Periodo di tilt

    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.855
      Ok... apro questo topic per chiedere consigli, visto che dopo mesi buoni sto attraversando il momento più nero della mia esperienza pokeristica. E' un topic lungo, visto che sono un papirologo, ma se dedicate ugualmente qualche minuto a leggerlo ve ne sono grato.

      Sono in downswing, un downswing molto ma molto accentuato, ma il fatto non è solo quello. Semplicemente mi sto rendendo conto di avere vari problemi di natura tecnica e caratteriale che mi impediscono di fare il salto di qualità. Per la seconda volta sono passato dal NL50 (che ho battuto per un paio di mesi senza grossi problemi) al NL100, per la seconda volta sono stato ricacciato indietro in maniera netta e, come se non bastasse, anche il level down è cominciato malissimo.

      Dietro consiglio del buon Galandil ho deciso di interrompere per un paio di giorni (almeno) il gioco ai tavoli e di valutare attentamente la situazione prima di riprendere. Ecco sinteticamente i miei problemi:

      1) Comportamento al tavolo: non riesco a tollerare certa gente, rosico e lo ammetto senza problemi. Nell'ultima sessione uno mi ha chiamato un raise da BTN con AT, flop T53 rainbow. Lui donka, io 3bet, lui call, turn 4. Io potbet, lui call, river 2. Aveva i resti davanti, ho dovuto mandarlo all-in e gira 56. Dialogo susseguente:

      - Io: "Oggi si fa beneficenza ai meno fortunati..."
      - Lui: "Vedessi i piatti che ho perso prima"
      - Io: "Se giochi come un handicappato meriti di perderli"
      - Lui: "Gentilmente potresti evitare di offendere?"
      - Io: "Gentilmente potresti morire? Magari di cancro?"

      Questo è il tenore delle conversazioni medie, con la differenza che quando sono in periodo negativo, come vedete, perdo totalmente i lumi e offendo in maniera pesantissima (anche peggio di quello che vedete) e ciò risente sul mio gioco negativamente. In sostanza, non reggo la pressione quando gli idioti sculano e tilto.

      2) Scared money: sempre dietro consiglio di Gala ho passato la sera ad analizzare le mie mani. Risultato: gioco scared money, se al 50 non avevo problemi a sparare 3/4 di piatto al 100 sparo di meno, se al 50 facevo le 2nd barrel al 100 non le faccio mai. Conseguenza: contro i LAG bravi sono fottuto, individuano il leak e chiamano con le merde per bluffarmi contro qualunque scare card perchè sanno che passerò. Quando ho il punto ovviamente la cosa diventa altrettanto exploitabile. Risultato? Pur giocando in una room piena di fish sconsiderati riesco a perdere value e ad andare in crisi puntualmente.

      3) Mancanza di umiltà: studio poco (diciamo zero) e gioco tanto, forse troppo. Temo di stare peccando di presunzione in maniera clamorosa. Commento le giocate degli altri al tavolo come se le mie parole fossero il Verbo e intanto non riesco a progredire. Posto ogni tanto le mani, ma non partecipo più ai coaching. Essendomi disinteressato alle altre room ho perso il livello Oro e non sono aggiornato sui contenuti. Credo che i buoni guadagni degli ultimi mesi mi abbiano fatto decisamente montare la testa. Per la vostra esperienza: voi quanto del vostro tempo libero che spendete nel poker dedicate allo studio e quanto al gioco? Credo di voler bruciare le tappe troppo velocemente senza la necessaria esperienza e la cosa mi fa incazzare due volte per fattori miei contingenti.

      Come vedete non è un topic di lamentele su bad beat e asini: anche in tilt e in downswing (perchè comunque, a parte tutto, gira davvero malissimo) cerco di restare positivista e non invoco bad beat e room rigged. Tuttavia ogni aiuto è gradito: se devo riprendere lo devo fare in modo da fare il salto che il buon Gala (sempre lui, grazie per la chiacchierata) ha definito "Da fish a shark". Quello che è certo è che se ripartirò lo farò dal NL25, anche se ho il BR per il 50, attuando un BR management molto conservativo: tuttavia per ora sono in dubbio se riprendere o no, e non della serie "Sei abbattuto ma alla fine ci rigiochi" ma perchè davvero potrei stoppare e basta.

