Cates e Boeree: ecco perché non temere l'IA nel poker

Le Intelligenze Artificiali pokeristiche fanno passi da gigante, ma due grandi giocatori ci spiegano perché non bisogna averne paura.

Liv Boeree utilizza il proprio acume scientifico per una buona causa in questo nuovo video per Great Big Story, nel quale discute su Libratus, l'AI pokeristica capace di battere i professionisti. Un argomento di cui la bella giocatrice inglese ha già discusso in passato. 

Se la prospettiva dell'IA può spaventarti come pokerista, lo stesso non accade a Daniel "JungleMan" Cates, che in un'intervista per il sito di Paul Phua non si mostra granché preoccupato. 

Solo perché il gioco è stato "risolto", questo non significa che la gente d'ora in avanti giocherà in modo perfetto, cosa che sembra piuttosto chiara anche agli highstakes:

Cosa pensi dell'Intelligenza Artificiale che è entrata nel mondo del poker? Faccelo sapere nei commenti

Condividi la pagina