Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaPot Limit Omaha

PLO per principianti (1) - Concetti di base

Video: Clicca qui

Introduzione

In questo articolo
  • Regole e concetti di base
  • Atteggiamento mentale per il PLO 
  • Errori tipici dei principianti

Questo articolo è rivolto soprattutto ai giocatori che hanno già un po’ di esperienza nelle varianti del Texas Hold'em e vogliono cimentarsi con un nuovo tipo di gioco.

In questo articolo, si parla dei concetti di base e dei tipici errori da principiante senza entrare nei particolari. E’ una sorta di panoramica generale che spiega le idee fondamentali del gioco, che poi potrai approfondire con l’aiuto degli altri articoli della serie.

Questo articolo ti fornirà le conoscenze di base degli aspetti fondamentali di questa variante di gioco.

Combinazioni di mani

Nel Texas Hold'em ti vengono distribuite solo due hole cards. Di conseguenza, ci sono 1.326 combinazioni possibili di mano con 169 possibili mani iniziali. Per ciò che riguarda la tua forza assoluta di mano preflop, non importa che ti venga distribuito AdQd o AhQh. Ecco perchè queste combinazioni non vengono calcolate più di una volta.

Nell’ Omaha, invece, ti vengono date altre due carte, il che aumenta notevolmente il numero di combinazioni possibili: in totale, esistono 270.725 combinazioni con 16.432 diverse mani iniziali. E’ bene conoscere queste cifre, perchè dovrebbe anche aiutarti a chiarire il perchè sia praticamente impossibile creare una starting hands chart per il PLO.

Le regole del Pot Limit Omaha

La maggior parte delle regole di base del PLO assomigliano a quelle del Texas Hold'em. Prima di ogni mano, due giocatori devono puntare i blind e ci sono un flop, un turn e un river, proprio come nel Texas Hold'em. Ma c’è una grossa differenza tra le due varianti: come detto prima, nel PLO ti vengono distribuite quattro hole cards invece di due.

Inoltre, devi sempre usare due hole cards e tre carte comuni per realizzare la tua mano allo showdown. Diversamente dal Texas Hold'em, non puoi semplicemente scegliere le 5 carte migliori delle 7. Ecco perchè le peggiori mani iniziali nell’ Omaha sono i quads nelle tue hole cards. Puoi usare solo due di queste carte, ma non hai possibilità di migliorare la tua mano.

Pot Limit

Un altro aspetto particolare del PLO è ovviamente la bet size: non è illimitata come nel No Limit, ma non c’è nemmeno un limite specifico come nel Fixed Limit. Il rilancio massimo dipende sempre dalle dimensioni del piatto in quel momento. Come regola generale si può considerare che un rilancio delle dimensioni del piatto equivale al piatto attuale + tre volte la puntata del tuo avversario. Se ci sono 25$ nel piatto e il tuo avversario punta 25$, puoi rilanciare fino a un massimo di 25 + 3x25 (75) = 100$.

Per saperne di più sulle regole e sul pot limit vai al nostro articolo di strategia Regole del PL Omaha.

Bankroll management (BRM)

Dovresti attenerti a un BRM di 50 stack, che a prima vista potrebbe sembrare molto conservativo. Per ulteriori informazioni su questo argomento, leggi il nostro articolo sul bankroll management a PLO. Inoltre, i giocatori che passano al PLO devono anche fare attenzione a molti altri aspetti.

Limiti bassi

Quando passi al PLO dal NL, dovresti sempre giocare a limiti più bassi all’inizio, per familiarizzarti con il modo diverso di giocare. Non andare direttamente dal NL 100 al PLO 100, perchè potrebbe costarti caro. Anche i migliori giocatori assidui di NL 400 a volte hanno delle difficoltà a giocare a PLO 50 e non riescono a vincere subito. Non sopravvalutare le tue abilità, perchè malgrado ci siano molte similitudini, il PLO è sostanzialmente una variante di gioco diversa, quindi avrai bisogno di un po’ di tempo per imparararla.

100 BB

 Gioca con 100BB e all’inizio evita i tavoli deep-stack che sono offerti da un numero limitato di poker room. E’ molto difficile giocare deep-stack e, soprattutto i principianti, dovrebbero stare alla larga da questi tavoli. Una buona alternativa è rappresentata dai tavoli cap o shallow, che sono in aumento. Lì giochi solo per 40BB e ti trovi a dover prendere delle decisioni in qualche modo più facili. Questa sarebbe una buona scelta, specialmente per i principianti.