      Un grazie anticipato per ogni contributo.
  • 20 risposte
    • Soprattutto
      Soprattutto
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2007 Contributi: 2.887
      Traxxer,
      ti capisco benissimo. Ci sono passato anche io.
      Anche io mi sono detto "o miglioro o mollo"
      Anche io sono stato ricacciato indietro per ben due volte allo .025/.50 FL.
      Cosa ho fatto?
      Sono stato 5 giorni senza giocare ed ho cambiato specialità. Il cash mi stressava. Sono tornato ai sit.
      Ora gioco pochissimo e studio di più.
      Diciamo che il tempo che dedico al poker (solo un'ora e mezza al giorno) è diviso equamente tra studio e gioco.
      Poi credo sia necessario non porsi delle aspettative eccessive.
      Insomma sono tutte cose che credo tu già sappia.
      In bocca al lupo Traxxer!
    • MiStrZZZPupil
      MiStrZZZPupil
      Bronzo
      Presente da: 05-03-2008 Contributi: 1.690
      L'originale di SoprattuttoTraxxer,
      ti capisco benissimo. Ci sono passato anche io.
      Anche io mi sono detto "o miglioro o mollo"
      Anche io sono stato ricacciato indietro per ben due volte allo .025/.50 FL.
      Cosa ho fatto?
      Sono stato 5 giorni senza giocare ed ho cambiato specialità. Il cash mi stressava. Sono tornato ai sit.
      Ora gioco pochissimo e studio di più.
      Diciamo che il tempo che dedico al poker (solo un'ora e mezza al giorno) è diviso equamente tra studio e gioco.
      Poi credo sia necessario non porsi delle aspettative eccessive.
      Insomma sono tutte cose che credo tu già sappia.
      In bocca al lupo Traxxer!
      Io non condivido niente di quello che dice soprattutto.

      Personalmente se per un periodo vado male prendo una pausa di 2-3gg mi guardo video sessioni di amici coaching, quasliasi cosa magari fatti fare qualche coaching da elves o poz o wazaari. Ad ogni modo quando io ho dei problemi non sono quasi mai psicologici, e se la gente mi scula in faccia mi va bene, mi basta sapere che la mia giocata andava bene. Il risultato della singola mano non conta, conta il modo in cui l'hai giocata.

      Altra cosa tornando a quello che diceva soprattutto sulle "aspettative" troppo eccessive. Io penso che sia giusto crearsi degli obiettivi mese per mese, giocare un tot di ore al giorno etc, senza stressarsi troppo, ma non cambiare specialità rotfl!

      Ultima cosa quando le cose vanno male non buttarti giù, io sono del parere che una persona riceve quello che ha dato, in egual misura.
    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.855
      L'originale di MiStrZZZPupilAd ogni modo quando io ho dei problemi non sono quasi mai psicologici, e se la gente mi scula in faccia mi va bene, mi basta sapere che la mia giocata andava bene. Il risultato della singola mano non conta, conta il modo in cui l'hai giocata.
      Credo che tu abbia centrato il problema fondamentale: non riesco ad accettare che certi imbecilli vincano, fosse anche per una mano. E' un mio limite, senza dubbio di umiltà. Dovrei giocare a scacchi, forse: lì la fortuna conta zero.
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.832
      Sarà questione di autocontrollo. Quando si gioca a poker bisogna essere freddi come un cecchino, e indifferenti a tutto e a tutti.

      Io ho come regola base di non usare proprio la chat. Potrebbe essere un consiglio. Rispondo solo a domande come "di dove sei?" e "come è il tempo adesso in Calabria?" dopo le bad beat non fare commenti, se ti insultano non rispondere. Le brutte parole resteranno in bocca a chi le dice ed aumenterà il SUO livello di nervosismo, non vedendosi calcolato.
    • JoeTony
      JoeTony
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2008 Contributi: 277
      L'originale di SoprattuttoTraxxer,
      ti capisco benissimo. Ci sono passato anche io.
      Anche io mi sono detto "o miglioro o mollo"
      Anche io sono stato ricacciato indietro per ben due volte allo .025/.50 FL.
      Cosa ho fatto?
      Sono stato 5 giorni senza giocare ed ho cambiato specialità. Il cash mi stressava. Sono tornato ai sit.
      Ora gioco pochissimo e studio di più.
      Diciamo che il tempo che dedico al poker (solo un'ora e mezza al giorno) è diviso equamente tra studio e gioco.
      Poi credo sia necessario non porsi delle aspettative eccessive.
      Insomma sono tutte cose che credo tu già sappia.
      In bocca al lupo Traxxer!
      La vedo proprio come Soprattutto, ho fatto esattamente la stessa cosa che hai fatto tu, dedicandomi molyo più allo studio.

