fine restano delle parole/concetti per l'intero meccanismo, o per delle azioni importanti. Un esempio è la frase"check-raise flop, bet turn" che racchiude in se molte informazioni strategiche.


Coaching reciproco

L'unica differenza con un coaching di PokerStrategy è che in questo caso vi allenate reciprocamente. Non si tratta di imparare qualcosa dall'altro, ma vuole essere un modo per controllare eventuali errori frequenti e offrire interessanti spunti di discussione. In due o tre persone sedetevi su un tavolo ciascuno, in modo che gli altri possano osservare e fate coaching ad esempio con il programma tipo Skype. Questi gruppi di allenamento rappresentano un'ottima possibilità. Ognuno ovviamente deve tenere in debita considerazione che si tratta di allenarsi e non provare mosse azzardate solo per farsi notare.


Modulo 3: Riflessione
Questo modulo tratta della necessità di riflettere sul proprio gioco e di analizzarlo. Nel poker è molto difficile attuare una riflessione diretta (quindi durante la partita) in quanto il tempo è poco e non può essere molto dettagliata. Pensiamo allo studio di uno strumento musicale. Quando ci esercitiamo ci accorgiamo immediatamente di una nota stonata, ma nel poker un errore potrebbe produrre anche dei risultati "positivi" (in una determinata situazione). La riflessione sul gioco è indispensabile come terzo modulo esattamente come i due precedenti. Soltanto grazie ad essa si può migliorare ripartendo ogni giorno dal primo modulo. Qui si possono studiare in modo mirato anche le debolezze scovate. Un tool come PokerTracker oppure PokerOffice valgono oro in questa sede!


Analisi delle mani di una sessione
Analizzate le vostre mani, anche di intere sessioni (funzione Replay su PT). In questo modo avete tutto il tempo che volete per controllare i vostri move, calcolare equities e trovare eventualmente delle azioni migliori. L'analisi di sessioni intere ha anche il vantaggio di trovare degli errori non macroscopici che altrimenti rimarrebbero nascosti. Questo modo di procedere offre anche il vantaggio di trovare delle mani che risultano idonee per essere postate nel forum.


Posting delle mani
Nell'ambito della riflessione sul gioco del poker il postare e discutere di mani giocate è un ottimo metodo. Considerate le seguenti indicazioni:
  •  Formulare la domanda
  •  Selezionare delle mani idonee
  •  Formulare delle riflessioni proprie
  •  Raggruppare le informazioni importanti
  •  Creare e curare il thread

Su questo tema consiglio anche la guida:

Vai all'articolo: Mani d'esempio. Come interpretare il formato standard

Inoltre, consiglio di affrontare i punti in modo accurato. Più argomentate, più riflettete sulle vostre mani, più seguite la discussione e continuate a discutere, maggiore sarà l'efficacia dell'hand-posting.


Analizzare le proprie statistiche
A partire da un determinato numero di mani vale la pena confrontare le proprie statistiche con le statistiche di giocatori vincenti, magari postando le vostre sul forum per un commento degli altri giocatori e del coach. A questo proposito ci sono anche articoli che aiutano a interpretare le statistiche e a valutarle nel migliore dei modi.
Poche mani invece non sono sufficienti per poter valutare il vostro gioco. Inoltre, si potrebbe giungere a valutazioni che non corrispondono alla realtà, perché la varianza di determinati valori è molto grande.

Dovete anche considerare che le statistiche riguardano il vostro comportamento di gioco soltanto a livello quantitativo. Le vostre statistiche, invece, non potranno dirvi se avete giocato in modo aggressivo le mani giuste. Pertanto, l'analisi delle statistiche rappresenta soltanto un primo passo. Se qui sono state trovate delle debolezze si dovrebbero ricercare delle mani d'esempio e, nelle sessioni di gioco successive, ci si dovrebbe concentrare sulle debolezze scovate.


Ora si riparte da capo! Conoscenza -> Applicazione -> Riflessione


In un primo momento avevo in mente di stilare un piano di coaching e convincervi a svolgere in modo motivato e diligente il vostro lavoro di studio, ma per quale motivo? Penso che siate capaci di motivarvi da soli e sappiate creare un buon piano di studio.


Parafrasando Confucio:
"Dimmelo e lo dimenticherò;
Mostramelo e mi ricorderò;
Fammelo fare e non lo dimenticherò più"


In bocca al lupo!
 

Commenti (3)

#1 RounderKey, 10.08.09 22:47

grazie Confucio

#2 Quision, 30.11.12 16:50

davvero un ottimo prodotto.<br /> ci si dimentica spesso di quanto sia importante lo studio e l'analisi del gioco dopo la sessione.<br /> Dopo pochi articoli ci si sente subito in grado di poter battere i limiti soltanto facendo esperienza ai tavoli. Ovviamente, non è così.

#3 ConteCaly, 04.04.14 16:29

veramente un bellissimo articolo... con una splendida conclusione<br /> grazie