PPT St. Vincent - Day1A - Pennikka perde un piatto

    • Stockky
      Stockky
      Bronzo
      Presente da: 10-07-2008 Contributi: 9.921
      100/200

      MP1 call
      CO call
      BB Pennikka raise 600
      MP1 call
      CO fold

      Flop: T :spade: T :club: 5 :spade:

      BB Pennikka check
      MP1 check

      Turn: Q :diamond:

      BB Pennikka check
      MP1 check

      River: 8 :diamond:

      BB Pennikka bet 650
      MP1 raise 2100
      BB Pennikka call


      BB Pennikka show A :spade: T :diamond:
      MP1 show 8 :club: 8 :heart:
  • 9 risposte
    • kommissar
      kommissar
      Bronzo
      Presente da: 11-05-2009 Contributi: 2.390
      Non so se il nostro Pennika abbia giocato correttamente questa mano, però ritengo che regalare 2 carte gratis all'avversario non sia quasi mai una buona idea.
    • NapoMDR
      NapoMDR
      SuperModeratore
      SuperModeratore
      Presente da: 05-15-2011 Contributi: 7.845
      Il check al flop non mi piace per nulla.. Il flop è perfetto per cbettare e anzi.. Spesso si viene chiamati da oppo perchè il board è paired e noi non dimostriamo granchè con una cbet.. Oltretutto siamo fuori posizione e al turn può scendere un'altra picche e noi saremmo in difficoltà anche se abbiamo un blocker per il colore a picche.. Le PP e i draw di colore ci pagano tutti, quindi qui la cbet OOP è perfetta..
      As Played.. Al turn.. Il check mi piace ancora meno.. La Q è nel range di call di oppo.. quindi se abbiamo checkato flop sperando che prendesse la sua al turn, allora usciamo puntando.. Se ha una Q forte potrebbe anche andarci sopra o comunque ci paga.. Se ha un draw di scala potrebbe pagare comunque in virtù del nostro check al flop.. La delayed cbet dimostrerebbe molte volte un dieci e sa che se chiude scala, bilaterale o gutshot che sia, può estrarre parecchio valore.. As Played.. Al river è un sick call.. Non vedo mani peggiori che possano raisarci così.. E' chiaramente un raise per value e moltissime volte oppo girerà scala o full.. Quindi posso soltanto chiamare il suo rilancio e sperare che si sia inventato la giocata..
    • ElgoBomb
      ElgoBomb
      Bronzo
      Presente da: 05-14-2011 Contributi: 640
      L'originale di NapoMDR
      Il check al flop non mi piace per nulla.. Il flop è perfetto per cbettare e anzi.. Spesso si viene chiamati da oppo perchè il board è paired e noi non dimostriamo granchè con una cbet.. Oltretutto siamo fuori posizione e al turn può scendere un'altra picche e noi saremmo in difficoltà anche se abbiamo un blocker per il colore a picche.. Le PP e i draw di colore ci pagano tutti, quindi qui la cbet OOP è perfetta..
      As Played.. Al turn.. Il check mi piace ancora meno.. La Q è nel range di call di oppo.. quindi se abbiamo checkato flop sperando che prendesse la sua al turn, allora usciamo puntando.. Se ha una Q forte potrebbe anche andarci sopra o comunque ci paga.. Se ha un draw di scala potrebbe pagare comunque in virtù del nostro check al flop.. La delayed cbet dimostrerebbe molte volte un dieci e sa che se chiude scala, bilaterale o gutshot che sia, può estrarre parecchio valore.. As Played.. Al river è un sick call.. Non vedo mani peggiori che possano raisarci così.. E' chiaramente un raise per value e moltissime volte oppo girerà scala o full.. Quindi posso soltanto chiamare il suo rilancio e sperare che si sia inventato la giocata..
      secondo me il check al flop può essere corretto per massimizzare, ma deve essere seguito da una puntata al turn. Per due motivi : il primo se oppo non ha nulla, non ti paga ne al turn ne al river. Secondo: se ha qualcosa te la paga e quindi lo si fa rischiare di più(soprattutto nel caso di progetti)

      Poi ovvio che gli ha detto una sfiga della madonna...
    • NapoMDR
      NapoMDR
      SuperModeratore
      SuperModeratore
      Presente da: 05-15-2011 Contributi: 7.845
      Si ma non capisci dove sei nella mano se non punti e sopratutto puntando nascondi molto meglio il punto.. Non è tanto per protection, ripeto, perchè il board presenta solo draw di colore di cui abbia un blocker noi in mano.. Però.. Ovvio che se segue qualcosa deve avere, a meno che non sia in bianco rovinato e non abbia in mente di floatare per bluffare any turn.. Li dipende da read su oppo.. Non sono tutti così skillati da fare una move del genere e sopratutto non la fai se non hai una buonissima lettura dell'avversario.. Sta di fatto che non riesci a massimizzare se punti turn.. Ovvio che una coppietta con giù una Q e due T non ti paga più per vedere il river nella speranza di chiudere un full improbabile.. Forse ti paga una Q.. Ma in ogni caso è un bel rischio..
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.826
      Non riesco a capire perchè non abbia c-bettato flop, o, in alternativa, perchè non lo abbia fatto turn.