      In merito al discorso delle sculate, devi essere un borg, se sei money scared, scendi di limite.

      Questo è il mio parere :D
    • noelga
      noelga
      Bronzo
      Presente da: 01-02-2009 Contributi: 7.063
      Come lessi in uno degli articoli psicologici, bisogna innanzitutto giocare nella propria zona di confort.
      Quindi se il NL100 ti fa sentire a disagio, costruisciti un bankroll più cazzuto per poter poi affrontare con serenità il nuovo livello. La tua serenità mentale ringrazierà, perché anche se perderai 6 buy-in di seguito per badbeat o cooler in un bankroll di una certa consistenza, questo non ti cambierà molto la vita perché sarai più o meno allo stesso punto. Ci sono giorni in cui vincerai parecchi colpi, altri in cui ne perderai, altri in cui dovrai semplicemente limitare le perdite.

      Comunque concordo con soprattutto sul fatto che specialmente all'inzio non bisogna avere fretta; il primo obiettivo generalmente è quello di migliorare il gioco, dopo ci si può porre obiettivi più concreti del genere, giocare 1000 sit questo mese etc etc.

      Prenditi una pausa (2-3 gg) dal gioco giocato, leggiti qualcosa degli articoli psicologici. Nella sezione bronzo ce n'è uno che mi ha aiutato molto (perché anch'io mal digerivo i badbeat): http://it.pokerstrategy.com/strategy/psychology/206/

      In questo articolo ti spiegano che l'importante è fare la giocata giusta e accettare che esistone delle cose che non possiamo controllare e che quindi dobbiamo lavorare solo su quelle che possiamo contollare.

      Partecipa al forum, alle mani giocate dagli altri, rispondi come se fossi tu il coach, metti alla prova la tua conoscenza teorica, cerca di capire a che punto sta il tuo studio, abbi pazienza, per diventare veramente bravo serve tempo e studio, non avere fretta di "arrivare", gioca in "zone" che ti permettono di capire se ce qualcosa che non va nel tuo gioco senza far troppi danni, fortifica la tua conoscenza, riguarda alcuni video che alle volte riesci a carpire cose che ti erano sfuggite in precedenza.

      Insomma ricomincia da quasi zero.
    • Soprattutto
      Soprattutto
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2007 Contributi: 2.887
      L'originale di MiStrZZZPupil
      L'originale di SoprattuttoTraxxer,
      ti capisco benissimo. Ci sono passato anche io.
      Anche io mi sono detto "o miglioro o mollo"
      Anche io sono stato ricacciato indietro per ben due volte allo .025/.50 FL.
      Cosa ho fatto?
      Sono stato 5 giorni senza giocare ed ho cambiato specialità. Il cash mi stressava. Sono tornato ai sit.
      Ora gioco pochissimo e studio di più.
      Diciamo che il tempo che dedico al poker (solo un'ora e mezza al giorno) è diviso equamente tra studio e gioco.
      Poi credo sia necessario non porsi delle aspettative eccessive.
      Insomma sono tutte cose che credo tu già sappia.
      In bocca al lupo Traxxer!
      Io non condivido niente di quello che dice soprattutto.

      Personalmente se per un periodo vado male prendo una pausa di 2-3gg mi guardo video sessioni di amici coaching, quasliasi cosa magari fatti fare qualche coaching da elves o poz o wazaari. Ad ogni modo quando io ho dei problemi non sono quasi mai psicologici, e se la gente mi scula in faccia mi va bene, mi basta sapere che la mia giocata andava bene. Il risultato della singola mano non conta, conta il modo in cui l'hai giocata.

      Altra cosa tornando a quello che diceva soprattutto sulle "aspettative" troppo eccessive. Io penso che sia giusto crearsi degli obiettivi mese per mese, giocare un tot di ore al giorno etc, senza stressarsi troppo, ma non cambiare specialità rotfl!

      Ultima cosa quando le cose vanno male non buttarti giù, io sono del parere che una persona riceve quello che ha dato, in egual misura.
      Non ho capito cosa non condividi del mio discorso.

