Strategie vincenti ti portano a successi a lungo termine nel poker online – Registrati gratis!

Le migliori strategie Con le corrette strategie il poker diventa un gioco facile. I nostri autori ti spiegano come vincere passo dopo passo.

I più intelligenti imparano da e con i professionisti internazionali nei nostri live coaching e sul forum.

Poker bonus gratis PokerStrategy.com è gratuito. Inoltre c'è un poker bonus gratis che ti aspetta.

Sei già un membro di PokerStrategy.com? Fai il log in qui

StrategiaAltre varianti

Introduzione a Seven Card Stud Hi/Lo

Introduzione

In questo articolo
  • Cosa si intende per Seven Card Stud Hi/Lo
  • Dove si può giocare questa variante
  • Che tipo di bankroll si richiede

Seven Card Stud Hi/Lo (anche Eight-Or-Better, Stud8b o semplicemente Stud8) è una variante di gioco appartenente alla famiglia degli studgame. A differenza dell'Hold'em, non ci sono qui carte comuni. Nel corso di un giro, ciascun giocatore riceve tre carte coperte e quattro carte scoperte, tra le quali ne sceglierà cinque per la mano di poker finale. Il regolamento dettagliato di Seven Card Stud Hi/Lo è disponibile in un apposito articolo: clic qui per accedere all'articolo

Le peculiarità di Stud8 consistono nella variante Hi/Lo. Ciò significa che la mano migliore (Hi-Hand) si divide il piatto con la mano peggiore (Lo-Hand). La hi-hand viene determinata come sempre secondo la classifica delle mani di poker, così come avviene nel Texas Hold'em.

Per quanto riguarda la lo-hand, la situazione è già più complicata. Bisogna soddisfare diversi requisiti in modo che si generi la lo-hand. In parole povere, una lo-hand è una combinazione di cinque carte diverse, ciascuna pari o inferiore a 8. In tal caso, non ha alcuna rilevanza che queste formino una straight o un flush, l'unica condizione è che non contengano coppie, tris o poker.

Anche un Asso può essere utilizzato per la lo-hand, in quanto può valere sia come carta più bassa che come carta più alta in assoluto nella partita. La situazione è la medesima che si ha nel Texas Hold'em, in cui con un Asso si possono formare due straight, una volta TJQKA e una volta A2345. Quest'ultima combinazione viene chiamata anche "wheel", che in Stud8 rappresenta la migliore lo-hand possibile.

Di conseguenza, al termine del giro ciascun giocatore forma a partire dalle sue sette carte due mani di poker ciascuna costituita da cinque carte, appunto la hi-hand e lo-hand. Se il giocatore non riesce a formare alcuna lo-hand, allora giocherà soltanto per una metà del piatto, con l'eccezione però che se nessun giocatore riesce a rappresentare una lo-hand allo showdown, allora l'intero piatto verrà assegnato alla hi-hand migliore.

La regola d'oro per tutte le varianti hi-lo e quindi anche per Stud8 recita così: è possibile vincere l'intero piatto (fare scoop) formando la migliore hi-hand e la migliore lo-hand. Anche nel caso in cui abbiate in mano un royal flush, riuscirete a vincere solo la metà del piatto, nel caso in cui un avversario dovesse avere una lo-hand migliore. Una mano forte in Stud8 si contraddistingue per il suo potenziale di formare sia la combinazione più alta sia la combinazione più bassa in assoluto.

Di norma, gli studgame vengono giocati secondo la struttura di puntate del Fixed Limit, sebbene diversi gestori online forniscono anche almeno tavoli con pot limit. A differenza del Texas Hold'em che presenta 4 giri di puntate, in Stud8 sono previsti 5 giri di puntate, ossia una street in più. Inoltre, la partita, per lo meno online, non viene giocata con i blind bensì con gli ante, ossia una puntata obbligatoria, che ciascun giocatore deve versare prima dell'inizio di un giro.

Un'ulteriore differenza con il Texas Hold'em consiste nel fatto che pur esistendo il dealer button, questo determina solo in poche occasioni chi aprirà il giro il puntate. Molto più spesso, invece, l'ordine dei giocatori nel primo giro di puntate è determinato dalla singola entità delle carte scoperte mentre a partire dalla 4th street in poi a seconda della più alta combinazione di carte esistente. L'esatto funzionamento viene descritto nell'articolo dedicato al regolamento di Stud8: clic per accedere all'articolo

Perché scegliere la variante Stud Hi/Lo?

