Il poker online compie 20 anni

Vi raccontiamo alcune storie pokeristiche intriganti, inclusi gli obiettivi 2018 di Negreanu e Gus Hansen che fa tiltare gli avversari al bridge.

Buon compleanno, poker online

Planet Poker screen
Planet Poker

Momento storico per il cash game, che il 1° gennaio ha festeggiato ufficialmente i suoi 20 anni di vita. A seconda della tua età ti sembrerà poco o tanto, ma a vederla in prospettiva il poker online non avrebbe ancora neppure l'età minima per giocare live alle WSOP. 

La prima mano di poker online è stata distribuita su Planet Poker il 1° gennaio del 1998. Seguì Paradise Poker nel 1999 e infine si sono avvicendati tutti i grandi nomi che conosciamo molto bene, per esempio PokerStars e partypoker. 

Da allora abbiamo visto nascere migliaia di pokeristi professionisti, abbiamo assistito a colpi milionari e truffe scandalo, a un Black Friday e forse quest'anno vedremo anche un torneo online con $20 milioni di garantito

Gli obiettivi di Negreanu per il 2018

Daniel Negreanu at the WSOP
Daniel Negreanu

Ieri vi abbiamo riportato la notizia del post dell'onestà di Daniel Negreanu sul proprio blog con argomento principale le sue perdite del 2017. A seguire, però, ha anche condiviso i suoi ambiziosi obiettivi per i prossimi dodici mesi. 

Per il 2018 sono:

  • Superare $40 milioni in vincite live
  • Vincere almeno un braccialetto WSOP
  • Arrivare a 115 ITM WSOP e/o ridurre la distanza con Phil Hellmuth
  • Fare profit per almeno $2 milioni
  • Finire in Top 30 nella classifica GPI
  • Fare un Final Table nei tornei SHRB o One Drop
  • Vincere i Poker Masters o l'US Poker Open
  • Mantenere la leadership della All-Time Money List
  • Vincere un Super High Roller
  • Studiare almeno 120 ore

Quindi, in pratica, vincere sempre. 

Guarda Gus giocare a bridge

La gente spesso dimentica che Gus Hansen è fortissimo in un sacco di giochi aldilà del poker, fra cui biliardo, backgammon, tutti gli sport a racchetta e, a quanto pare, anche nel bridge. 

È infatti venuto fuori un nuovo video di lui che gioca su un tavolo highstakes di bridge e, in pieno stile Gus, assieme al suo degno compare fa letteralmente impazzire gli avversari:

Può riuscire KidPoker a raggiungere i propri obiettivi? Faccelo sapere nei commenti.

Condividi la pagina

Commenti (2)

mostra i nuovi
  • tropicana1

    #1

    E bravo Gus! Avrebbe fatto impazzire anche me.
  • D1r7y5p0ng3

    #2

    Gus è stato e resterà sempre il migliore nei nostri cuori :-DDD1