Midman: che final table al Sunday Million!

Lo Strategista chiude 9° nel torneo ammiraglio di PokerStars e vince €10k abbondanti. Piazzamento anche per l'ex coach TripleAceIRL.

Chi non ha mai sognato di trionfare al Sunday Million per dare una svolta alla propria carriera pokeristica? Ebbene, un nostro attivissimo Strategista c'è andato davvero, davvero vicino.

E non parliamo del solito TripleAceIRL, coach di lungo corso su PokerStrategy capace di aggiungere un altro bel piazzamento (34° per circa €1,8k) al suo ricchissimo parlmares, ma di midman, torneista ben conosciuto sul forum, che ha trovato una grande run nel torneo più importante ed è riuscito a coglierla con abilità e freddezza, chiudendo infine al nono posto e vincendo €10.061, circa la metà dei quali in taglie.

Un eccellente risultato, che ha lasciato anche un po' l'amaro in bocca per un piccolo scherzo del destino, proprio sul tavolo finale, quando il nostro s'è trovato allo showdown in un disperato 3-way con una coppia di 5 che trova il set al flop e poi soccombe al turn per un J che dà a sua volta il set all'avversario. Siamo andati a raccogliere i pensieri del nostro finalista in una breve intervista.

"Al final table ho foldato l'infoldabile"

midman

PokerStrategy.com: Ciao Francesco, bel colpo! Ci racconti com'è andata?

midman: Direi benone! Sicuramente oltre ogni aspettativa. Avevo già deciso da tempo di giocare il Sunday Million, come già fatto in passato, poi è arrivata anche la vittoria di un satellite che sicuramente mi ha permesso di giocare con molta più serenità.

Per quanto riguarda il torneo posso dire tranquillamente che la run è stata determinante. Ho visto più premium hands in questo singolo MTT che negli ultimi mesi di gioco. Credo di non essere mai, o quasi mai, stato scoppiato quando partivo davanti ad uno showdown, anzi a volte sono stato io a vincere la mano partendo da dietro.

A differenza del solito, visto le taglie in gioco, ho cercato di tenere un approccio molto più conservativo, cercando di non ridurre lo stack e sperare di trovarmi negli spot giusti quando qualche corto andava allin. Del resto il mio obiettivo concreto era quello di andare alla ricerca di taglie. Difficile pensare seriamente al tavolo finale! Poi quando ad un certo punto mi sono ritrovato top 5, beh, un pensiero al Final Table l’ho fatto.

PokerStrategy.com: Qual è stato il momento più duro del torneo?

midman: 16 left, senza ombra di dubbio! Sono stato nella top 10 del torneo per ore senza mai scendere, e in quel momento ero secondo. Mi sono ritrovato in uno spot all’apparenza semplice, ma che si è rivelato complicato da gestire. Ero di piccolo buio e ho difeso con chiamando il raise di UTG+1. Sul flop chiamo la cbet e sul turn entrambi checkiamo. Al river scende un e io esco con poco meno di mezzo pot, ma a sorpresa ricevo una 3bet del mio avversario che si lascia dietro circa 6BB. Ho tankato molto, poi ho chiamato pensando che poteva fare la stessa cosa con mani come KT o JT. Invece mi gira per una scala nuts! Qua purtroppo si è vista la mia inesperienza con certe dinamiche.

Dopo quel colpo e un paio di mani giocate e foldate mi sono ritrovato in fondo al chip count. Quello è stato sicuramente il momento più difficile. Per fortuna alla fine sono arrivato in fondo, anche se da short, e devo ammettere che al Final Table ho foldato mani infoldabili per lo stack che mi ritrovato. Ma spero che questi siano errori giustificabili per uno che non fa del poker il proprio lavoro.

midman

"Un'emozione unica"

PokerStrategy.com: Hai già vinto cifre simili? Come si pone questo ITM nel tuo palmares?

midman: Cifre simili mai. La mia vincita più alta prima di oggi è stata in un domenicale di quello che all’epoca era l’ElDorado dove feci un 6° posto da €4.400 e in un'altra occasione invece arrivai 7°. Ho anche un 5° posto a un evento SCOOP di qualche anno fa. Ma, soldi a parte, credo che il bello di questo torneo sia tutto quello che c’è dietro. È il Main Event dell’online sul .it, tutti lo aspettano, tutti ne parlano. Viverlo da protagonista è sicuramente un’emozione unica.

PokerStrategy.com: Quali progetti hai per il futuro?

midman: Ho sempre fatto del gioco del poker solo un gioco, appunto. Per me giocare a poker è un piacevole passatempo. Non ho mai pensato di fare il professionista, anche perché credo non ne sarei capace per mille motivi. Gioco un po’ quello che mi va di giocare e non ho una gestione del bankroll nel senso stretto del termine. Lavoro, e dedico al poker i soldi che magari altre persone dedicano a viaggi o ad altri sfizi della vita. Sempre in modo responsabile chiaramente.

PokerStrategy.com: Quali pensi che siano le doti principali che dovrebbe avere un torneista nel poker?

midman: Dopo il Sunday Million sarei tentato di dirti la resistenza fisica e mentale. In ogni caso credo che la preparazione e la voglia di arrivare in fondo siano fondamentali in questo gioco. Soprattutto nelle fasi finali non ci si può permettere di sbagliare, perché anche un singolo spot può compromettere inevitabilmente l'esito di torneo.

Per questo, consiglio a tutti di unirsi alle community come PokerStrategy, anche a chi è già arrivato. C'è sempre un punto di vista diverso dal nostro che potrebbe aprirci gli occhi su cose che prima consideravamo scontate! A tal proposito permettimi di ringraziare tutti gli utenti del forum che mi hanno seguito nella lunga notte del day 2 e hanno tifato per me. Grazie a tutti!

Condividi la pagina

Commenti (4)

mostra i nuovi
  • AnnibaleGerre

    #1

    Complimenti per l'ottimo risultato. A mio parere l'unica mano infoldabile sarebbe stata KJ al final table.. poi vabbè ti avrebbero chiamato in 2 dominandoti e avresti comunque portato a casa il piatto, ma col senno di poi non si va avanti. Complimenti ancora.
  • TOPMODEL61

    #2

    Ancora complimenti mid!!!!!!!
  • urlnotfound

    #3

    complimenti
  • tropicana1

    #4

    vERAMENTE BRAVO, MA QUESTO GIà LO SAPEVAMO.