Affrontare la varianza.

    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      Periodo un po' sfigato il mio, nonostante sia cmq riuscito a chiudere il mese di giugno in attivo. Mi sto ponendo un bel po' di domande, che vorrei condividere con voi.


      Parliamo di SNG, fondamentalmente, ma prendete pure spunto per discorsi più generici:


      -Giocare su più rooms può servire a qualcosa? (scientificamente parlando credo proprio di no... :D )

      -fare un level down anche se si ha il roll per giocare a limiti più alti può servire a "scaricare" la bad run? Domanda strana, lo so... cerco di spiegarmi meglio: E' chiaro che parliamo di periodi indeterminati, nessuno può sapere quanto dura una bad run, nè possiamo essere sicuri al 100% che essa non influisca, anche incosciamente, sul nostro gioco e, di conseguenza, la prolunghi. Ma ha un senso, statisticamente parlando, scendere ulteriormente di livello (anche se rollati per livelli più alti) quando percepiamo che tira aria cattiva? Esempio, a me ultimamente sta capitando troppo spesso di perdere mani in cui parto in vantaggio, oppure di non vedere una mano giocabile per ore, ritrovarmi poi allo SB in bolla con QQ, pushare ed essere callato dal BB con KK o AA, o carte peggiori che però legano e scoppiano la mia mano.
      In altre parole: La bad run è indipendente dal limite a cui si gioca? Perchè se è così, potrebbe servire scendere ulteriormente di livello per "scaricalra" e poi risalire quando vediamo che le sculate degli avversari tornano ad essere a frequenze "umane" :P

      - Variare il tipo di gioco? Esempio, giocare sia sng che cash (l'idea che mi sta sfiorando ultimamente) può essere ulteriormente utile nel contrastare la varianza?

      Se vi va, esprimete le vostre opinioni su questi punti, o magari aggiungete le vostre idee, le vostre esperienze personali e quant'altro! ;)
  • 39 risposte
    • Galliani
      Galliani
      Bronzo
      Presente da: 10-26-2007 Contributi: 5.562
      Ciao, le mie risposte:

      1. io gioco su più room, anche se sto cercando di ridurle all'osso; se fai volumi importanti, non è il mio caso, scegli le condizioni migliori concesse da una room e accumuli rake, points e quant'altro ... questa credo sia la soluzione migliore ....

      2. credo che l'effetto sia, idealmente, pari a 0 anche se del tutto non quantificabile; magari riduci le perdite del bad run ma perdi anche le vincite dell'up ..... siccome non si può pensare che bad e good run siano legate da variazioni lineari .... no, mi sembra sia sbagliato;

      3. io gioco MTT; SNG e cash .... ma così non limiti la varianza, giochi solo più specialità.

      My two cents and GL@tables
    • Di4bhal
      Di4bhal
      Bronzo
      Presente da: 03-08-2008 Contributi: 3.860
      1. cambiare room durante un down può avere qualche effetto psicologico se hai già dei soldi su diverse room, frazionare il BR mentre sei in down però secondo me peggiora solo le cose

      2. le bad run sono dovute sia alla varianza sia alle tue reazioni alla varianza; se pensi che dopo un periodo più o meno lungo di down tu possa giocare money scared o non al pieno delle tue prestazioni perché hai paura per il tuo BR allora fai downlevel senza dubbi, saprai tu quando sarà il momento di risalire.

      3. cambiare specialità perché si è in down credo sia la cosa peggiore da fare... una condizione fondamentale per abbattere e reagire meglio alla varianza è migliorare il proprio gioco; se dividi il tuo studio e la pratica fra 2 o più tipologie di poker sicuramente il tuo livello migliorerà molto più lentamente.


      Aggiungo una mia esperienza personale: ho giocato per molti mesi solo SNG (con risultati pessimi devo dire) in modo abbastanza amatoriale; dopo un lungo down e una lunga pausa di riflessione senza giocare a poker (diversi mesi) sono tornato a giocare NL cash e posso dire di aver trovato la mia dimensione. Reagisco molto meglio alle bad run perché so di avere edge sui players che incontro e che prima o poi mi ripagheranno con gli interessi. Nei SNG purtroppo non riuscivo a reagire altrettanto bene perché ogni sng giocato erano players diversi e non avevo la "sicurezza" inconscia che prima o poi un determinato player mi avrebbe restituito i soldi :P