Probabilmente vi starete chiedendo se ne valga poi la pena cimentarsi in una variante di gioco poco conosciuta come lo Stud8. Ci sono in realtà alcune motivazioni che vanno a favore di questa variante di poker:

  • Stud8 è divertente. Data la possibilità che ci possano essere due o più giocatori che hanno mani forti in una delle due direzioni, si crea molta action con un conseguente aumento dell'entità dei piatti.

  • Stud8 è redditizio. Visto che per Stud8 non è disponibile la stessa documentazione dettagliata elaborata invece per l'Hold'em, risulta più complicato per i giocatori meno esperti riconoscere i propri errori e porvi rimedio. Pertanto riflettere sulla partita e scambiarsi delle opinioni con gli altri giocatori ad es. tramite il forum di PokerStrategy.com assicura già un grande vantaggio. Inoltre, in Stud8, i cosiddetti fish trovano meno motivazioni sufficienti per passare le mani deboli a causa delle possibili combinazioni di hi-hand e lo-hand.

  • Vale sempre la pena ampliare i propri orizzonti nel poker. Cimentarsi in altre varianti, che in parte contengono concetti simili espressi in forma diversa, può portare anche a nuove scoperte relative alla propria variante di gioco preferita. Proprio per i giocatori FL è particolarmente interessante giocare nei limiti superiori i cosiddetti mixed game, di cui Stud8 è di solito parte integrante. Questo si applica principalmente nel livepoker, ma anche online ci si trova spesso nei limiti superiori a giocare mixed game molto soft, come ad es. HORSE (Holdem-Omaha8-Razz-Stud-Stud8).

    Nelle serie di tornei, come le WSOP, si gioca una buona parte di varianti diverse dal NLHE. In tal caso, i campi dei partecipanti sono più ristretti e pertanto aumenta la possibilità di vincere il prestigioso titolo. I successi di Katja Thater (Razz), Michael Keiner (Stud), Jens Voertmann (HORSE) e infine Sebastian Ruthenberg (Stud8) ne sono una testimonianza.

Dove si può giocare lo Stud Hi/Lo?

Lo Stud8 non è sicuramente tanto diffuso online quanto l'Hold'em oppure l'Omaha. La maggior parte dei giocatori si trovano in Pokerstars, seguita da Full Tilt Poker. Se non avete ancora un account su questi siti, potete crearlo tramite i link da PokerStrategy.com e iniziare anche ad accumulare strategypoint in Stud8.

Negli altri siti non si trova grande circolazione di giocatori, nemmeno nella celebre room PartyPoker. La maggior parte dei giocatori Stud8 sono americani, pertanto si è vincolati ai siti non riservati esclusivamente ai cittadini statunitensi. Ciò comporta anche che per l'ora di pranzo Europea esistono relativamente pochi tavoli disponibili, mentre ce sono molto di più al mattino, di sera o di notte che sono ore più consone al fuso Americano.

Nella scelta dei siti, bisogna anche considerare la diversa struttura degli ante. Gli ante superiori con stack stabili sono maggiormente indicati per i giocatori loose. Ciò delimita da un lato l'edge nei confronti dei giocatori scarsi, che giocano troppe mani di partenza, mentre dall'altro lato consente un edge più elevato rispetto ai giocatori medi, in quanto la partita si complica quando bisogna giocare più mani marginali.

Questo effetto però è meno preponderante in Stud8 rispetto a Stud Hi, in quanto le mani di partenza giocate possono essere delimitate maggiormente da quelle non giocabili e gli steal veri e propri svolgono un ruolo secondario. I tipici ante elevati ammontano a un 1/5 della small bet, mentre i tipici ante bassi sono pari a 1/10 della small bet. In linea di massima, Full Tilt Poker presenta ante superiori rispetto a Pokerstars.

Clic qui per visualizzare una panoramica generale dei siti partner di PokerStrategy

Che tipo di bankroll si richiede?

Il bankroll rappresenta il capitale complessivo disponibile per giocare a poker. Il tablestack invece costituisce solo il denaro disponibile al tavolo, ossia il denaro con cui si gioca in un determinato momento.

Nel poker, i soldi sono come gli strumenti di lavoro per un artigiano. È vero che nel poker si può giocare anche senza soldi, in tal caso si tratterà di chip. Tuttavia, senza soldi o senza chip non si può giocare. È necessario avere sempre qualcosa su cui poter puntare, altrimenti il poker perderebbe di significato. In tal senso, Stud8 è identico all'Hold'em.

