Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaPoker a Torneo (MTT)

Come si gioca un MTT?


Video: Clicca Qui

Introduzione

In questo articolo
  • Un torneo è un'altra forma di poker
  • Differenze rispetto al cashgame
  • I tornei e la strategia di gioco attraversano numerose fasi

Multi Table Tournament (MTT)

I tornei MTT (Multi Table Tournament) promettono grandi vincite. Tutti avranno già visto in televisione i montepremi milionari dei grandi eventi. Chi non sognerebbe di metter mano su una vincita simile? Con un piccolo buy-in, è possibile vincere ben 200 o 300 volte la puntata effettuata. 

Questo articolo in combinazione con i successivi vi presenterà una strategia con cui giocare proficuamente nei tornei MTT No-Limit Hold'em nella variante cosiddetta fullring (ossia con sette-dieci giocatori al tavolo).

Scoprirete …

  • … quali sono le differenze rispetto al cashgame
  • … quale strategia di base applicare.
  • … quando e quali carte giocare.

Differenze tra cashgame e MTT

In un MTT la quota d'iscrizione serve per comprare una determinata quantità di chip. Una volta perse le chip a disposizione, si è fuori gioco. Mentre nei cashgame si può effettuare un rebuy in qualsiasi momento, nel caso in cui si perda il proprio stack, questa possibilità non viene offerta nei tornei standard. Un'eccezione è costituita dai "tornei rebuy", nei quali è possibile effettuare il rebuy di chip in un determinato lasso di tempo. Una volta superata questa fase, si viene comunque eliminati una volta terminate le chip a disposizione.

In un torneo non è neanche consentito smettere quando si vuole. Bisogna giocare finché non si viene eliminati o si vince il torneo. Prima di iscrivervi quindi a un torneo, tenete presente che potrebbe durare a lungo. Nei tornei di grandi dimensioni, quattro o cinque ore sono considerate la media.

La differenza sostanziale però rispetto al cashgame è che i blind in un cashgame rimangono sempre invariati. Per questo motivo, in un cashgame è possibile rimanere in disparte e attendere di ricevere carte di partenza molto forti.

In un torneo invece, i blind continuano ad aumentare per tutta la durata del torneo. Di conseguenza, si è costretti prima o poi ad agire. Inoltre, anche gli stack degli avversari aumentano man mano che vengono eliminati gli altri concorrenti.

Il rapporto tra il vostro stack e i blind varia quindi di continuo in un torneo. Per questo motivo, è necessario che la vostra strategia si adatti alle circostanze del torneo. All'inizio di un torneo, bisogna giocare altre mani rispetto alla fase finale. Un bravo giocatore di tornei si adatta sempre alla situazione e alla fase del torneo.

Le diverse fasi di un torneo

Un torneo si compone di diverse fasi. Modificando la vostra strategia, otterrete successo.

Fase iniziale

La fase iniziale di un torneo è caratterizzata da blind bassi e stack in proporzione molto elevati. I chipstack si equivalgono, vale a dire che tutti hanno più o meno la stessa quantità di chip. Per questo motivo, questa fase del torneo si assomiglia alla strategia bigstack di un cashgame.

Per via dei blind ridotti, è molto più facile perdere piatti sostanziosi che vincerli. In questa fase, dovreste giocare in maniera particolarmente tight ed evitare qualsiasi decisione complessa. Non si vince un torneo nella fase iniziale.

Al fine di giocare proficuamente in questa fase, vi consigliamo approfondire gli articoli di base del NL-Hold'em.

Fase intermedia e finale

Nella fase intermedia aumentano i blind, in proporzione gli stack si riducono sempre di più. Inoltre, in seguito all'eliminazione di alcuni concorrenti, una maggiore quantità di chip viene suddivisa tra un numero più ristretto di giocatori. Il chipstack medio aumenta mentre il divario tra stack particolarmente grandi e stack particolarmente piccoli diventa sempre più grande. Il chipstack medio si attesta ancora solo sui 30-40 BB.

È necessario applicare diverse strategie di gioco in base alle diverse dimensioni di stack. Adattate il vostro gioco di conseguenza. In questa fase, giocate tight con uno shortstack o midstack e state alla larga dai bigstack. Se il vostro stack contiene 15-25 BB, dovreste sempre più spesso fare dei resteal. Nel seguente articolo, scoprirete con quali mani è possibile fare resteal:

Nella fase finale, i blind aumentano ulteriormente a differenza del chipstack medio che in proporzione si riduce, di solito contiene solo 20 BB. Il gioco si sviluppa nella direzione classica del push-or-fold, come nei tornei SnG. Non si fa più call, bensì direttamente all-in. Gli stack piccoli lottano per la sopravvivenza, mentre i bigstack sfruttano la forza delle loro chip mettendo gli avversari sotto pressione. Numerosi piatti vengono vinti senza showdown.

Per giocare correttamente in questa fase, vi consigliamo di leggere i seguenti articoli sui tornei SnG:

Bubble

Il bubble (o bolla) è la fase decisiva di un torneo: si arriva ITM (in the money) oppure si viene eliminati prima che venga scoppiata la bolla e le vostre prospettive di vittoria svaniscono in una bolla di sapone.

Quando 100 giocatori arrivano ITM e ci sono soltanto 110 giocatori ancora in gara, bisogna spesso prendere delle decisioni complesse. In particolare quando si hanno pochissime chip, bisogna evitare di fare mosse azzardate e preferire un gioco molto tight. Soprattutto i bigstack sfruttano ogni minima occasione per mettervi dinanzi alla scelta se continuare a giocare l'intero torneo.

