Room .it - mercato

    • sauzer00
      sauzer00
      Bronzo
      Presente da: 11-15-2007 Contributi: 5.642
      Leggevo oggi che GD che è tra le leader del settore a maggio ha raccolto circa 56 milioni di € totali.
      Questo vuol dire, facendo 4 conti che di rake rimancono 5,6 milioni di €
      Tolte tutte le spese
      - 33% tasse
      - Pubblicità (tv - pro da pagare ecc ecc)
      - Bonus in games
      - Licenze, fidejussioni e spese tecniche
      - Stipendi ai dipentendi.

      Rimane qualcosa a sta gente? oppure lavorano gratis?
      A sto punto mi chiedo visto il dietrofront su sta legge ad oggi per un investitore conviene aprire una room.it con tutti i costi che ne conseguono ? e a colossi come Pokerstars che nel .com farà 150 milioni solo di rake al mese conviene sbattersi per un affare da si e no 1 milione di rake al mese ?
  • 8 risposte
    • miave
      miave
      Bronzo
      Presente da: 08-14-2008 Contributi: 68
      beh ma considera che è un mercato in espansione, non è arrivato al cap dei ricavi. se consideri poi che l'unica uscita proporzionale sono le tasse, mentre gli altri sono costi fissi (è sbagliato considerare costo fisso la pubbicità, ma è per rendere l'idea...) vedi che all'aumentare dei ricavi aumenta il netto che resta a loro :D
      ed aumenterà, visto che in questo periodo di crisi il gioco in generale ha avuto un boom di fatturato assurdo (a inizio 2009 se non ricordo male, con la maggior parte dei prodotti con fatturati negativi rispetto ai periodi precedenti, al primo posto come boom di ricavi c'erano i gratta e vinci :) ).

      oltretutto se smettiamo di considerare l'avviamento, quindi costi per licenze, software, hardware, etc che una volta ammortizzati smettono di essere considerabili, non credo che ci siano così tante spese tecniche, così come non penso ci sia un gran costo per i dipendenti visto il tipo di servizio offerto.
    • aleale67
      aleale67
      Bronzo
      Presente da: 08-25-2008 Contributi: 363
      L'originale di sauzer00
      A sto punto mi chiedo visto il dietrofront su sta legge ad oggi per un investitore conviene aprire una room.it con tutti i costi che ne conseguono ?
      penso che una pokerroom per avere successo debba avere -fra l'altro- un numero di giocatori online sufficientemente ampio, perche' quando il giocatore accende il pc per giocare, vuole giocare subito, senza attendere decine di minuti che arrivino altri giocatori.

      pertanto la domanda che mi farei se avessi intenzione di aprire una room .it e' "il mercato italiano è sufficientemente ampio per garantire ad una nuova pokerroom un numero di clienti online decente?"
    • elfigus
      elfigus
      Black
      Presente da: 08-12-2008 Contributi: 7.206
      tu sei sicuro che x raccolto non intendano il rake?^^

      oltre al fatto che anche rimanesse una milionata mensile sono sempre una barca di soldi..
    • sauzer00
      sauzer00
      Bronzo
      Presente da: 11-15-2007 Contributi: 5.642
      Appunto diciamo che non sono cosi convinto che il mercato avrà un incremento cosi alto ...
      E i costi tecnici ci sono i computer / linee ecc ecc vanno mantenute ma ripeto i margini ci saranno sicuramente ma sono decisamente più bassi nelle .it.

      Quindi non vedo il senso di questa corsa alle room.it visto che questo poi fa si che gli utenti non possano giocare sulle .com .. con evidente perdita di soldi, chredo che stars prenda + soldi se gli utenti giocano nella sua .com piuttosto che nella sua .it
    • elfigus
      elfigus
      Black
      Presente da: 08-12-2008 Contributi: 7.206
      si ma sauzer in teoria se vai sul.com non puoi fare pubblicità in Italia, all'epoca non era vietato ma non trovavi stimoli esterni agevolati dallo Stato x farti giocare in quelle room... le room.it puntano ad un bacino di utenza che prima non giocava sulle .com ( portandosi dietro i giocatori .com x via dei fish ecc )

      poi c'è dietro anche il discorso euro che oggi è importantissimo + che mai (sia x la room sia x i giocatori), il blocco della concorrenza per altri potenziali imprese ( se giocano su ps.it non giocano da altre parti ), insomma dietro a certe scelte aziendali ci sono decine e decine di motivi che non passano x l'aumento del fatturato ma si rivelano decisivi nella politica aziendale andando ad aumentare indirettamente i dindi!
    • theperni
      theperni
      Bronzo
      Presente da: 08-28-2007 Contributi: 4.346
      A me ricorda la storia delle sale bingo, all'inizio una corsa per accaparrarsi le licenze disponibili; a Genova attualmente, metà delle sale ha chiuso, l'altra metà ottiene il guadagno dalla sala slot.
      Ricordo anche che alcune room (minori) .com hanno chiuso o sono state assorbite da room dello stesso circuito od ancora si sono fuse tra loro: RiverBellePoker, AztechRichesPoker, PokerTime, PokerMetro ed altre.
    • cirusguti
      cirusguti
      Bronzo
      Presente da: 05-24-2007 Contributi: 690
      L'originale di miavebeh ma considera che è un mercato in espansione, non è arrivato al cap dei ricavi. se consideri poi che l'unica uscita proporzionale sono le tasse, mentre gli altri sono costi fissi (è sbagliato considerare costo fisso la pubbicità, ma è per rendere l'idea...) vedi che all'aumentare dei ricavi aumenta il netto che resta a loro :D
      ed aumenterà, visto che in questo periodo di crisi il gioco in generale ha avuto un boom di fatturato assurdo (a inizio 2009 se non ricordo male, con la maggior parte dei prodotti con fatturati negativi rispetto ai periodi precedenti, al primo posto come boom di ricavi c'erano i gratta e vinci :) ).

      oltretutto se smettiamo di considerare l'avviamento, quindi costi per licenze, software, hardware, etc che una volta ammortizzati smettono di essere considerabili, non credo che ci siano così tante spese tecniche, così come non penso ci sia un gran costo per i dipendenti visto il tipo di servizio offerto.
      Mercato in espansione?
      Non credo proprio, siamo vicini alla saturazione a meno che non si pensi che si emtta a grindare il 50% della popolazione italiana.
    • sauzer00
      sauzer00
      Bronzo
      Presente da: 11-15-2007 Contributi: 5.642
      Si io la vedo abbastanza nera per l'italia.

      Sto parlando con delle persone che mi offrirebbero la possibilità di aprire una room .it da affiancare alle .com che sto per lanciare ma non la vedo come un idea vincente sinceramente.