      Tutto questo per dire che secondo me anche l'approccio alla varianza cambia tra tipologie di gioco, quindi credo che dovresti farti un esame di coscienza e capire qual'è la tua dimensione, ed adattarti al tipo di varianza che ne deriva :D
    • scoppiapiatti
      scoppiapiatti
      Bronzo
      Presente da: 04-30-2009 Contributi: 154
      per quanto riguarda la mia esperienza, cambiare room non serve a niente..
      se sei in periodo di sfiga, sei tu come persona la vittima della varianza..
      te la porti dietro..
      ..riguardo a scendere di livello, sarebbe l'ideale, perchè riduci il limite dei soldi persi...ma come fai a sapere quando durera' il periodo down?...anche perchè ci sono sempre delle piccole parentesi di periodi up,
      ...i periodi di varianza negativi..seppur lunghi non sono cosi' lineari e chiari da subito...magari scendi di livello e per un giorno ti escono buone carte..pensi che sia finita la sfiga....risali di livello e ti risuccedono cose assurde per una settimana...non è facile.


      p.s. opps, mi sono accorto che sono tornato bronzo..hem...devo dedicare
      un po' piu' tempo alle rooms affiliate :D
    • theperni
      theperni
      Bronzo
      Presente da: 08-28-2007 Contributi: 4.346
      IMHO

      1) no

      2) no

      3) no

      :D


      Prima stabilisci cosa è per te la varianza; poi, sulla base della tua definizione, vedrai se i 3 punti scritti da te possono influenzarla.
    • Di4bhal
      Di4bhal
      Bronzo
      Presente da: 03-08-2008 Contributi: 3.860
      L'originale di theperniIMHO

      1) no

      2) no

      3) no

      :D


      Prima stabilisci cosa è per te la varianza; poi, sulla base della tua definizione, vedrai se i 3 punti scritti da te possono influenzarla.
      Aspè ma mi sa che ho inteso male il post dell'OP, lui per varianza qui intende che è in periodo di down o la varianza normale ? ;O
    • theperni
      theperni
      Bronzo
      Presente da: 08-28-2007 Contributi: 4.346
      L'originale di Di4bhal
      lui per varianza qui intende che è in periodo di down o la varianza normale ?
      E' LemmyZ06 che deve darsi una risposta. ;)
    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      Ho già dato statistica all'uni, so cos'è la varianza :D

      In realtà nel gergo pokeristico usiamo spesso impropriamente questo termine, parlando di "varianza negativa", ad esempio... cosa che è concettualmente errata essendo la varianza un numero sempre positivo (perchè elevato al quadrato... infatti è definita anche come scarto quadratico medio o media degli scarti al quadrato). Tecnicamente si tratta di un indice di dispersione; ci dice cioè di quanto si discostano i valori di una variabile X dalla media.
      Chiaro anche che la varianza non è un valore "lineare". E aggiungo che non ha senso preoccuparsene a-priori. E' un'analisi che ha un senso solo a-posteriori. Non è scientificamente possibile poter prevedere di che entità sarà la varianza nella nostra bella curva dei profitti di SS.

      Messe da parte le questioni "accademiche" e avendo stabilito che sappiamo tutti cosa sia effettivamente la varianza, parliamo di "bad run" (come ho poi di fatto parlato nel mio post). O di periodo di "sfiga", giusto per usare un termine un po' "terra terra" ma che chiarisce bene l'idea ;)
      E' chiaro che nessuno può stabilire a priori quanto durerà un periodo di "bad run", nè esattamente da cosa dipenda, se e quanto esso stesso possa influire in negativo sulla nostra attitudine e, di conseguenza, prolungare tale periodo...

      Mi preoccupavo più che altro di capire cosa può essere utile, appunto in un periodo di "bad run", a ridurre al minimo i danni di questo stato di cose. Anche e soprattutto dal punto di vista più squisitamente psicologico, che tanto influisce sul nostro gioco e, di conseguenza, anche sui nostri profitti/perdite.


      P.S.

      Giusto per chiarirci, cosa intendo per "bad run". Faccio un esempio molto esplicativo:

      Supponiamo che io e galliani giochiamo solo ed sclusivamente sng HU io vs lui e basta. Nessuno di noi due gioca altro. E giochiamo solo l'uno contro l'altro. Supponiamo che preflop a me vengano distribuite solo ed esclusivamente AA e a lui una mano random. Sappiamo tutti che AA vs Random vince circa l'80% delle volte. come dire 800 su 1000. Bene. Le 200 volte su 1000 che galliani batterà i miei AA con la sua mano random, si presentano con una distribuzione totalmente casuale, visto che le sue carte e le community cards, saranno totalmente casuali. Non c'è scritto da nessuna parte che egli non possa vincere per 10-20-30 o addirittura più volte di fila.
      Quando galliani vincerà per parecchie volte di fila con la sua brava mano random contro i miei AA, ecco... quello è esattamente ciò che intendo per "bad run"... ampliate il discorso alle centinaia di migliaia di combinazioni possibili, alle migliaia di mani che giochiamo e a tutti players contro cui giochiamo...
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.832
      Io sto usando questa tattica:

      Gioco sit su 3 room, multitablo x3.