In questa situazione è sconsigliato giocare d'astuzia. Se si viene eliminati, non si riceve proprio nulla sebbene manchi poco alla fase ITM.

A seconda del tipo di torneo, il bubble inizia nella fase intermedia o finale.

In the Money (ITM)

Vi trovate in the money (ITM), una volta superata con successo la fase bubble. In questa fase, riceverete un premio pari di solito a circa 1,5-3 volte il buy-in versato. A questo punto, potete porvi un altro obiettivo: il tavolo finale.

Molti shortstack iniziano proprio qui a giocare molto aggressivamente, ossia secondo il modello hopp o topp: lascia o raddoppia. Anche in questa fase, bisogna evitare mosse azzardate, quanto piuttosto si consiglia di giocare aggressivamente le mani forti.

Final Table

Un tavolo finale è sempre un momento particolare nella vita di un giocatore, in quanto qui girano dei bei soldoni. In particolare i primi tre classificati ricevono dei premi sostanziosi. Ciò nonostante, bisogna evitare di giocare sconsideratamente proprio al tavolo finale.

Dopo che il gioco negli ultimi due tavoli si è sviluppato in maniera molto aggressiva, in quanto si giocava shorthanded con 4-6 giocatori, il tavolo finale diventa di nuovo fullring. Ciò significa che a questo punto ci sono in giro mani di partenza migliori. Di conseguenza, bisognerebbe giocare qui in maniera tight. Se decidete poi di giocare una mano, allora fatelo aggressivamente.

Tenete anche in considerazione le diverse dimensioni degli stack. Non è molto intelligente affrontare il chipleader come secondo giocatore per numero di chip, quando ci sono anche degli shortstack che hanno molte meno chip di voi.

Tenete sott'occhio la struttura di payout. Talvolta, una strategia di gioco tight consente di ottenere un montepremi decisamente più elevato.

Struttura di payout e ITM

Se state giocando un torneo di poker online, avete pagato la stessa quota d'iscrizione dell'avversario. La quota d'iscrizione si compone di una quota di partenza e del rake. La somma delle quote di partenza costituisce il montepremi. Il casinò invece si trattiene il rake.

Un'eccezione è costituita dai tornei con un montepremi garantito: l'importo garantito viene sempre assegnato anche nel caso in cui venga versata una quantità inferiore di quote di partenza.

Il montepremi viene poi suddiviso tra i diversi classificati. Di solito, viene pagato il miglior 10% di tutti i giocatori, che arrivano appunto ITM. In questo caso, si riceve "soltanto" 1,5 volte il buy-in versato. I veri soldoni vengono riservati al tavolo finale.

In particolare i primi tre posti ricevono una somma ingente. È possibile vincere fino a 100-200 volte la quota di partenza. Il cammino però verso questo traguardo può essere abbastanza faticoso e bisogna essere in grado di superare le varie situazioni intricate.

Obiettivi di un torneo

Questo articolo vi ha illustrato i principi fondamentali del gioco in un torneo. Giocate in maniera tight e tenete sempre presente le condizioni generali del torneo. Riflettete sempre sulla fase in cui vi trovate e adattate di conseguenza il vostro gioco.

 

Commenti (8)

#1 thelegend616, 05.05.11 21:53

condivido pienamente....ora lo stò facendo...speriamo bene........

#2 pecoswild, 15.06.11 09:36

ok va bene ci provero' anche se non e' la mia specialita'

#3 hardfull, 17.06.11 20:51

tranq. neanche la mia, ma sono riuscito ad aggiudicarmi un 9° posto a un guaranted superstack da 7K.il brutto e che ho giocato per sette ore e ho preso solo 130$!! andra meglio la prossima volta!! godd luck at the table!!

#4 specialwar, 11.12.13 18:20

ma io questo articolo lo avevo gia' letto!

#5 tanello8989, 16.04.15 09:46

Adoro pokerstrategy, grazie ad esso vedo molte cose nel poker con occhi diversi.

#6 AAntonyo, 28.09.15 17:50

Mi congratulo con Pokerstrategy per la chiarezza e completezza dell'articolo!

#7 Salvatorebarbera4, 21.12.15 16:00

giocate donk se siete dei giocatori tight perchè penseranno che sia quello il vostro stile di gioco. o viceversa, date l'impressione che volete dare al tavolo !! se giocate tornei e non vi cambiano di tavolo è migliore di aver una coppia di assi su 100 mani . osservate le puntate dei giocatori. se sono giocatori medi vedrete che punteranno come dei robot se sono inesperti a casaccio, se sono campioni state attendi ai tell che vogliono trasmettervi. se non riceverete buone carte e avete dato l'impressione di essere dei tight agressive è buono cambiare stile di gioco con l'aumentare de ibui , aggredite i bui da cutof o da bottone se non ci sono rilanci prima di te!! con carte marginali o non .. attenti se ci sono seduti al piccolo e al grande buio dei donk, non importa se avrete foldato 50 mani e state per rilanciare loro non lo capiscono!!! .. invece se sono giocatori medi e con un pò d'intelligenza folderanno gran parte delle mani !! se collano giocatori forti fate un bel cek reise anche senza niente .. se hanno una mano discreta la folderanno.. ( come ti vedo ti faccio )

#8 Doublecheck, 20.01.16 20:01

bello