PPT St. Vincent - Day 1B - Piatto per Vec

    • arahell
      arahell
      Bronzo
      Presente da: 07-04-2009 Contributi: 5.826
      100 / 200

      UTG raise 500
      MP1 bellavec 3bet 1250
      SB fold
      BB fold
      UTG call

      Flop 4 :heart: 8 :spade: 10 :heart: (Pot 2,8k)

      UTG check
      MP1 bellavec bet 1,7k
      UTG raise 3,6k
      MP1 bellavec call

      Turn K :heart: (Pot 10k)

      UTG check
      MP1 bellavec check

      River 8 :club: (Pot 10k)

      UTG check
      MP1 bellavec bet 3,2k
      UTG call

      MP1 bellavec shows A :diamond: A :heart: and wins the pot
      UTG mucka e dichiara di aver avuto JJ.
  • 8 risposte
    • kommissar
      kommissar
      Bronzo
      Presente da: 11-05-2009 Contributi: 2.409
      Complimenti a bellavec :)

      Ho solo un dubbio:
      preflop Emilio ha giustamente attaccato;
      postflop, dopo la sua cbet standard, si è limitato a chiamare il rilancio dell'avversario (non so se abbia avuto il sospetto che l'altro avesse settato, magari avendo 88 o TT in mano);
      al turn il terzo cuori per terra ha "raffreddato" gli animi di entrambi;
      al river, dopo il check dell'avversario (cha ha manifestato debolezza), Emilio ha puntato solo 1/3 del piatto.

      Ecco la domanda: la size della puntata al river è corretta o, magari, era possibile estrarre un pò di valore in più facendosi pagare, p.es., 2/3 del piatto?
    • cr1st14n0
      cr1st14n0
      Bronzo
      Presente da: 07-03-2008 Contributi: 8.284
      Nh ad Emilio.
      Al flop non ha senso 3bettare per isolarci contro la parte più forte del range di UTG.
      Al river credo che la size ideale per una valuebet sia tra 1/3 pot e 1/2 pot.
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.832
      Si infatti, se 3bettiamo al flop ci chiama/pusha solo quello che ci batte, mentre callando solo teniamo dentro il range che battiamo e da cui possiamo prendere ancora valore.

      :nh
    • 90giuda90
      90giuda90
      Bronzo
      Presente da: 01-14-2010 Contributi: 2.227
      Premetto che mi è piaciuta davvero molto la condotta di Vec, ma ora vorrei provare ad immedesimarmi nell'avversario visto che secondo me la sua è una giocata davvero bruttina(soprattutto il call al river)

      Siamo al 3 livello se non erro quindi presubimilmente ancora tutti e due deep (almeno 100bb)

      Ora OR apre a 500 da utg, quindi suo range percepito se un giocatore abbastanza sensato aprirà 22+ AQs+ (forse solo AK) 67s+ e ci si puo mettere dentro anche one gap suited connettcors come 79s+

      Il buon Vec è da MP1 e 3betta giustamente KK

      Ora OR dovrebbe pensare che il nostro avversario da quella posizione (a meno che vec nn sia un super mega lag) ci 3betta solamente vero (nn avrebbe molto senso 3bettare finto, almeno secondo il mio parere) quindi bisognerebbe mettere Vec su un range come QQ+ AK (tenderei a eliminare JJ visto che rimane solo una combo).Quindi sarebbe giusto callare per setmining e se mi sento parecchio bravo post flop potrei provare ad outplayarlo su flop giusti anche con i miei connectors (io avrei passato se avessi avuto in mano i connetors probabilmente)

      Ora scende un flop davvero carino per provare a fare qualche mossa 4 :heart: 8 :spade: T :heart:

      Giustamente checkiamo poiche su un board cosi il nostro oppo cbetterà 100% delle volte. Il check-raise di OR è parecchio figo se lo avesse ftt con l'intenzione di bluffare poi sulle street successive visto che agli occhi di Vec è un azione molto strong ftt probabilmente da un combo draw molto forte (naturalmente la size bisognava alzarla d un pochetto almeno 4,1k). Sull call successivo di Emilio avremmo potuto escludere quasi sicuramente tutti gli AKo

      Ora Turn scende penso una carta perfetta K :heart: per bluffare visto che toglie la possibilità che il nostro avversario avesse chiamato al flop con AKs(a cuori)
      quindi bisogna uscire puntando in quanto ormai il suo range è costutito da tutte le coppie di Q tutte quelle di A e si riducono quelle di K

      Uscendo bettando probabilmente vec ci chiama solo con mani come KK- combo di AA che contengo A :heart:( anche se probabilmente chiama ancora con tutti gli AA) o combo di QQ che contengono Q :heart:

      River avrei anche plannato di pushare ogni carta fosse scesa tranne su un :heart: o A/Q

      Quel 8 river è quasi bello in quanto pushando faremo passare ormai tutte le QQ e AA (a meno di hero call ma penso che al 90% Vec passi a meno che nn si vada a pensare ad un livello di pensiero davvero alto), incamereremo cosi un Big pot avendo giocato una mano molto figa, mentre se avesse avuto KK ci si potrebbe si rammaricare ma con la consapevolezza di aver giocato una mano figa


