Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaAltre varianti

Le regole del Seven Card Stud Hi/Lo

Introduzione

In questo articolo
  • Come si struttura un giro di puntate
  • Come formare la hi-hand e la lo-hand
  • Come si suddivide il piatto allo showdown
Stud Hi/Lo oppure Stud8 è una variante della famiglia Studgames. La particolarità è che non si sono carte comuni bensì ogni giocatore riceve nel corso di un giro un determinato numero di carte coperte e scoperte con le quali forma la sua mano di poker finale o meglio nel caso di Stud8 le sue due mani di poker finali (Hi-Hand e Lo-Hand).

Questo articolo illustra le regole di gioco di questa variante, in particolar modo verrà chiarito ...
  • ... come si sviluppa una partita.
  • ... come si svolge un giro di puntate.
  • ... come formare una hi-hand & lo-hand.
  • ... come si suddivide il piatto allo showdown.

Giri di puntate dalla 3rd street fino alla 7th street

THIRD STREET

Tutti i giocatori versano un ante

Al contrario del Texas Hold'em, in Stud8 non ci sono di norma blind bensì ante. Si tratta di una puntata obbligatoria che ciascun giocatore attivo deve versare al tavolo, prima di ricevere le carte.

L'ante ammonta di norma a 1/5 fino a 1/10 della small bet. Gli importi possono variare in base al gestore di poker e anche al casinò.


All'inizio del giro, ciascun giocatore riceve tre carte, due coperte e una scoperta. Le carte coperte vengono chiamate holecard, pocketcard oppure downcard, mentre la carta scoperta si chiama upcard oppure doorcard.

Inizio del giro di puntate

I giocatori con la doorcard più piccola aprono il giro di puntate. Se due giocatori hanno doorcard dello stesso valore, allora si deciderà in base al colore. Questa regola vale però solo per il primo giro di puntare. Il valore delle carte è posto in ordine crescente: fiori , quadri , cuori e picche .

Nell'esempio riportato sotto, il giocatore A sarà il primo a iniziare il giro di puntate, in effetti il Tre è la carta scoperta più bassa tra tutti i partecipanti.

Player A   Player B   Player C

A differenza del Texas Hold'em, il giocatore che apre il giro di puntate non può semplicemente fare fold. Egli è costretto a versare almeno il cosiddetto bring-in, che prende anche il nome di forced bet, in quanto si tratta di una puntata da versare obbligatoriamente.

Di norma il bring-in ammonta alla metà della small bet, tuttavia ci possono essere delle eccezioni. Ad esempio, è possibile partecipare a una partita di $10/$20, in cui gli ante equivalgono a $1, la small bet a $10, la big bet a $20 e il bring-in a $5. Questi $5 devono essere necessariamente versati. In alternativa, un giocatore può versare una small bet complessiva chiamata complete. Il complete è una sorta di rilancio, solo che a differenza del Fixed Limit Hold'em non si può rilanciare a due small bet, bensì soltanto a una small bet.

Successivamente, il turno spetta al giocatore alla sinistra del primo giocatore, il quale ha la possibilità di fare fold. Se prima di lui è stato pagato solo il bring-in, allora lui potrà fare call oppure versare la small bet complessiva. Se invece prima di lui è stato effettuato un complete, allora potrà normalmente rilanciare per un'altra small bet.

Si continua così in senso orario finché tutti i giocatori hanno fatto fold o versato lo stesso importo, prima di poter continuare. Il principio è il medesimo del Fixed Limit Texas Hold'em, con la sola differenza costituita dal bring-in iniziale e dal primo "rilancio" che viene chiamato "complete".

FOURTH STREET

Una volta concluso il primo giro di puntate, ciascun giocatore ancora arrito riceve una quarta carta scoperta, ossia visibile a tutti gli altri giocatori.

In questo modo si passa al successivo giro di puntate. Questo giro viene aperto stavolta dal giocatore che presenta la più alta combinazione di carte visibili. Fino a questo momento, due carte di ciascun giocatore sono visibili a tutti.

La migliore combinazione di carte visibili sarebbe una coppia o meglio una coppia di Assi. Se nessuno possiede una coppia, allora si va per valore delle singole carte. Il colore in questo caso non ha alcuna valenza. Se due giocatori hanno contemporaneamente la più alta combinazione di carte, ad esempio due giocatori hanno una coppia di Assi tra le carte scoperte, allora inizierà il giocatore più vicino al dealer button.

Nell'esempio riportato sotto, il giocatore B apre il giro di puntate, in effetti la sua coppia di Otto è la più alta combinazione di carte scoperte tra tutte le altre.

Player A   Player B
 
Player C

Il giro di puntate si svolge secondo la normale struttura del Fixed Limit. I giocatori possono quindi fare fold, check, bet oppure raise, qualora qualcuno abbia già puntato. L'importo della puntata in questo giro di puntate dipende dalla small bet.

FIFTH AND SIXTH STREET

Nei due successivi giri di puntate, ciascun giocatore attivo riceve di nuovo una carta scoperta dando così il via a un nuovo giro di puntate. Il giro di puntate viene nuovamente aperto dal giocatore con la più alta combinazione di carte scoperte. L'importo della puntata corrisponde alla big bet a partire dalla fifth street.

