Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare su questo sito, accetterai i suddetti cookie. Per maggiori dettagli e per cambiare le tue impostazioni, guarda la nostra Policy sui Cookie e la Policy sulla Privacy. Chiudi

Stud Poker il gioco più di abilità?

    • sedigre
      sedigre
      Bronzo
      Presente da: 03-17-2009 Contributi: 20
      Ragazzi sto seguendo le world series è c'è Lisandro che è spettacolare due vittorie nello stud e ora è in testa al final table.
      Ora mi kiedevo, visto che c'è anche uno come Baxter che per anni ha distrutto gli altri a stud, e visto che è il gioco che ti permette di fare più calcoli poichè vedi veramente tante carte e puoi contare gli outs alla grande se nn fosse la variente di gioco dove conti di più l'abilita. Anche Ivey eccelle in questo gioco e stiamo parlando del più forte e completo in assoluto sia nel cash che nei tornei...Mi ricordo quando lo giocava a livelli assurdi su full tilt mi pare 2000-4000 poi hanno smesso vinceva sempre.
      Ke ne dite? quasi quasi me lo studio...
      chi ha una certa cognizione di tale variante mi risponda vorrei sapere dai migliori
  • 9 risposte
    • noelga
      noelga
      Bronzo
      Presente da: 01-02-2009 Contributi: 7.063
      Lo stud intriga pure me, ma ho la netta sensazione che qua non tira molto, però gli articoli ci sono.
    • sedigre
      sedigre
      Bronzo
      Presente da: 03-17-2009 Contributi: 20
      Ke nn tira lo so già ma qualcuno esperto ci sarà.. ah dimenticavo in merito al mitico Lisandro oltre ai 2 bracciali quest'anno ha fatto pure un 9 al main event sempre stud. Inoltre è un bravo giocatore in omaha che sappiamo sia un gioco tecnico a conferma che forse nello stu la fortuna conta meno.
    • nanowarrior
      nanowarrior
      Bronzo
      Presente da: 06-23-2008 Contributi: 635
      lo stud è la variante di poker più difficile. e vi sfido a dimostrarmi il contrario :)

      oltre che essere la più difficile è la mia preferita, anche se purtroppo a causa di migrazione da fulltilt non ci gioco più da un po'. presto tornerò però :)

      se vuoi un consiglio su dove partire per impararlo, l'unico libro completo che conosca è stud poker for the advanced player di sklansky/malmuth/zee, da affiancare secondo me (poichè essendo un libro avanzato richiede una certa conoscenza della teoria di base) a the theory of poker di sklansky (se anche credi di avere una buona conoscenza teorica, fidati, leggi questo libro, è il migliore che abbia mai letto)


      btw, omaha in formula torneo è la cosa che in assoluto più si avvicina al bingo. nemmeno il bingo si avvicina al bingo quanto l'omaha.
    • corr1986
      corr1986
      Bronzo
      Presente da: 01-29-2009 Contributi: 6.840
      quoto tutto quanto detto da nanowarriorws tranne per i libri che non ho letto :D
      cmq anche a me interessa molto lo stud e vorrei studiarmelo un po...vediamo che si riesce a fare!
    • Shingen
      Shingen
      Bronzo
      Presente da: 03-08-2008 Contributi: 141
      L'originale di nanowarriorlo stud è la variante di poker più difficile. e vi sfido a dimostrarmi il contrario :)

      oltre che essere la più difficile è la mia preferita, anche se purtroppo a causa di migrazione da fulltilt non ci gioco più da un po'. presto tornerò però :)

      se vuoi un consiglio su dove partire per impararlo, l'unico libro completo che conosca è stud poker for the advanced player di sklansky/malmuth/zee, da affiancare secondo me (poichè essendo un libro avanzato richiede una certa conoscenza della teoria di base) a the theory of poker di sklansky (se anche credi di avere una buona conoscenza teorica, fidati, leggi questo libro, è il migliore che abbia mai letto)


      btw, omaha in formula torneo è la cosa che in assoluto più si avvicina al bingo. nemmeno il bingo si avvicina al bingo quanto l'omaha.
      Quoto in pieno, nanowarrior. La sezione di Chip Reese su Super System non è malaccio. Ed ho letto anche "How to Beat Low Limit 7 Card Stud Poker" di Paul Kammen, che è certamente più "introduttivo" come livello e quindi è, forse, più adatto al nostro sedigre per penetrare i misteri della mia variante di poker preferita.