      Abbiamo detto le stesse cose in linea generale.

      Studiare il proprio gioco, studiare strategia e non crearsi aspettative eccessive. Punto.

      Per il resto ho raccontato il mio percorso.

      Ah Mrzzzzpupil accendere il cervello prima di leggere, no? rotfl
    • elfigus
      elfigus
      Black
      Presente da: 08-12-2008 Contributi: 7.206
      non so cosa intendi x studio.. se intendi anche il solo leggere questo forum + vedere video o vedere altri video su pokertube ecc.. io gioco 2 ore e ne perdo almeno il doppio sul poker senza giocare ^^
    • sauzer00
      sauzer00
      Bronzo
      Presente da: 11-15-2007 Contributi: 5.642
      Purtroppo trax sto passando anche io sto periodo .... e non so come consigliarti :p

      Apriamo una società ? i tiltati S.r.l

      E vendiamo materiale anti rottura da dare in mano a giocatori che tiltano easy e che devono assolutamente lanciare qualcosa contro il muro per sfogarsi ???
    • Brianmayroma
      Brianmayroma
      Bronzo
      Presente da: 08-30-2008 Contributi: 4.004
      Diavolo se potessi darti dei consigli te li darei, ma non ne ho davvero, credo di avere bruciato bankroll considerevoli almeno 3 o 4 volte...considerevoli parlo di 500 dollari a volte anche seicento tutti faticati...quindi...non sono la persona più adatta.

      Purtroppo se vogliamo avere grandi risultati una delle basi importanti è la disciplina, anzi la più importante, ci sto lavorando su, piano piano comincio a smussare quegli angoli del mio carattere spigolosi che mi hanno rovinato i grandi risultati raggiunti, speriamo di arrivare ad un controllo totale.

      Ecco magari possiamo utilizzare topic come questo per confrontarci e darci consiglio in merito,anche se in realtà la vera riflessione dobbiamo farla con noi stessi...però magari ci si può porre degli obiettivi.


      o.t.
      sembro uno degli alcolisti anonimi.

      lol.
    • cavSilvio
      cavSilvio
      Bronzo
      Presente da: 01-02-2009 Contributi: 509
      Ciao,
      La cosa incredibile sai qual'è ?
      Fai una profonda e dettagliata analisi dei tuoi difetti/problemi, ne conosci le soluzioni, ma non riesci a metterle in pratica.

      Per questo forse possiamo aiutarti relativamente poco, autodisciplinarsi è forse una delle cose più difficili da fare.

      Tra l'altro siamo online, non aspettarti che il tuo coach ti dia delle bacchettate sulle mani a ogni vaff... che dici in chat.

      A volte anche io mi innervosisco per sculate incredibili ecc..
      Proprio per evitare che la situazione degeneri chiudo il tavolo.
      Si, penso semplicemente che la luck-edge su quel tavolo non è sufficiente e passo da un'altra parte. Anche se gli ho lasciato uno stack, lo riprenderò su un'altro tavolo, non quello.

      Razionalmente se hai davanti uno che ti rilancia con 74o e poi chiude scala al river, dovresti giocarci perché è loose e nel lungo termine ti ridarà tutto con gli interessi. Io dico: nel lungo termine quindi un altro giorno.. mi prendo una nota e me ne vado.

      In pratica foldo situazioni marginali, non rilancio sapendo di poter perdere.

      ;)

      Comunque, potresti essere salito troppo presti di livello, non credere non basta avere solo il BR sufficiente, bisogna avere la testa "sufficiente".

      Se sei abituato che un piatto di 70$ è un piatto "importante" quando passerai al livello successivo un piatto di 140$ deve avere la stessa importanza, ma forse tu non riesci a "vederla" e ti sembra un piatto "eccezzionale" mentre uno di 70$ è ancora "importante" e invece dovrebbe essere "marginale"... ecc...

      Quando sono passato dal 5/10c al 10/20c ho avuto l'effetto contrario, ovvero trattandosi di importi relativamente piccoli, non giocavo "scared", ma comunque, ho passato un periodo in cui entravo in piatti che mi "sembravano" grandi, in realtà erano di 3/4 BB, poi review che ti review... l'ho capita.
      Magari devi solo "metabolizzare " il livello.