SEVENTH STREET

Infine, ciascun giocatore attivo riceve ancora una carta coperta, ossia il river. Si apre così un giro di puntate secondo il modello standard prima di procedere allo showdown. Il giro di puntate viene quindi nuovamente aperto dal giocatore con la migliore combinazione di carte scoperte e si gioca per big bet.

Showdown

Allo showdown i giocatori rimasti in lizza sapranno esattamente chi possiede la mano migliore, il quale a sua volta vincerà il piatto. A tale scopo, ciascun giocatore sceglie la migliore combinazione tra le sette carte disponibili e la confrontano con le mani degli avversari. In Stud8 ci sono due possibilità per formare la mano migliore: hi-hand e lo-hand.

Il piatto viene diviso in due metà, la quota Hi (hi-pot) e la quota Lo (lo-pot). I giocatori si contendono la prima parte con le mani Hi, mentre la seconda parte con le mani Lo, ammesso che ci siano giocatori che abbiano lo-hand. In caso contrario, le hi-hand si contendono l'intero piatto. Ciò significa che non esiste una quota Lo.

HI-HAND

The Hi hand is determined by the classic poker hand rankings: High card, pair, two pair, three-of-a-kind, straight, flush, full house, four-of-a-kind, straight flush and royal flush.

I giocatori scelgono la migliore combinazione possibile seguendo l'ordine classico: high card, coppie, doppie coppie, tris, street, flush, full house, poker, straight flush e royal flush. Queste compongono la sua hi-hand.

La migliore hi-hand vince già una metà del piatto, la cosiddetta quota Hi. Se più giocatori hanno contemporaneamente la migliore hi-hand, allora si dividono la quota Hi del piatto. Se nessun giocatore riesce a formare una lo-hand e quindi vincere la seconda metà del piatto, la cosiddetta quota Lo, allora questa parte andrà alla migliore hi-hand. Come si è già detto, non ci sarà in questo caso un piatto Lo.

LO-HAND

In aggiunta alla quota Hi, la seconda parte del piatto viene contesa tra le lo-hand. Una lo-hand in Stud8 è una combinazione di cinque carte inferiori a Otto compreso. Non possono inoltre contenere coppie, tris o poker, ma solo straight o flush.

L'Asso vale nella lo-hand come la più piccola carta possibile, ossia come Uno. Per questo motivo, la migliore lo-hand possibile è A2345, la quale viene chiamata anche wheel.

È assolutamente importante memorizzare la regola secondo cui le lo-hand vengono messe a confronto a partire dalle carte più alte, non da quelle più basse. Per chiarire meglio quanto detto, vi presentiamo il seguente esempio.

Player A   Player B

Chi è il vincitore? Il giocatore B. Le lo-hand vengono valutate a partire dalle carte più alte, che in questo caso è Otto per entrambi, tuttavia il giocatore B presenta in seconda posizione un Cinque, mentre il giocatore A solo un Sei. Essendo Cinque più piccolo di Sei, la migliore lo-hand sarà quella del giocatore B.

Se più giocatori hanno la stessa lo-hand, si divideranno la quota Lo del piatto. Da ricordare inoltre, che una lo-hand può essere contemporaneamente anche una hi-hand, ad esempio la sopraccitata Wheel, che può anche vincere la quota Hi del piatto essendo una straight.

Conclusione

Come avete visto, una partita di Stud8 si svolge nel seguente modo:
  • Tutti i giocatori versano gli ante.
  • Ciascun giocatore riceve due carte coperte e una scoperta.
  • Il giocatore con la più piccola carta scoperta apre il giro di puntate. Questi deve versare almeno il bring-in e può eventualmente completare la small bet. Si prosegue poi in senso orario.
  • Sulla 4th street, ciascun giocatore riceve un'altra carta scoperta.
  • Il giocatore con la più alta combinazione di carte visibili apre il giro di puntate e può decidere se si gioca per small bet oppure per big bet.
  • Sulla 5th e 6th street, ciascun giocatore riceve un'altra carta scoperta dando il via a un nuovo giro di puntata, questa volta però l'importo della puntata obbligatoria corrisponde alla big bet.
  • Sulla 7th street, ciascun giocatore riceve l'ultima carta scoperta dando il via a un altro giro di puntate.
  • Allo showdown, ciascun giocatore forma la propria hi-hand e lo-hand. Con la hi-hand giocano per ottenere la quota Hi del piatto, mentre con la lo-hand giocano per la quota Lo del piatto.
Questo è quindi il regolamento di base di Stud8. I giocatori dell'Hold'em devono innanzitutto abituarsi al fatto che in un giro di puntate non necessariamente si sa quale giocatore aprirà il successivo giro di puntate. Basta però un po' di pratica per entrare subito nel meccanismo.

I prossimi cinque articoli sono dedicati alla strategia di gioco su ogni singola street. Si inizia con l'articolo dedicato alla 3rd street, ossia il cosiddetto giro di preflop in Stud8: Vai all'articolo!