Glossary

Equity

Definizione

equity (valore di mercato, parte del capitale) oppure la pot equity definisce la parte del piatto attuale che un giocatore si può aspettare di vincere in base alle sue probabilità di vincita.

Spiegazione

Se, ad esempio, il piatto è di 10$ e un giocatore ha una probabilità di vincita pari al 50%, la sua parte del piatto, ovvero la sua equity è di 5$, quindi il 50% di 10$. Nel lungo termine vincerà in media 5$ a piatto in base alla legge dei grandi numeri.

Un concetto chiave in relazione alla pot equity è quello dell´expected value (valore atteso o EV) che definisce il pagamento atteso di una determinata situazione nell´ambito di diversi sviluppi di gioco. Esso si calcola facendo la somma delle probabilità di tutti gli sviluppi di gioco moltiplicati tra di essi.

Mentre gli odds e i pot odds si usano per la maggior parte dei casi soltanto per rispondere alla domanda se il call di una puntata avversaria è vantaggioso se si ha la possibilità di formare una mano migliore, tramite i calcoli di equity si può determinare se ogni giocata è proficua. Inoltre, tramite una simulazione o il calcolo si può stabilire con quale mossa l´equity o il valore atteso (e quindi la vincita attesa media in una determinata situazione di gioco) è più grande per i possibili sviluppi di gioco.

L´idea di base è quella di distaccarsi dalle categorie come la differenziazione tra progetti e mani completate e considerare una mano soltanto in base alle sue probabilità di vincita. Una mano con elevate probabilità di vincita, indipendentemente se è già stata completata o ha bisogno di una carta per farlo, comporta una parte cospicua del piatto finale, una equity e un valore atteso elevati.

Esempio (Texas Hold'em):
Spieler A Spieler B Flop

Il giocatore A ha a disposizione la mano migliore in questo momento con i suoi due assi. Se si trovasse ora allo showdown vincerebbe la mano. Ma il giocatore B è il vero favorito. Le probabilità che completi la mano migliore fino al river sono del 66%, mentre il giocatre A vincerebbe la mano soltanto nel 34% dei casi. Pertanto, è nell´interesse del giocatore B incrementare il piatto il più possibile, dal momento che al flop gli spetta il 66% del piatto finale. La sua mano è nettamente superiore e, pertanto, dovrebbe rilanciare ogni puntata del giocatore A e preferibilmente andare all-in. In questo modo massimizzerà il suo profitto.

Si metterebbe a confronto un calcolo della miglior mossa e i valori attesi che ne derivano per le diverse azioni che il giocatore B può effettuare in questa situazione.

EV (fold) = 0$

EV (call) =...

EV (raise) =...

L´azione con il valore atteso più elevato, EV, sarebbe l´azione più proficua.


Argomenti simili
:

Expected Value, Pot Odds, Odds