      Riguardo al tempo studio/gioco sono molto più principiante di te, e adesso studio molto comunque diciamo che per ogni ora di gioco faccio 1/2 d'ora di review e 3/4 d'ora di studio "generico"

      Bye
    • destrolindo
      destrolindo
      Bronzo
      Presente da: 08-25-2007 Contributi: 3.778
      penso si riferisse al discorso di tornare ai sit :)

      Traxxer....noelga ha ragione, gioca nella tua zona di comfort. Al 100% ti sei montato la testa come TUTTI quelli che cominciano a giocare nelle room fishettose, lo so xke sono agente su ste room e quando dopo un po il tizio perde cominica a dirmi che è rigged che molla tutto, dimenticandosi che con conoscenze basse di poker ha fatto soldi veri.

      Ora fai level down, se i soldi che fai al 50 nn ti bastano fatti fare coaching, studia robe del genere.
      Fatti un foglio excel e traccia le tue statistiche: mani giocate, soldi vinti, ore...in modo da poter fare un grafico e tener conto del tuo winrate. E' fondamentale, la gente nn si rende conto che,ammesso che sia vincente sugli avversari, perdere 10-15 buyin capita spesssissimo se si gioca cash sh, e ne puoi perdere anche di piu anche se piu raramente.
    • frekks
      frekks
      Bronzo
      Presente da: 01-16-2009 Contributi: 3.335
      Come lessi in uno degli articoli psicologici, bisogna innanzitutto giocare nella propria zona di confort. Quindi se il NL100 ti fa sentire a disagio, costruisciti un bankroll più cazzuto per poter poi affrontare con serenità il nuovo livello. La tua serenità mentale ringrazierà, perché anche se perderai 6 buy-in di seguito per badbeat o cooler in un bankroll di una certa consistenza, questo non ti cambierà molto la vita perché sarai più o meno allo stesso punto. Ci sono giorni in cui vincerai parecchi colpi, altri in cui ne perderai, altri in cui dovrai semplicemente limitare le perdite.

      +1
      anch'io nn ho fatto level up anche col BR giusto x nn accusare questo problema.

      Sulle bad beat e riscontri psicologici:

      E' chiaro che perdere lo stack contro un coglione che ti chiama il push al turn con gutshot da fastidio, però mo la questione va analizzata a freddo e con la massima razionalità e lucidità possibile.
      Ragioniamo x assurdo: Immagina un poker senza bad beat, si va allin e gli out di chi sta sotto nn escono mai, insomma una poker room "giusta", anche nel breve periodo.
      Cosa succederebbe a questa room e ai suoi giocatori?
      Esattamente questo: i fish perderebbero SEMPRE, e i giocatori forti vicerebbero SEMPRE, poi però i fish o smettono di giocare o vanno broke, e smettono lo stesso.
      Rimarrebbero solo giocatori bravi che si equivalgono come abilità, che però se nn sono gmbler accaniti smetterebbero di giocare, perchè il loro valore atteso sarebbe solo la perdita del rake.
      Quindi il poker perfetto e giusto nn può esistere, perchè chiuderebbe subito.
      Detto questo risulta evidente il ruolo delle bad beat: sono un investimento (forzato) per i giocatori bravi, affinchè i fish restino.
      Volendo paragonare il poker ad un impresa le bad beat sono la pubblicità.

      Avendo chiaro questo concetto si rosica di meno e magari si evita di tiltare.
    • noelga
      noelga
      Bronzo
      Presente da: 01-02-2009 Contributi: 7.063
      Inoltre è normale che un giocatore bravo riceva più badbeat visto che normalmente parte avanti, il fish invece è un distributore di badbeat.

      Ricorda sempre che AA e KK non sono sinonimo di vittoria certa.
    • CortoMaltes
      CortoMaltes
      Bronzo
      Presente da: 09-21-2007 Contributi: 688
      Traxx,

      la soluzione è dentro di te ;-)
      ti scrivo quello che dovrei scrivere a me stesso :-(.