Dovresti anche evitare di giocare short-stack. La strategia short stack è possibile anche a PLO, ma richiede un approccio al gioco completamente diverso.

Preparati per i grossi swing

Dovresti prepararti psicologicamente ai grossi alti e bassi nel gioco, perchè ti ritroverai a affrontarli regolarmente a PLO. Non iniziare subito a dubitare del tuo gioco se perdi 10 buy-in o anche di più. Potrebbe essere dovuto a uno swing oppure al tuo gioco. Devi sempre analizzare le tue sessioni e postare le tue mani nei forum di valutazione di mani per ottenere il parere di qualche esperto.

Imponiti dei limiti anti-perdita (3-5 buy-in)

Il rischio di andare in tilt è molto più elevato nel PLO. Gli swing possono essere devastanti e potresti essere tentato a giocare mani che non dovresti. Imponiti un limite anti-perdita (stop-loss limit) per proteggere il tuo bankroll.

Pot Limit Omaha vs. NL Hold'em

Conta solo il nuts

Contrariamente all’Hold'em, ci sono naturalmente più drawing hands nell’ Omaha poichè ti vengono date quattro carte invece di due. Tuttavia, c’è un’altra differenza rispetto all’Hold'em, ovvero nell’Omaha dovresti giocare solo progetti che ti possono dare il nuts, altrimenti rischieresti di pagare carissimo il tuo progetto. Questa regola è particolarmente importante per i principianti di Omaha, che dovrebbero cercare di evitare di prendere delle decisioni difficili al turn e al river.

Colori con Q-high e J-high spesso sono solo dei bluff catcher. Scale idiot-end sono già molto pericolose nel Texas Hold'em, e nel PLO di solito polverizzano i tuoi soldi. Ecco perchè dovresti solo inseguire progetti verso il punto nut. Fai attenzione se hai solo il secondo o terzo nuts, perchè questo è un altro degli aspetti che devi considerare attentamente.

Il PLO è un gioco di progetti

Le mani complete possono essere l’underdog contro i progetti. Un top set può anche essere l’underdog contro un progetto molto forte e una scala compleae può essere l’underdog contro un progetto forte. Analizzeremo questo aspetto più in dettaglio nei prossimi articoli di questa serie.

Il PLO è un gioco postflop

Contrariamente all’Hold'em, nel PLO ci si concentra molto di più sull’azione al flop e dopo il flop. Nel Texas Hold'em, quasi nulla può andare storto al flop se hai AA; nella maggior parte dei casi sarai il gran favorito per vincere contro i range del tuo avversario. Anche nel PLO, AA** è la mano favorita per vincere preflop, ma nella maggior parte dei flop poi perde il suo valore, perchè spesso il tuo avversario avrà già una doppia coppia o dei progetti molto forti, contro cui sei in svantaggio.

Per illustrare questa situazione, diamo un’occhiata alle probabilità di vincere che ha AA** contro una mano a caso:

Analisi dell’equity
  Equity
Mano
Giocatore 1
65.6%
AA**
Giocatore 2
34.4%
100%

Addirittura preflop sei il favorito per vincere solo nel 66% dei casi (nel Texas Hold'em invece sei il favorito nell’80%); in molti flop non avrai più la mano migliore. Con una coppia e dei progetti non ovvi in gioco, il tuo avversario ha già un’equity di circa il 40% contro i tuoi assi.

Varianza

La varianza e la possibilità di perdere soldi malgrado un buon gioco è maggiore nel PLO che nel Texas Hold'em. Inoltre, è più facile perdere soldi se si gioca male. Preparati per la varianza. Il seguente grafico serve per illustrare questo aspetto.


Come mostrano le due linee, il grafico di colore chiaro (che rappresenta l’EV, il valore atteso) e quello di colore scuro (il risultato effettivo) sono diversi. Dimostrano chiaramente che si è giocato in modo redditizio secondo la matematica, mentre il mazziere non ha condiviso questa opinione in certe occasioni.

Questo è normale nel PLO. Devi prepararti a questo e abituartici se vuoi giocare a PLO per un po’. Qui è consigliabile fissare un limite anti-perdita per non correre il rischio di compromettere il tuo bankroll. Se la sessione non sta andando bene, concludila. Nonostante la varianza, ci sono anche una serie di buone ragioni per giocare a PLO.