      Quando mi capita di perdere tutti e 3 i sit su una room, cambio room.

      Se finisco in attivo o in pareggio continuo su quella room.

      Non mi è mai capitato, ancora, di perdere 9 sit di fila, 3 su ogni room diversa. Almeno un 2°-3° posto l'ho sempre raccattato, anche nelle giornate peggiori.

      Perchè cambiano gli oppo, cambiano di poco i buy-in, cambia da room italiana a room internazionale.

      Poi magari mi capita di concludere la giornata in passivo, però non perdo la fiducia nei miei mezzi.

      Perdere 9-12 sit di fila su una room è pesante, ricominciare il giorno dopo su quella room è duretta, perdere 3+3+3 su tre room diverse di meno.

      il tutto i.m.h.o.
    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      Mi hai appena dato un esempio di ciò che intendevo: In effetti non cambia nulla se perdi 9 sit di fila su una singola room o 3+3+3 in 3 room diverse (ammesso che il buy-in sia il medesimo), non almeno per il tuo bankroll (che a rigor di logica andrebbe considerato unico per tutte le room in cui giochi). Se però per te, dal punto di vista psicologico è più accettabile, la cosa cambia molto, a mio sommesso avviso. Proprio perchè non ti scomporrai più di tanto e continuerai a giocare come se nulla fosse... Non credo sia poco...
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.832
      anzi la mia tattica è ancora più accurata:

      ho 400 dollari di bankroll:

      50+ su una room e ci gioco quelli da 1
      100+ su una room per quelli da 2
      200+ sulla terza per quelli da 3 euro

      faccio anche level down all'istante

      mi sto trovando bene così
    • Shujee
      Shujee
      Bronzo
      Presente da: 08-21-2008 Contributi: 6.169
      Risponderei no, a tutte e tre. Io ormai sono sereno anche in giornate da -100$ (Capitato un paio di volte, una volta con 15 OOM e la sagra delle Beats in due ore ai SnG da 6.5$), un pò scocciato, ma sereno. Sò che recupererò tutto senza ombra di dubbio, presuntouoso, ma è così. Questione di abitudine secondo me, basta non farsi ossessionare dal pensiero "Oh no ho perso Tot".

      Penso che dividere il Br tra le varie Room, con conseguente gioco permanente o quasi ai Micro Limits, sia più un handicap che una soluzione. Non ti permette di fare esperienza, limita di molto i tuoi possibili guadagni, e anche la qualità dei tuoi avversari, a prescindere dalla specialità.

      Paradossalmente, è due giorni che stò giocando SnG da 11+1, e dopo 20 SnG circa, ho un ROI del -15% (Lol variancements) o qualcosa del genere, nonostante abbia trovato per certi aspetti più traffico di utenti random (Da single table, per intenderci) e meno regular rispetto ai 6.5, quindi un gioco più soft. Ho fatto un Level Up più "spensierato" rispetto al precedente, sulla soglia dei 100BI, e non ho intenzione di fare level down, finchè non perderò almeno 40BI o giù di li, perchè mi sembra prematuro abbattersi dopo le prime perdite e fare immediatamente Lev Down, intimoriti dal nuovo limite.

      Cià :f_grin: .
    • Galliani
      Galliani
      Bronzo
      Presente da: 10-26-2007 Contributi: 5.562
      L'originale di LemmyZ06Giusto per chiarirci, cosa intendo per "bad run". Faccio un esempio molto esplicativo:

      Supponiamo che io e galliani giochiamo solo ed sclusivamente sng HU io vs lui e basta. Nessuno di noi due gioca altro. E giochiamo solo l'uno contro l'altro. Supponiamo che preflop a me vengano distribuite solo ed esclusivamente AA e a lui una mano random. Sappiamo tutti che AA vs Random vince circa l'80% delle volte. come dire 800 su 1000. Bene. Le 200 volte su 1000 che galliani batterà i miei AA con la sua mano random, si presentano con una distribuzione totalmente casuale, visto che le sue carte e le community cards, saranno totalmente casuali. Non c'è scritto da nessuna parte che egli non possa vincere per 10-20-30 o addirittura più volte di fila.
      Quando galliani vincerà per parecchie volte di fila con la sua brava mano random contro i miei AA, ecco... quello è esattamente ciò che intendo per "bad run"... ampliate il discorso alle centinaia di migliaia di combinazioni possibili, alle migliaia di mani che giochiamo e a tutti players contro cui giochiamo...
      Lo dici perchè io non gioco HU .....