      Non so se mi sono spiegato molto bene(nn ho riletto perche sono dio fretta che devo andare a giocare cash :D ) o ho detto cazzate spero possano arrivare molti reply anche dal buon Bellavec
    • cr1st14n0
      cr1st14n0
      Bronzo
      Presente da: 07-03-2008 Contributi: 8.284
      Premetto che io non ho esperienza live, però dalle mani che vengono postate in questa sezione ho notato che i range con cui giocano sono molto più ampi dell'online. Quindi on è detto che un range di apertura da UTG sia per forza stretto, così come il range di 3bet. Anzi, ho letto su internet da qualche parte che in alcuni tornei live sono più i piatti 3bettati e 4bettati che quelli non. Inoltre devi considerare che live avrai molti più tells e reads sull'avversario, quindi si può giocare di più su di lui piuttosto che sulle carte.
      Poi il gioco da deep credo sia più complicato, perchè, ammettendo che UTG apra il range detto da te, se si è 150 - 200 BB deep e flatta le 3bet con tutto il suo range di apertura (pocket pairs e mani speculative) perchè ha le implied odds, allora ci dovremmo adattare di conseguenza e allargare il range di 3bet.
      Perciò qui, per valutare a fondo la mano, bisognerebbe avere delle informazioni sull'immagine di UTG e di bellavec e sul flow del tavolo.
    • bellavec
      bellavec
      Bronzo
      Presente da: 01-29-2008 Contributi: 7.815
      Ciao ragazzi!

      Grazie mille per tutte le analisi, mi fa molto piacere :) Ora sono appena busto in bolla dal side, quindi ho voglia di andarmene da sto casino, commenterò poi stasera.

      Se intanto volete commentare un altro po', vi dò altre due info: oppo è abb tight e scarso, soprattutto postflop gioca molto face up. Io non sono particolarmente lag, 3betto una roba normale, ma sicuramente non QQ+AK ;)

      Giocavamo per 17k effettivi circa, ed è vero che nn 3betto mai aria, ma quando voglio giocare una mano media come pp o connectors la 3betto, magari una volta su tre nello stesso spot.

      Stasera posto il mio tp, a più tardi :)

      Emilio
    • bellavec
      bellavec
      Bronzo
      Presente da: 01-29-2008 Contributi: 7.815
      Ok, eccomi a Bologna :)

      Allora, inizio con il mio punto di vista, poi rispondo a Giuda. Per quanto riguarda la mia mano, direi che Cris ha detto più o meno tutto.

      Preflop apre uno decentemente tight utg, quindi rilancio per value sperando che stia aprendo roba vera. Al flop dopo il suo c/raise credo che il call sia l'unica opzione, tanto più che ho A :heart: e quindi ho cmq un redraw anche se si completa il flushdraw.

      Al turn, il suo check indica una debolezza pazzesca. Il K :heart: è obv la peggior scare card per tutte le sue mani 1 pair, quindi ho paura di farlo passare puntando una singola chip, di conseguenza -> check.

      Dopo che checka una blank al river, sono abbastanza sicuro che abbia JJ-QQ, JT, T9, e quindi devo fare in modo di estrarre ancora un po' di valore: tutte queste mani sono disposte a pagare molto poco visto il board e l'action, e quindi decido per la minisize. A posteriori avrei giocato esattamente uguale, punterei giusto un briciolo di più river, tipo 3.8-3.9, ma in tutta sostanza credo che la mia mano vada bene.

      L'originale di 90giuda90
      Premetto che mi è piaciuta davvero molto la condotta di Vec, ma ora vorrei provare ad immedesimarmi nell'avversario visto che secondo me la sua è una giocata davvero bruttina(soprattutto il call al river)

      ...
      Allora, mettiamoci nelle scarpe di oppo... Premessa: i miei range cambiano, e non di poco, a seconda di oppo. Non avrei giocato allo stesso modo con un giocatore bravo e aggro, ma probabilmente 3bettando flop per andare broke, proprio perché so che o non mi paga con mani come JJ o mi fa impazzire con aria/nut sbarrellando ogni street. Inoltre entrambi i range pre sarebbero più ampi etc, quindi andrei rotto più volentieri.

      Se QUESTO oppo avesse tenuto la linea che hai pensato tu, avrebbe funzionato. Ma in realtà, più che altro perché nn credevo fosse abbastanza bravo da farlo trasformando una mano in bluff ;)

      Se invece so che oppo sa che quello è un bel board per darmi filo da torcere (per dire oppo sei tu, giuda) mi viene più difficile passare, su ogni street: al flop non se ne parla (addirittura, appunto, spesso 3betterei), al turn il range di mani vere che vogliono andare fino in fondo si stringe sempre più, e al river ancora peggio.

      Voglio dire: 88 c'è una combo, 44 e TT sono altre sei, KK che flatta oop pre con quell'action lo escludo, flush nn c'è n'è molti (AhQh, al lim 9h7h e QhJh, ma sono altre tre combo in tutto) e 8x manco. Insomma, ho paura di una dozzina di combo in tutto, mentre se solo penso che tu lo possa fare con QJ-J9 o 99-JJ ci sono più combo di aria che altro, e prolly metterei.

      Tutto questo, se si parla di giocatore bravo che gioca contro di me ed entrambi ci stimiamo come bravi. La tua linea di pensiero è molto valida, e se lo fai con uno che non pensa troppo ai range ma guarda più che altro board e carte, dovrebbe funzionare quasi sempre.


      Grazie ancora per i reply, non esitate a dare altre opinioni!

      Ciao ciao
      Emilio
    • 90giuda90
      90giuda90
      Bronzo
      Presente da: 01-14-2010 Contributi: 2.227
      Ty per la spiegazione :D