Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaPoker a Torneo (MTT)

Consigli per l'inizio della tua carriera da torneista

In questo articolo verrai introdotto ai tornei di poker e alle possibilità di vittoria che offrono. Inoltre, otterrai suggerimenti importanti per i tuoi primi tornei e ti verrà spiegato come poter testare questo formato di gioco gratuitamente e senza alcun rischio grazie ai "freeroll".

Nei tornei si gioca per un grosso montepremi

Nei tornei ricevi un numero predefinito di chips per il tuo buy-in. Diversamente dal "cash games", di solito, non puoi acquistare altre chips successivamente nel torneo. Una volta che un giocatore ha vinto tutte le chips che sono in gioco, sarà il vincitore e il torneo è concluso. Tutte le altre posizioni sono determinate dal momento in cui un giocatore viene eliminato. Per assicurare che un torneo non duri all'infinito, la puntata di base (i bui) aumentano costantemente durante il gioco.

Visto che solitamente molte persone partecipano ai tornei, ci sono anche tanti soldi in gioco da vincere per i giocatori che riescono ad arrivare a premi. La maggior parte delle volte, viene premiato il miglior 15% dei partecipanti meglio classificati. In tornei grossi il vincitore può ricevere una cifra 1.000 volte il suo buy-in. Solitamente, nei tornei piccoli il vincitore ottiene tra le 50 e le 200 volte il suo buy-in.

I tornei sono divertenti, anche per i giocatori principianti!

I tornei sono molto famosi sia tra i giocatori amatoriali che tra i professionisti. Dal momento che si può vincere tante volte il valore del buy-in, il rapporto tra rischio e premio, nei tornei, è ottimo. Inoltre, risvegliano la competitività dei giocatori: quanti giocatori puoi lasciarti alle spalle? Oltre a questo, i campionati mondiali ufficiali ("World Series of Poker" o "WSOP") vengono giocati in questo formato.

Chiunque abbia già giocato un torneo sa quanto entusiasmante può essere quando i bui lentamente si alzano durante il corso dell'evento e le decisioni diventano sempre più importanti.

Inizia la tua carriera da torneista con i freeroll gratuiti

I freeroll sono tornei gratis nei quali puoi vincere denaro reale. Sono l'occasione perfetta per i nuovi giocatori che vogliono costruire un bankroll ai tavoli senza investire neanche un centesimo del proprio denaro. Dal momento che sono gratuiti tendono ad attrarre molti giocatori che possiedono solo una conoscenza rudimentale delle regole di gioco. Inoltre, puoi approfittarne grazie a una strategia di base.

Una panoramica strutturata delle nostre attuali offerte di freeroll e promozioni possono essere trovate qui: http://it.pokerstrategy.com/freerolls/

Naturalmente, una strategia corretta è determinante nei tornei. Quindi, basta attenersi alle seguenti linee guida durante il primo torneo.

Quattro consigli per una partenza proficua nel mondo dei tornei

1. Gioca tight-aggressive

Tight significa che non devi giocare tutte le carte che ti capitano in mano. Ci sono tante mani di partenza che non sono per nulla buone. Però, possono anche esserci alcune mani che potrebbero sembrare buone agli occhi i un giocatore inesperto ma che sono pessime da giocare, per esempio kappa-jack.

Dopo il flop non dovresti affezionarti a tutte le coppie che riesci a formare. Puoi risparmiare tanto denaro quando sviluppi una sorta di feeling per le situazioni in cui vieni semplicemente battuto, o dove le puntate sono troppo alte per continuare a giocare.

Scegliere le mani di partenza giuste è già metà del lavoro e molti tuoi avversari ai limiti più bassi (nei tornei è l'ammontare del buy-in) commettono tanti errori quando si tratta di scegliere le mani di partenza. Giocano semplicemente tante mani oppure non sanno quando mollare con determinate carte, che in realtà ai loro occhi sembrano ottime.

Aggressive significa che devi sempre provare a ottenere il massimo con le tue mani più forti. Puntare forte quando hai mani forti e non slow-playarle (giocare come se avessi una pessima mano per attirare il tuo avversario e farlo puntare).

La dimensione dei rilanci dovrebbe essere determinata dalla fase del torneo in cui ti trovi. All'inizio, quando non ci sono ancora le ante, dovresti rilanciare sempre circa 3 o 4 big blind (BB) se sei in grado di puntare da first-in (tutti prima di te hanno foldato o sei semplicemente il primo a parlare in una mano). Appena entrano in gioco le ante, puoi ridimensionare i tuoi rilanci a circa 2,5 BB - e più tardi, quando già ti sei assicurato un premio, puoi diminuire il rilancio a 2 BB.

