Gli stati USA condividono la liquidità

Buone notizie per i pokeristi a stelle e strisce, visto che gli operatori di Nevada, New Jersey e Delaware possono ora lavorare su un solo field.

USA poker chips

Nevada, New Jersey e Delaware sono da un bel po' i soli tre stati USA ad aver completamente regolamentato il poker online. Finora le rispettive room erano però circoscritte, cioè i giocatori potevano confrontarsi sono con i colleghi dello stesso stato, con field ovviamente ristretti. 

Venerdì scorso i governatori del New Jersey, Chris Christie, del Nevada, Brian Sandoval e del Delaware, John Carney, hanno dato insieme l'annuncio che gli operatori dei tre stati potranno ora condividere i mercati. 

Così ha dichiarato Christie:

Condividere il pool con Nevada e Delawar aumenterà la crescita dei profitti annuali, attrarrà nuovi consumatori e creerà per i giocatori e per gli operatori del gaming online nuove opportunità. Questo accordo segna l'inizio di un nuovo ed eccitante capitolo per il gioco online, e dobbiamo guardare avanti per lavorare con i nostri partner di Nevada e Delaware in questo progetto.

È questo un raggio di luce nel lungo e frustrante ritorno del poker online negli Stati Uniti. Significa che i pool di giocatori saranno molto più competitivi, con promo più generose e tornei garantiti. I fan del poker sperano anche che ciò incoraggi gli altri stati a regolamentare il poker online, magari aggiungendosi al mercato condiviso. 

All'inizio di quest'anno è stato annunciato un progetto di liquidità condivisa anche per le circoscrizioni di Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Con questa notizia in arrivo dagli USA sembra che si profili la possibilità di vedere altri mercati di poker online competere con il principale .com.

Condividi la pagina

Commenti (1)