      Può aver pensato di non riuscire a prendere più di una strada di valore, ed aver plannato di prendere valore solo al river. Il flop non prevede nessun pericolo, tranne solo le tre combo di 55 che oppo può avere openlimp-callato (mossa molto brutta fra l'altro).

      Però sul turn Q imho deve bettare, per prendere valore da KQ QJ che sono altre mani con cui oppo può fare quel limp-call
    • cr1st14n0
      cr1st14n0
      Bronzo
      Presente da: 07-03-2008 Contributi: 8.284
      Il primo errore per me sta nel preflop, dal BB e con 2 limper nel piatto non si può rilanciare 3x: o fa più grosso visto che è fuori posizione, o checka dietro. Così facendo non farà mai foldare i limper che seguiranno con tutto il loro range di call preflop e si ritroverà soltanto a giocare in un piatto più grosso.
      Al flop fa bingo, hitta trips con top kicker e blockera anche il nut flushdraw. Il check al flop potrebbe starci, secondo me, in base alle letture sull'avversario: se, infatti, si aspetta che foldi tutto ciò che non ha hittato (considerando che un T l'abbiamo noi sono pochissime le mani che hittano questo flop e da una pocket pair inferiore ai T prendiamo al massimo due strade di valore) non è sbagliato regalare una carta all'avversario per fargli legare qualcosa. Se invece ha letture sull'avversario che non folda molto alle continuation bet non puntare su questo flop vuol dire perdere moltissimo valore.
      As played deve puntare sul turn perchè checkando perde valore sempre.
      Al river, bha! Il bet/call per quella size credo ci possa stare.
    • Pennikka
      Pennikka
      Bronzo
      Presente da: 08-06-2011 Contributi: 147
      L'originale di cr1st14n0
      Il primo errore per me sta nel preflop, dal BB e con 2 limper nel piatto non si può rilanciare 3x: o fa più grosso visto che è fuori posizione, o checka dietro. Così facendo non farà mai foldare i limper che seguiranno con tutto il loro range di call preflop e si ritroverà soltanto a giocare in un piatto più grosso.
      Al flop fa bingo, hitta trips con top kicker e blockera anche il nut flushdraw. Il check al flop potrebbe starci, secondo me, in base alle letture sull'avversario: se, infatti, si aspetta che foldi tutto ciò che non ha hittato (considerando che un T l'abbiamo noi sono pochissime le mani che hittano questo flop e da una pocket pair inferiore ai T prendiamo al massimo due strade di valore) non è sbagliato regalare una carta all'avversario per fargli legare qualcosa. Se invece ha letture sull'avversario che non folda molto alle continuation bet non puntare su questo flop vuol dire perdere moltissimo valore.
      As played deve puntare sul turn perchè checkando perde valore sempre.
      Al river, bha! Il bet/call per quella size credo ci possa stare.

      Allora, ragazzi, il MP1 era in Turbo Kiappa Mode, e gioca solo in check call.

      nelle 5/6 mani precedenti ha rotto una scala al A con T8 :diamond: , colore al river,
      Poi ha fatto scala con 7 9 :heart: contro AA di LP.

      La verità, non ho creduto a quella mano e che MP1 poteva foldare. Mi sono trattenuto al valuebettare turn.

      Ecco perché al ultimo ho fatto SOLTANTO 650 al river, avvessi i nuts avrei fatto overbet.
    • cr1st14n0
      cr1st14n0
      Bronzo
      Presente da: 07-03-2008 Contributi: 8.284
      Se l'avversario è una calling station c'è solo valore da prendere puntando già dal flop.
    • 90giuda90
      90giuda90
      Bronzo
      Presente da: 01-14-2010 Contributi: 2.227
      Pre è solo check, anche rilanciando lungo giocando deep oop un ATo nn p mai bello :D

      as played flop cbet (1/3 pot) proviamo a mascherare la nostra mano e proviamo a farci seguie da pp o A high ingrandendo pot

      As played turn se non betti flop devi assolutamente bettare qui

      River ok

      ---

      Piccolo appunto qua magari siamo result orieted ma prendiamo infinito valore da altri T e spesso da Q o progetti bettando su tutte le strade :D