      :D A parte le cazzate, bel post. La verifica di perni non era, a mio avviso, così scontata. Però, bel post.

      HU? Quando vuoi .... LOL (lol straffottenzmentz)
    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      Ah, se giochiamo come nell'esempio, cioè io sempre con AA e tu random, anche subito! :D
    • Galliani
      Galliani
      Bronzo
      Presente da: 10-26-2007 Contributi: 5.562
      L'originale di LemmyZ06Ah, se giochiamo come nell'esempio, cioè io sempre con AA e tu random, anche subito! :D
      Occhio che sei in periodo nero e ti sculo a raffica. Ma almeno li limpi? Se tu li limpi every hand io pusho any two ....

      :D :D :D :D :D
    • sutty85
      sutty85
      Bronzo
      Presente da: 12-02-2008 Contributi: 1.578
      Cade a fagiolo questo argomento x me...

      Io gioco S&G di nuovo da poco tempo...

      Xo non riesco ad accettare il fatto di giocare sempre = e riuscire a fare gain di 300-400$ in pochi giorni e poi in poche ore di riperderli tutti poiché xdi con qualsiasi cosa!

      Io riesco ad accettare le Bad beat, chiudo il tavolo e riapro un altro... In una sessione ci stanno più BB, ma qnd ne arrivano troppe troppe troppe boh... Cade tutto... Io so che con il mio gioco riuscirei ad andare molto avanti ma prontamente qnd salgo riscendo... Io cmq mi baso su pochi pochi S&G ma é quasi frustrante il sali e scendi...
      Sono entrato in un periodo che qnd parto cn AA vs. AK non sono contento, cioé mi aspetto la sculata dell'altro che prontamente arriva... Qnd parto in vantaggio non sono mai felice, parto con l'idea che tanto mi scula xche sta andando cosi...

      Bruuuuutto così, passa la voglia ;)

      Spero di trovare un periodo più stabile, dove ci saranno sempre BB ma limitateeeeeee...

      Cmq x risp al trhead io continuerei a giocare anche in un periodo bad, oramai si sa che puo finire in ogni momento quindi io continuo e continuo
    • scoppiapiatti
      scoppiapiatti
      Bronzo
      Presente da: 04-30-2009 Contributi: 154
      lemmy studi statistica?..interessante!...avrei 5.000 domande da farti
      sulle leggi delle probabilita' ed al rispetto di esse di questi software random,
      ...comunque lasciamo perdere ci sono già troppi post riguardo all argomento.

      forse ho capito cosa vuoi...vorresti riconoscere da subito i periodi negativi lunghi in modo da minimizzare le perdite giocando al risparmio...aspettando
      quelli positivi durante i quali giocheresti la regola...ottimizzando i guadagni.
      ..ma ripeto..non è facile.
      io una volta...al lotto giocavo sempre i numeri in "frequenza"..cioè che uscivano
      a ripetizione in quel periodo!...puntualmente come cominciavo a puntarli, si trasformavono in ritardatari e non uscivano piu' hehe :evil:

      solo l'esperienza..potrà aiutarti con il tempo ad ottimizzare i tuoi guadagni
    • frekks
      frekks
      Bronzo
      Presente da: 01-16-2009 Contributi: 3.335
      Secondo me la risposta in termini scientifici è no atutti e 3 i punti, cmq riguardo al level down anche se il BR non lo richiede ci può anche stare, non tanto per sfogare la sfiga perdendo di meno, ma perchè a volte durante le badrun si gioca agitati, o più loose o più tight... insomma il nostro gioco ne può risentire, mentre al limite più basso non siamo quasi per nulla preoccupati dalle vincite o perdite, quindi abbiamo più possibilità di giocare il nostro miglior poker. Quindi dico che se per motivi psicologici e di ripristino del nostro miglior gioco un breve level down ci può stare anche se statisticamente è solo dannoso.
    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      Si, frekks più o meno è quello che volevo dire. E' chiaro che, come ho ribadito, è impossibile stabilire a-priori quando arriverà una "bad-run" e quanto essa durerà. Il problema è più psicologico che altro, ad esempio io adesso mi sto accorgendo di giocare molto più tight, specialmente in bolla, ai 5€ su GD... mentre ho fatto qualche sit da 1€ su ps.it e non ho sto problema... gli oppo sono diversi, per carità... ma io credo di essere un po' "spaventato" da sto periodo di "bad run" e credo che questa paura, neanche troppo inconscia, stia un po' condizionando il mio gioco. Ecco, leggete i miei 3 punti più in chiave psicologica che statistico-probabilistica :D

