KK dopo raise, Tri-bet da parte mia e push all in del first raiser chipleader

    • Slevin1086
      Slevin1086
      Bronzo
      Presente da: 11-16-2009 Contributi: 191
      Questa è ma mano in questione, ma più che la mano, il cui call mi sembra più che giusto, il dubbio mi sorge su un ragionamento che ho fatto e che mi potevi salvare il torneo.

      MTT da 25 euro delle 22:30 di people's poker 7,5k garantiti

      200 left, da un totale di 600. Buy 150/300

      Mi ritrovo con kk da posizione intermedia, con uno stack di circa 20k molto sopra la media, ero tra i primi 10 del chipcount e al tavolo un'unico player con il mio stesso stack che parla prima di me e poi tutti con stack basso, tipo 4k,5k, nessuno che supera i 10k.

      Il player con il mio stesso stack apre a 900 da posizione iniziale e io che parlo subito dopo di lui lo tribetto a 2400. Tutti passano e lui istant pusha.
      Subito l'ho messo su un range QQ+, ma per giocarsi tutto lo stack in questo momento avendo circa 60 bb, lo metto su AA. io call e infatti aveva AA e adios torneo.

      Non metto in dubbio che qui il call era inevitabile, avesse avuto QQ,jj,ak, vinta quella mano sarei andato Chipleader del torneo e avviato molto bene verso le fasi finali.

      Solo che mi è sorto un dubbio. Visto che lo faccio su AA, e non mi vorrei giocare tutto lo stack, sarebbe stato pensabile foldare KK, sapendo di avere edge sul tavolo?

      Riuscivo a "bullare" il tavolo in maniera efficente, facilmente rubavo i bui e le mie tri-bet in posizioni venivano passate dagli avversari
  • 7 risposte