      1. Disabilità la chat e valuta le persone per weak o strong segnandoti i loro leaks il tutto fatto da professionista quindi distaccato
      2. giochi in BR ma non sei nella tua sfera di confidenza aumenta il bankroll del 30% e vedrai che la cosa cambia ... magari per evitare di tiltare al cambiamento di Level fai un tavolo alla volta e poi a crescere in maniera tale che ti adatti piano piano
      3. in questo momento hai bisogno di studiare PS e libri ... 1 ora al giorno di gioco 30 min di analisi della mani e 1.30 di letture e video ... il tutto giornalmente
      4. tieni conto che sei stressato perche non lavorando devi fare performance e quindi giochi con tensione
      5. ricordati di fare sport che ti scarica :-)
      6. Basta fumare :-)

      Cmq ha sottolineato errori che ho commesso anche io ... e che ancora commetto nonostante tutto

      Traxx fuori i coglioni facile quando le cose ti vanno bene ... è nei momenti di difficoltà che si vedono gli uomini.

      Faccio il tifo per te!!
    • april4
      april4
      Bronzo
      Presente da: 09-13-2008 Contributi: 1.530
      Quel che dice Corto mi sembra molto azzeccato. Sembra proprio che tu abbia già individuato i problemi e le possibili soluzioni sono in parte da ricercare dentro di te (comportamento al tavolo) in parte le hai già trovate (level down e maggiore studio direi).
      Io sono il primo a predicare bene e razzolare male per carità, ma questi thread sono utili anche per gli altri oltre che per te stesso, quindi ti ringrazio.

      Non so, io mi sono prefissato degli obiettivi per aprile, li sto mancando quasi tutti, e per cercare di farli sto tralasciando lo studio (ne faccio, ma molto meno), e sentendo la pressione patisco di più le sconfitte subite da gente assurda (lo dico sempre, io non sono bravo, ma conosco il limite fra l'essere mediocre come me e l'essere pokeristicamente del tutto ignorante).

      Per di più giocando prevalentemente su una room senza hand history non posso postarle. Ma in realtà è una scusa, potrei segnarmi appunti su un foglio e postarle; solo che è un periodo che sono troppo preso dal raggiungimento degli obiettivi e questo stravolge il mio modo di lavorare.
      Mi limito a leggere le mani degli altri e ogni tanto lasciare un commento.
      Non è un male assoluto, nel senso che se ci accorgiamo dei nostri errori e ne parliamo, molto è già fatto! Al diavolo gli obiettivi, probabilmente ce ne siamo posti di troppo alti, o abbiamo tralasciato in fase di pianificazione aspetti come il tempo a disposizione e la necessaria freschezza mentale per fare tutto quanto.

      Potrebbe esserti capitato questo? La troppa pressione poi porta a tutta una serie di altri errori (poco studio, nervosismo etc) che sembrano i nostri problemi ma in realtà sono sintomi di altro ancora.

      Se, come leggo, in questo periodo il poker è il tuo unico mezzo di sostentamento (se ho capito bene eh) questo potrebbe essere un grossissimo problema in effetti, l'effetto scared money aumenta moltissimo.

      Comunque lascia stare la chat, io volevo aprire un thread sulla questione da quando gioco su una .it ho trovato un livello di cultura pokeristica scandaloso e una maleducazione fuori dal normale.
      Basti dire che su FT ti insultano se giochi troppe mani da fish, qui ti insultano se giochi poche mani perché l'importante è far vedere che si hanno le palle e invece di comprare il "gratta e vinci" ti compri il "river e vinci" (uno m'ha detto che sono triste perché giocavo poche mani, un giocatore ridicolo senza coglioni). Oppure posso dire che mi hanno insultato in tre perché in un DON mandavo la vasca ogni mano quando eravamo ormai tutti a permi "che demente, come si fa a giocare a poker così..."

      Vale la pena prendersela a male con certa gente? Consumare energie mentali e nervose (e magari alla fine porsi al loro livello?). Direi proprio di no.

      Tieni duro, sono certo che ritroverai pazienza, determinazione e risultati, e come dice Corto, anche se serve forse a poco, ricordati che hai una community intera che non può far altro che tifare per te :)
    • Danyx69
      Danyx69
      Bronzo
      Presente da: 03-27-2008 Contributi: 813
      traxx ti do un consiglio.. non dichiarare mai a un fish di essere fish...quindi non insulatare mai un giocatore cosi pesantemente... primo perchè non ha senzo.....
      e secondo se uno e fish meglio lasciarlo tale...

      Poi traxx molti giocatori giocano solo per giocare senza stare li tanto a penzare alla matematica giocato un po a muzzo... e non importa a loro essere chiamati fish o donk a loro importa solo giocare ogni atnto perdere qualcosina e basta...
      Ogni tanto vinceranno (magari sculando) si sentiranno orgogliosi e poi andranno di nuovo a perdere tutto un giorno perderanno ccontro di te un giono no... l'importante che loro perdno alla lunga tanto poi a fine mese tutti i nodi vanno al pettina...