      Per il momento ho deciso di continuare a giocare come se nulla fosse, ripetendo a me stesso che è solo un momento... ma sappiamo tutti che probabilmente l'unica medicina è incastrare un paio di vittorie di fila :P

      Nel frattempo mi dedicherò anche un po' al cash SSS, non tanto per questioni "psicologiche", quanto per un po' di noia dopo quasi 2000 sit e soprattutto perchè la voglio imparare come si deve, per essere pronto a spennare gli omini delle .it quanto metteranno il cash anche lì :D


      @ Scoppiapiatti: Studio economia, la statistica che studiamo noi (inferenziale, soprattutto) è più adatta ad altro tipo di argomenti... analisi dell'andamento di titoli azionari e cose simili, più analitica che probabilistica. Ciò non toglie che abbiamo le basi per garantirti che ogni "pseudo-studio" sul lotto è una stronzata con la S maiuscola. Quando senti certi idioti in tv parlare di "legge dei grandi numeri"... cambia canale.

      Parti da 2 concetti:

      A) ogni estrazione è un evento, in termini probabilistici, che si definisce tecnicamente "privo di memoria". Ovvero non esiste alcuna relazione tra un'estrazione e l'altra. Come dire, la probabilità che su 2 estrazioni esca lo stesso numero o 2 numeri diversi, è identica. così come la probabilità che esca 1-2-3-4-5-6 piuttosto che 10-20-30-40-50-60, piuttosto che qualunque altra combinazione, è identica. Potrebbe benissimo uscire la medesima combinazione per 2-3-4 volte di fila. Questo proprio perchè è un evento "senza memoria". Ergo, non esiste alcun fondamento scientifico in base al quale si possa predire la "probabilità" che esca un numero piuttosto che un altro.

      B) Legge dei grandi numeri. A volte vedo in TV taluni parlare di sta cosa... in modo molto grossolano ti dicono che "per la legge dei grandi numeri blablabla" è molto probabile che il numer X, visto che non è uscito per N estrazioni, uscirà la prossima: Stronzate. La cosiddetta legge dei grandi numeri, si fonda sul concetto matematico di "limite", che "tende" a +infinito.
      Ora, puoi intuire facilmente che basarsi su un numero infinito di estrazioni quando in realtà il numero delle estrazioni è un numero finito, non ha alcun senso, matematicamente parlando. Quindi, lassà sta gli "studi" sul lotto che non hanno alcun fondamento ;)

      Io non lo gioco mai, condanno le persone che si giocano gli stipendi o le pensioni sui ritardatari (ho un amico che ha una ricevitoria, vado a trovarlo spesso e non hai idea di cosa vedo, ogni volta...). Posso accettare il fatto che uno giochi pochi spiccioli tentando la "fortuna"... quello ha un senso, ma bisogna essere consapevoli che si tratta, appunto, di una lotteria ;) Non esiste nulla di più casuale! :D
    • LemmyZ06
      LemmyZ06
      Bronzo
      Presente da: 11-27-2008 Contributi: 101
      no, questa la devo postare... Galliani mi porta fortunaaaaa :D

      Dopo il bell'esempio dell' HU con galliani, primo sit di oggi, primissima mano... MP, qualche limp e il fish di turno alla mia dx allin... ho AA e callo... subito dopo altri 2 call lol:

      Hold 'em, mano #374265399
      Le tue carte private sono A A
      Lemminkainen: lol
      Il flop è 8 5 5
      UgoFinguzio: olè
      Il turn è 10
      jguad: lol
      Il river è 2
      Lemminkainen mostra A A
      amihr mostra J A
      Spenuccio90 mostra K K
      AndreaPoker mostra Q Q
      UgoFinguzio: mi sa che durerà poco sto sit
      Lemminkainen vince 6.020 con doppia coppia di assi e cinque



      Viva la varianza! :D
    • 1
    • 2