2. Applica la regola del "Call 20"

Le starting hand accoppiate possono essere un'opportunità per vincere grossi piatti con piccoli investimenti. Se uno o più giocatori è già dentro una mano preflop, può essere molto vantaggioso fare call.

Come regola generale, la cifra che devi pagare per un call non dovrebbe essere più del 5% del tuo stack (quindi dovresti avere 20 volte il numero di chip rimaste) e il tuo avversario dovrebbe avere uno stack simile o più grande.

Se hitti un set (tris) al flop, dovresti quindi continuare a giocare la mano aggressivamente. Se non hitti nulla, puoi semplicemente mollare senza aver investito denaro.

3. Limpare non è un'opzione

Un errore comune da principianti: hai una mano speculativa tipo QSpade TClub o 9Heart 8Heart e vorresti dare uno sguardo al flop. Il metodo più economico per farlo è chiamare prima del flop (limpare), che significa pagare solo il big blind invece di rilanciare. Non si tratta di un buon piano!

Un limp potrebbe sembrare allettante ma in molte situazioni non ha senso. Invece, ha molto più senso entrare nel piatto con un rilancio. Questo ti permetterà anche di vincere il piatto prima del flop oppure ti darà la possibilità di rappresentare una mano molto forte al flop - perché hai già mostrato parecchia forza preflop.

4. Usa le continuation bet

Quando rilanci prima del flop e uno o due giocatori decidono di chiamare il tuo rilancio, dovresti puntare metà piatto al flop. Tale puntata è chiamata continuation bet.

Devono essere soddisfatti i seguenti requisiti:

• Oltre a te, non ci sono più di due giocatori nella mano.

• Hai rappresentato una mano forte prima del flop e sei entrato nella mano con un rilancio.

• Non ci sono ancora stati altri rilanci da parte di un altro giocatore sul flop.

Gioca "push or fold" quando ti rimangono pochi bui

Una volta che ti rimangono 15 big blind o meno nel tuo stack, bisogna fermarsi dall'effettuare rilanci standard, e le tue uniche mosse prima del flop dovrebbero essere andare all-in direttamente (push) o semplicemente foldare.

Step 1: Determina la situazione e la tua posizione al tavolo

Puoi giocare "push or fold" solo quando nessun avversario è entrato nel piatto prima del tuo turno. Quindi controlla sempre che tu sia "first-in", cioè che nessun avversario abbia già chiamato o rilanciato.

La tua posizione al tavolo è determinata dal bottone del dealer, che è comunemente chiamato "bottone". Le altre posizioni sono illustrate in questa immagine:

UTG sta per "Under the gun", MP è "Middle Position", CO è il "Cutoff", BU è il "Bottone", SB sta per "Small Blind" e BB per "Big Blind".

Step 2: Scegli la tabella giusta

Sono disponibili tre tabelle per le diverse posizioni:

• Se sei seduto nelle posizioni da UTG a MP1, dovresti scegliere la Tabella 1.

• Nelle posizioni da MP2 a CO dovresti utilizzare la Tabella 2.

• Da Bottone e dallo Small Blind la tua decisione è presentata nella Tabella 3.

Step 3: Prendi la corretta decisione per il "push or fold"

Tutti i tavoli includono qualsiasi possibile mano di partenza. Vengono utilizzate le seguenti abbreviazioni:

• A = Asso, K = Kappa, Q = Donna, J = Jack, T = Dieci (10)

• "s" sta per "suited" e significa che entrambe le carte sono dello stesso seme

• "o" sta per "off suited" e significa che le carte sono di semi differenti

Per esempio, ATs potrebbe rappresentare una mano tipo AClub TClub mentre KJo starebbe per K JSpade.

Dovresti andare all-in con mani che sono evidenziate in rosso, blu o verde. I diversi colori corrispondono al numero di big blind rimasti nel tuo stack:

Con le mani in rosso devi andare all-in quando hai 15 big blind o meno.

Con le mani in blu devi andare all-in quando hai 10 big blind o meno.

Con le mani in verde dovresti andare all-in quando hai 5 big blind o meno.


Tabella 1: Sei da UTG a MP1


Tabella 2: sei da MP2 a CO


Tabella 3: sei da BU o SB

Bankroll management

Se vuoi avere successo nel lungo periodo nel poker, bisogna sicuramente affidarsi al bankroll management. Considera sempre i soldi che investi per giocare un torneo. Bisogna investire soltanto quando c'è la prospettiva di un buon ritorno e basso rischio. Nel poker, puoi effettuarlo seguendo il bankroll management.