      Peccato che in Italia non ci siano poker room, e che non riesca a convincere Galandil, Soprattutto e gli altri amici :D a giocarci dal vivo. Mi piacerebbe molto! A presto!
    • sedigre
      sedigre
      Bronzo
      Presente da: 03-17-2009 Contributi: 20
      Bhe grazie dei contributi. Nel frattempo il nostro quasi italiano Jeff ha fatto tripletta..
      Ma i libri di Cerrutti qualcuno li ha letti? Ne ha scritti due preferirei qualcosa in italiano.
      Nn amo sklansky mi sta pure antipatico ho letto no limit teoria e pratica e harrington 1 metà (era in inglese mi so stufato). Stavo pensando a Super System 2 visto ke tratta un po tutto e al citato Cerrutti. Nel frattempo se gli argento fossero cosi gentili da passarmi i contenuti di ps.. Il mio conto era cn Titan ma odio quel software per cui punti nn ne faro più...
    • Shingen
      Shingen
      Bronzo
      Presente da: 03-08-2008 Contributi: 141
      L'originale di sedigreRagazzi sto seguendo le world series è c'è Lisandro che è spettacolare due vittorie nello stud e ora è in testa al final table.
      Ora mi kiedevo, visto che c'è anche uno come Baxter che per anni ha distrutto gli altri a stud, e visto che è il gioco che ti permette di fare più calcoli poichè vedi veramente tante carte e puoi contare gli outs alla grande se nn fosse la variente di gioco dove conti di più l'abilita. Anche Ivey eccelle in questo gioco e stiamo parlando del più forte e completo in assoluto sia nel cash che nei tornei...Mi ricordo quando lo giocava a livelli assurdi su full tilt mi pare 2000-4000 poi hanno smesso vinceva sempre.
      Ke ne dite? quasi quasi me lo studio...
      chi ha una certa cognizione di tale variante mi risponda vorrei sapere dai migliori
      Un paio di fattori che devi tenere in considerazione se cominci a giocare a stud:

      a) la posizione; non è fissa ma varia da una street all'altra.

      b) la varianza; lo stud ha una varianza molto elevata. Non essendoci carte comunitarie, la mano ha una minore stabilità dalla 3a alla 7a strada. Il che significa che subirai molti più rovesci di fortuna.

      c) Il bankroll. Lo stud ha un giro di scommesse in più rispetto agli hold em. Per cappare un intero giro hai bisogno di 16 BB invece che di 12! E data la maggiore varianza ed il rischio maggiore, tu conviene un bankroll un pochino più alto.

      d) la memoria: i giocatori che foldano, chiudono le carte che hai visto fino a quel momento. E te le devi ricordare, perlomeno quelle che sono importanti per la tua mano o per le mani degli avversari rimasti in gioco.

      La buona notizia è che, almeno su FT troverai molti avversari abbordabili. Soprattutto americani. Dato che per loro è "il poker casalingo", come il poker che giocavamo qui in Italia da piccoli (quello col mazzo ridotto per intenderci) gli americani non si prendono la briga di studiarlo a fondo come l'hold em e quindi giocano male. L'ho riscontrato in questi quattro mesi di stud, da febbraio ad oggi. Si gioca rigorosamente limit.

      E ci sono le varianti hi, la variante low (il Razz), e l'hi-low split eight or better. Io preferisco la Hi.
    • cella
      cella
      Bronzo
      Presente da: 02-15-2008 Contributi: 2.423
      alla fine si è preso pure il 3o braccialetto. incredibile, un mostro! 8o
    • Alligatore
      Alligatore
      Bronzo
      Presente da: 05-04-2008 Contributi: 311
      L'originale di Shingen
      L'originale di sedigreRagazzi sto seguendo le world series è c'è Lisandro che è spettacolare due vittorie nello stud e ora è in testa al final table.
      Ora mi kiedevo, visto che c'è anche uno come Baxter che per anni ha distrutto gli altri a stud, e visto che è il gioco che ti permette di fare più calcoli poichè vedi veramente tante carte e puoi contare gli outs alla grande se nn fosse la variente di gioco dove conti di più l'abilita. Anche Ivey eccelle in questo gioco e stiamo parlando del più forte e completo in assoluto sia nel cash che nei tornei...Mi ricordo quando lo giocava a livelli assurdi su full tilt mi pare 2000-4000 poi hanno smesso vinceva sempre.
      Ke ne dite? quasi quasi me lo studio...
      chi ha una certa cognizione di tale variante mi risponda vorrei sapere dai migliori
      Un paio di fattori che devi tenere in considerazione se cominci a giocare a stud:

      a) la posizione; non è fissa ma varia da una street all'altra.

      b) la varianza; lo stud ha una varianza molto elevata. Non essendoci carte comunitarie, la mano ha una minore stabilità dalla 3a alla 7a strada. Il che significa che subirai molti più rovesci di fortuna.

      c) Il bankroll. Lo stud ha un giro di scommesse in più rispetto agli hold em. Per cappare un intero giro hai bisogno di 16 BB invece che di 12! E data la maggiore varianza ed il rischio maggiore, tu conviene un bankroll un pochino più alto.

      d) la memoria: i giocatori che foldano, chiudono le carte che hai visto fino a quel momento. E te le devi ricordare, perlomeno quelle che sono importanti per la tua mano o per le mani degli avversari rimasti in gioco.

      La buona notizia è che, almeno su FT troverai molti avversari abbordabili. Soprattutto americani. Dato che per loro è "il poker casalingo", come il poker che giocavamo qui in Italia da piccoli (quello col mazzo ridotto per intenderci) gli americani non si prendono la briga di studiarlo a fondo come l'hold em e quindi giocano male. L'ho riscontrato in questi quattro mesi di stud, da febbraio ad oggi. Si gioca rigorosamente limit.

      E ci sono le varianti hi, la variante low (il Razz), e l'hi-low split eight or better. Io preferisco la Hi.
      Se uno deve ricordarsi le carte come si fa a giocare su più tavoli?