Perchè giocare a PLO?

Azione

Il Pot Limit Omaha è un gioco ricco di azione e divertimento. E’ semplicemente piacevole fare il gambler ogni tanto. I giochi di Hold'em sono diventati puttosto duri e molti giocatori stanno cercando delle alternative. A PLO, i giocatori scarsi possono vincere molte più mani e molti più soldi, senza rendersi conto realmente di quanto stiano giocando male. Non essendo mai virtualmente drawing dead a PLO, hai comunque ancora una buona possibilità di vincere anche se sei l’underdog, e questo può anche portarti a credere che i tuoi errori non siano neanche stati così gravi. Inoltre, al momento ci sono molti più polli ai tavoli di PLO di quelli che si trovano nel Texas Hold'em.

Apre molto la tua mente

Inoltre, è molto più difficile analizzare l’Omaha su base teorica. Per esempio, non è possibile creare una semplice starting hands chart o una strategia facile per vincere per cui anche qualcuno senza nessuna esperienza potrebbe giocare in modo redditizio.

Giocare a PLO ti aprirà notevolmente la mente e migliorerà le tue abilità di pokerista. Uno dei motivi è che, per esempio, devi sempre prendere molte più decisioni difficili postflop. Devi anche essere sicuro di scegliere una linea di gioco adatta per evitare di essere buttato fuori da una mano che tu pensavi di portare allo showdown.

Perchè non giocare a PLO?

Tilt

La maggior minaccia nel PLO è il tilt. Ti troverai ad affrontare molte situazioni difficili e molti coinflip nelle tue sessioni e potresti finire col diventare il giocatore sfortunato del tavolo:

  • Gli alti e bassi/la varianza sono notevoli
  • Il PLO è molto più impegnativo del Texas Hold'em
  • Il Multi-tavolo è più difficile
  • Ci sono meno tavoli (molte room offrono poca o nessuna azione a PLO)

Concetti di base del PLO

La posizione è estremamente importante

La posizione è un vantaggio fondamentale a PLO. L’Omaha è un gioco di progetti che ha più a che vedere con progetti forti che con mani forti. E’ molto più facile giocare i progetti se sei in posizione. Inoltre, quando sei in posizione, puoi anche rappresentare delle mani forti che sono nel tuo range e fare dei bluff redditizi. A lungo temine, questo rappresenta un grosso vantaggio per te, ma ci sono anche altre ragioni.

Sfrutta la tua equity

Cosa vuol dire questo? A PLO, hai un’equity notevole con quasi tutte le mani. Ecco perchè vuoi rimanere nella mano fino a che non venga distribuita anche l’ultima carta. Se sei in posizione, controlli molto meglio il piatto e per te è più facile arrivare al river e cercare di sfruttare al meglio la tua equity.

Spesso avrai ancora una gutshot o un progetto di colore al turn: in media, spesso avrai un’ equity di circa il 30%. Se punti e subisci un rilancio, perderai la tua opportunità di sfruttare la tua equity perchè non potrai più realizzare un call redditizio. La stessa cosa vale se sei OOP. Quando sei IP, arrivi a vedere l’ultima carta a un prezzo economico se fai check behind, e vedi anche se la tua mano migliora. A Texas Hold'em, questo aspetto di solito non è così importante, perchè normalmente hai solo un’equity del 15% contro il range del tuo avversario se sei in svantaggio e non è così probabile che riesca a migliorare la tua mano.

Protection

Anche le mani deboli hanno un’equity considerevole contro di te, quindi devi sempre proteggere le tue mani forti e fare delle grosse puntate. E’ per lo stesso motivo per cui non dovresti effettuare uno slowplay: punta le tue mani forti per valore e protezione perchè riceverai dei call da molte mani comunque.

Non fare slowplay! Se hai una mano forte, punta sempre molto per valore e protezione.

Freerolling

Cos’è un freeroll? Un freeroll è una situazione in cui due giocatori hanno la stessa mano completa o lo stesso progetto, ma uno dei due ha anche degli outs per migliorare e realizzare una mano migliore. Se i due giocatori hanno realizzato lo stesso progetto di scala al flop, per esempio, ma uno ha anche un progetto di colore a parte. Non può perdere la mano, ma solo vincere tutto il piatto se arriva il suo colore. Di conseguenza, non vuoi essere il giocatore che non abbia il progetto di colore. Il tuo valore atteso è negativo perchè non puoi vincere, ma piuttosto perderai.