Il bankroll managment ti dirà quali buy-in potrai investire (a quale livello giocare) in modo da trovare il corretto equilibrio tra il desiderio di ...

• ... vincere più soldi possibile in un torneo.

• ... colmare le perdite quando becchi una bad run.

All'inizio, vedrai come il tuo bankroll sarà sempre 150 volte più grande del buy-in del torneo che vorresti giocare. Il bankroll management è particolarmente importante quando giochi tornei regolarmente. Naturalmente, non dovrai iniziare con 150 buy-in solo per testare il formato. Ad ogni modo, più alti sono i limiti che giochi, più conservativo dovrebbe essere il tuo bankroll management.

In bocca al lupo per i tuoi primi tornei!

 

Commenti (18)

#1 Pot74, 04.06.14 17:20

in primis e' veramente un bel articolo ed ho visto che e' simile a quello della comunita' inglese fatto sul forum.c'e' qualche speranza,sia di avere anche gli altri e vedere anche il video tradotti?

#2 Baracchinghi, 07.07.14 10:39

Sì, piano piano aggiorniamo tutto.

#3 Baracchinghi, 07.07.14 10:56

Sì, è tutto in programma, piano piano aggiorniamo.

#4 full233, 09.07.14 03:56

Ok..capito

#5 fx908, 25.07.14 10:48

ottimo articolo, magari ci fossero tanti articoli sui MTT

#6 fx908, 25.07.14 11:03

Una domanda, le tabelle push or fold sono basate sul metodo ICM?

#7 dado2005, 08.09.14 21:29

ottimo articolo

#8 leghorn78, 09.09.14 17:25

Mi sono iscritto da poco ....vi devo fare i complimenti....si vede che ci mettete passione....bravi

#9 marcoclaus67, 30.11.14 15:16

ottimo artico complimenti

#10 marcoclaus67, 30.11.14 15:19

ottimo articolo ben fatto sopratutto le tabelle <br /> volevo sapere una cosa le carte in grigio bisogna giocarle lo stesso o no?

#11 Forsecisono, 13.01.15 11:42

Personalissima opinione: le tabelle mi sembrano molto loose, praticamente uno con 15 BB dovrebbe andare all'in dul button praticamente con tutto. Credo che per esmpio K4s si possa benissimo foldare, per preservare equity e aspettare una mano migliore, anche in vitu che dal button abbiamo altre 7 mano gratis prima che torni il buio ( se non c'è ante ). Credo che 15, ma anche 10 BB siano un discreto stack con il quale muoversi, e debbano esser foldate. Oltretutto bisogna anche dire che con le formule dei tornei online, dove si inizia con 50 BB e dopo 10 minuti sono tutti short stack abbia ancora più senso cio che dico. Poi nel caso in cui al tavolo siano tutti deep stack con 70-100 BB ed io sia l'unico ad avere 10BB credo che una mossa vada fatta per cercare il double up, ma comunque non con la tabella di cui sopra. Se seguita alla lettera significherebbe all in una mano su due, col rischio di venire alla fine da essere chiamato da un mano marginale come la nostra e di dover rischiare il torneo con due cartacce. Poi ripeto, mia personalissima opinione

#12 zubase, 21.03.15 16:11

concordo pienamente con forsecisono, molto loose andare resto da bu 15x con 45s......troppo loose in un torneo regolare....al massimo direi per un turbo

#13 MrDiggy, 10.06.15 19:54

Ciao, scusate mi potreste indicare come gestire al meglio il bank roll per gli mtt?<br /> Devo avere 150 buy in sempre nel conto?

#14 vismcdermott, 24.08.15 18:55

very nice!!!!

#15 Morty91, 20.12.15 17:47

Ottima guida!!

#16 Lucilla, 22.01.16 18:40

Molto interessante almeno si capiscono tanti termini che prima non conoscevamo come tight!

#17 giorgio647, 12.02.16 07:03

concordo con Forsecisono, le tabelle sono troppo loose, in particolare la prima,da utg andare all in con 15 bui con mani come ATo o anche con coppia tipo 88, vuol dire tentare di rubare i bui ,ma con il rischio alto che dovendo ancora parlare tutto il tavolo si venga chiamati da una mano che ci sbatte fuori!Poi, magari sto sbagliando io!

#18 redotto, 25.03.16 23:32

Bell'articolo. Molto interessante il bankroll management