      I giocatori scarsi partono indietro e sculano i giocatori bravi nn sculano perchè partono sempre avanti....

      un altra cosa traxx studiare è molto importante perchè come te ben sai questa è una scuola di poker... e non si puo pensare di giocare senza aver studiato...
    • Galandil
      Galandil
      Bronzo
      Presente da: 02-19-2008 Contributi: 4.997
      Non voglio ripetere quello che ti ho detto nella lunga chiaccherata di ieri sera, sarò breve.

      Stai semplicemente sprecando tanto potenziale, giocando invece di studiare (necessario e fondamentale), continuando a giocare in tilt invece di fermarti, e di conseguenza facendo cazzate abominevoli (mano con KQs da BU che mi hai raccontato ieri, l'hai giocata da fish di primo pelo, non ti offendere, assimila le cazzate che hai fatto e NON rifarle mai più ;) ), e pensando di essere "arrivato" quando vinci.

      Non puoi accedere agli articoli/video dal silver in su, ok, ma partecipare al coaching del buon Elves ti sembra una cazzata? IO, che francamente e onestamente ho molta più esperienza di te, l'ho seguito l'altra volta e lo farò ancora e ancora, perché c'è sempre anche la singola situazione che non sappiamo gestire e dalla quale possiamo imparare discutendone col coach, e così via.

      La presunzione te la devi scordare e no, ora come ora NON PUOI pensare di campare col poker, fosse anche su una room fishettosa come quella. No presunzione, tanta, tanta pazienza, autocritica a 3000 e studio studio studio. Non ci sono altre vie per arrivare al successo in questo gioco. E DEVI accettare come è stato detto da Frekks le bad beats e i suckouts, fanno parte del gioco e mi piace anche molto la metafora sulla "pubblicità". :D

      Ora, smettila di frignare e mettiti sotto con lo studio, che puoi arrivare molto in alto, sta a te decidere di farlo o meno. :)
    • wazaari
      wazaari
      Bronzo
      Presente da: 10-03-2007 Contributi: 7.384
      L'originale di CortoMaltesTraxx,

      la soluzione è dentro di te ;-)
      ti scrivo quello che dovrei scrivere a me stesso :-(.

      1. Disabilità la chat e valuta le persone per weak o strong segnandoti i loro leaks il tutto fatto da professionista quindi distaccato
      2. giochi in BR ma non sei nella tua sfera di confidenza aumenta il bankroll del 30% e vedrai che la cosa cambia ... magari per evitare di tiltare al cambiamento di Level fai un tavolo alla volta e poi a crescere in maniera tale che ti adatti piano piano
      3. in questo momento hai bisogno di studiare PS e libri ... 1 ora al giorno di gioco 30 min di analisi della mani e 1.30 di letture e video ... il tutto giornalmente
      4. tieni conto che sei stressato perche non lavorando devi fare performance e quindi giochi con tensione
      5. ricordati di fare sport che ti scarica :-)
      6. Basta fumare :-)

      Cmq ha sottolineato errori che ho commesso anche io ... e che ancora commetto nonostante tutto

      Traxx fuori i coglioni facile quando le cose ti vanno bene ... è nei momenti di difficoltà che si vedono gli uomini.

      Faccio il tifo per te!!
      Non posso che quotare quasi tutto...
      Molte cose sono le stesse che ho pensato mentre leggevo il tuo topic.

      La chat è una cosa totalmente inutile... perdita di tempo/concetrazione.. imo un buon giocatore dovrebbe non guardarla o se non ci risce disabilitarla..

      Riguardo al tuo gioco.. beh che dire.. sicuramente come tutti hai dei leak e qlcs da coreggere ( x quello che ho visto nelle sessioni comuni secondo me è 1 po trp exploitable da giocatore attento/pensanti).
      CMQ è assolutamente 1 gradino sopra alla media di quel livello di QUELLA room...applicando una strategia preflop BASIC ed un gioco post flop TAG ogni player di poker strategy che abbia 1 minimo di esperienza è vincente in questo contesto...

      Ovviamente giocare senza mai studiare è 1 errore da correggere se vuoi migliorarti...

      In bocca al lupo ;)
    • 1
    • 2