TABLESTACK – QUANTO SI VERSA DI BUY-IN?

Visto che Stud8 ha un giro di puntate in più rispetto all'Hold'em, in cui si puntano le big bet, è consigliabile avere al tavolo sempre almeno 16 big bet (rispetto alle 12 dell'Hold'em). È vero che raramente su ogni street si riesce a fare cap, tuttavia nel caso in cui si abbia una monsterhand, non è consigliabile perdere soldi procedendo all-in e non potendo più puntare.

La cosa migliore da fare è sedersi al tavolo con oltre 16 big bet per non correre il pericolo di dimenticare di acquistare altre chip.

GESTIONE DEL BANKROLL - QUANTI SOLDI VI SERVONO PER UN LIMITE?

In seguito alla ridotta varianza di Stud8, a differenza della variante shorthanded limit Hold'em, è sufficiente un bankroll di 300 big bet per giocare a Stud8. Nelle varianti più aggressive dove si gioca per stack più elevati, si può però procedere con più cautela a seconda della propria predisposizione al rischio, in particolare quando i tavoli diventano spesso shorthanded.

Se siete ancora dei principianti, non dovreste subito attenervi a queste indicazioni, bensì acquisire una cera esperienza negli stack inferiori al vostro bankroll. Tenete sempre presente che in qualità di giocatore Hold'em state imparando con Stud8 un gioco del tutto nuovo. Anche nel caso in cui abbiate a disposizione un bankroll che consente limiti superiori, in un primo momento bisognerebbe giocare nei limiti inferiori e acquisire una certa dimestichezza con questa variante.

Qual è la bibliografia consigliata?

Visto che gli articoli disponibili in PokerStrategy sono da considerare solo come un'introduzione, un giocatore Stud8 ambizioso dovrebbe consultare altre fonti bibliografiche. Un'opera eccellente è "High-Low-Split Poker, Seven-Card Stud and Omaha Eight-Or-Better for Advanced Players" a cura di Ray Zee, dedicato a Stud8 e Omaha8.

Altrettanto auspicabile è la lettura dell'articolo di Todd Brunson in "Super System II". Un altro libro ben fatto è "7 Card Stud For Advanced Players" a cura di David Sklansky, che tuttavia si occupa esclusivamente della variante Stud Hi, sebbene contenga principi utili anche per Stud8.

Panoramica sugli articoli dedicati ai principi fondamentali

Gli articoli di Stud8 disponibili in PokerStrategy offrono una buona introduzione all'argomento. Oltre alla presente introduzione e alla descrizione del regolamento, troverete per ciascuna street un articolo ad hoc, che illustra i principi fondamentali del gioco sulla street in questione.

Regolamento di Seven Card Stud Hi/Lo

Clic qui per accedere all'articolo
Come giocare sulla 3rd street?

Clic qui per accedere all'articolo
Come giocare sulla 4th street?

Clic qui per accedere all'articolo
Come giocare sulla 5th street?

Clic qui per accedere all'articolo
Come giocare sulla 6th street?

Clic qui per accedere all'articolo
Come giocare sulla 7th street?

Clic qui per accedere all'articolo

Conclusione

Seven Card Stud Hi/Lo può essere considerato come un arricchimento personale e della vostra strategia di gioco. Gli articoli di questa sezione offrono una buona base di conoscenze sul tema. Se volete farvi un'idea sulla dinamica e sullo sviluppo del gioco, guardate il seguente video redatto dal coach di PokerStrategy, FjodorM: Seven Card Stud Hi/Lo Sessionreview

Così come per l'Hold'em e forse anche di più, si consiglia di utilizzare il forum. In Stud8 potete e dovete imparare a giocare anche dall'interazione con altri giocatori. Un paio di articoli e di video non sono certo sufficienti. Clic qui per accedere al forum di PokerStrategy dedicato a Stud

Se siete almeno membri del livello silver o superiore di PokerStrategy, è necessario prendere in considerazione l'importanza di una solida gestione del bankroll. All'inizio bisogna necessariamente scegliere limiti piccoli, anche se avete sufficienti soldi per il limite superiore. Va tutto a vantaggio e dei vostri nervi e vi risparmia un bel po' di bile che sicuramente verserete se nel tumulto del gioco vi ritrovate a giocare come fish in un tavolo Stud8.

Il gioco è complesso, quindi prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno e cercate di divertirvi mentre studiate questa interessante variante di poker, senza pensare subito ai soldi e alla vincita.