Qui un esempio che dimostri questa situazione:

Board: Kd9d7c

Hero:QcJcTh8s
Villain:QdJdTc8h

Sebbene tu abbia una mano forte (non considerando i diversi suit, è la stessa mano del tuo avversario), hai un’equity di appena il 32% in questo caso. Ci sono situazioni che dovresti cercare di evitare il più possibile. Il freerolling è un concetto molto importante nel PLO: perderai molti soldi se giochi sempre mani che potrebbero dare un freeroll. Fare una buona scelta riguardo alla mano iniziale di solto ti permetterà di non dare freeroll ai tuoi avversari.

Tipici errori da principiante

Giocare male AAxx

Uno dei più grossi sbagli che commettono i giocatori che sono passati dall’ Hold'em al PLO è sopravvalutare le coppie alte. A volte è difficile da giocare addirittura AA, e KK e QQ normalmente dovrebbero essere giocati in modo molto passivo. Molti giocatori giocano male anche le loro mani effettuando delle 3-bet solo con AA. Qualsiasi giocatore di PLO con un po’ di esperienza sfrutterebbe questa situazione in modo avventato, chiamerebbe una 3-bet e ti farebbe ritrovare in situazioni molto difficili. Lo può fare perchè conosce esattamente la tua mano e quindi gioca la sua mano, che tu non conosci, in modo ideale. E’ come se gli stessi mostrando le tue carte.

AAxx preflop:

  • vs. mano random: 65.51%
  • vs. un buon rundown: Tdiamond9diamond87 55.97%
Essere troppo loose nei blind

Quando sei in uno dei blind, dovresti giocare solo pochissime mani. Essendo la posizione ancora più importante nel PLO, dovresti giocare davvero poche mani e solo le più forti quando sei nei blind e quindi out of position. Le tue mani più scarse saranno troppo spesso dominate e non otterrai nessun valore essendo difficile giocare dei progetti OOP in modo redditizio. Mani di questo genere sono note come mani “eye candy” (accattivanti), perchè sembrano buone, come mani double suited o coppie piccole, ma poi ti mettono in difficoltà, soprattutto se sei OOP, perchè spesso sarai dominato o ti daranno un freeroll.

Non considerare le street successive

Visto che molte carte del turn e del river potrebbero porre fine all’azione o far sì che la tua mano non valga nulla (per esempio se tutte le scale e i colori vengono completati), dovresti sempre pensare alle street successive e considerare come reagire in tutte le situazioni possibili.

Dare freeroll

Un altro tipico errore da principiante è non inseguire progetti che ti danno il nuts, ma che ti danno solo il terzo nuts o addirittura scale idiot end o colori bassi. Il pericolo qui è che potresti già essere drawing dead. Con il secondo nuts, spesso sprecherai molti soldi. Attento: insegui solo progetti che ti danno il nuts e dai tu il freeroll ai tuoi avversari.

Slowplay

A causa delle differenze molto più piccole nelle equity, devi sempre proteggere un top set. Lo slowplay potrebbere essere una buona opzione solo se hai dei nuts assoluti. Ma anche così, vuoi che al centro del tavolo ci sia il maggior numero di soldi possibili e quindi non dovresti effettuare uno slowplay. Riceverai comunque dei soldi se anche il tuo avversario ha una mano forte.

In sintesi

Questo articolo ti ha fornito molte ragioni per cui dovresti cimentarti con il Pot Limit Omaha. Ti ha anche mostrato come giocare a Pot Limit Omaha può beneficiare anche le tue abilità di gioco in altre varianti di poker. Se vai facilmente in tilt, dovresti assolutamente importi dei limiti anti-perdita e passare agli stakes “minori”.

Inoltre, ti abbiamo spiegato alcune regole e concetti base del Pot Limit Omaha, come il freerolling e l’importanza di una buona scelta della mano iniziale. Con queste conoscenze, ora dovresti essere pronto a fare i tuoi primi passi nel PLO.

 

Commenti (1)

#1 Riggitanu58, 30.07.15 17:45

Ottima spiegazione, per chi si avvicina per la prima volta a questa variante di poker. Complimenti