Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare su questo sito, accetterai i suddetti cookie. Per maggiori dettagli e per cambiare le tue impostazioni, guarda la nostra Policy sui Cookie e la Policy sulla Privacy. Chiudi

Impariamo a vincere oggi e domani

    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      Su spunto di Galliani, apro questo thread dove vorrei che ognuno di noi , in base alla propria esperienza e indipendentemente dalla specialità praticata, volesse dare il suo contributo per discutere insieme su cosa renda un giocatore vincente nel breve e nel lungo periodo. Non voglio ovviamente che le persone rendano pubbliche le proprie strategie articolate, quanto che ognuno dia degli spunti e faccia delle riflessioni per aiutare gli altri in un puro esercizio di maieutica socratica a tirare fuori la parte vincente del loro gioco così da vincere quell'inerzia iniziale che molto spesso ci relega in una mediocrità pokeristica che nasce sia da una troppa adesione alla teoria, sia da sbagliate convinzioni personali accumulate e sedimentate nel tempo, sia dal ripetere degli errori perchè non ci facciamo le giuste domande di partenza. Mi piacerebbe che chi è vincente, aiuatasse gli altri ad esserlo perchè secondo me vero campione è colui che una volta ottenuti i risultati si compiace di poter mostare agli altri la via giusta. Sono dell'opinione che non sia giusto fornire troppo una "pappa scodellata" perchè ognuno ha sacrificato tempo e sudore per riuscire a raggiungere le proprie vette, sono anche dell'opinione però che insegnare agli altri a scegliere le corde giuste e i giusti punti di appiglio non voglia dire fare la scalata al posto loro. Spero che questo diventi un grande thread con i contributi di tutti, questo perchè grande è la mia idea di quanto questo possa diventare grande :) Con umiltà e con tanta voglia di crescere.
      Enrico
  • 38 risposte
    • ErMandrakeAA
      ErMandrakeAA
      Bronzo
      Presente da: 12-05-2008 Contributi: 4.996
      La pazienza senza dubbio..

      Se uno ha studiato almeno le basi, e gioca ai livelli più bassi..con la pazienza sarà vincente..poi il resto dipende dal talento e dall'applicazione..per fare le scalate ai livelli più alti..

      Ma con la pazienza e un minimo di applicazione, sicuramente non ci si rimettono soldi..che è poi la cosa più importante

      Pokerstrategy mi ha aiutato tanto sotto questo aspetto :)
    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      Grazie Mandrake per il contributo, la pazienza sicuramente è una dote indispensabile, lo studio pure, mi trovi d'accordo. Noi siamo ancora neofiti e vorrei che qualcuno dei più esperti lanciasse qualche sasso nello stagno delle considerazioni, così che tanti possano essere i cerchi concentrici di pensiero e le valutazioni da sviluppare ;) Quindi esperti e meno esperti non fate i timidi e dite la vostra :)
    • ErMandrakeAA
      ErMandrakeAA
      Bronzo
      Presente da: 12-05-2008 Contributi: 4.996
      L'originale di bhodyGrazie Mandrake per il contributo, la pazienza sicuramente è una dote indispensabile, lo studio pure, mi trovi d'accordo. Noi siamo ancora neofiti e vorrei che qualcuno dei più esperti lanciasse qualche sasso nello stagno delle considerazioni, così che tanti possano essere i cerchi concentrici di pensiero e le valutazioni da sviluppare ;) Quindi esperti e meno esperti non fate i timidi e dite la vostra :)
      Ma grazie di che, se non ci aiutiamo tra di noi ;)
    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      Faccio una riflessione sulla base delle 78 visite ricevute e della sola partecipazione del buon Mandrake. Quello che sto per dire non vuole essere polemico ma mi sembra una considerazione utile e uno spunto per riflettere.
      Ora personalemente ritengo che un thread di questo tipo, al di là che l'ho iniziato io ma potrebbe averlo fatto chiunque, dovrebbe suscitare in una comunità attenta e alla ricerca di miglioramenti continui, come ritengo sia il gruppo di pokerstrategy, una partecipazione più attiva magari un vero e prorio dibattito costruttivo tra tesi personali e teorie più o meno consolidate. Questo finora non è avvenuto e sinceramente mi dispiace. Allo stesso tempo mi chiedo di che valore possano essere i thread nella sezione "i tuoi successi" se poi quando si parla del "come" e non solo del "vinto" cala un silenzio imbarazzante... Il mero compiacimento del raggiunto è sicuramente un esercizio più facile dell'analisi sulla metodologia applicata per ottenerlo, questo anche perchè analizzare significa magari anche scoprire che dietro a molti sucessi si cela più l'ombra della fortuna che un vero e proprio merito personale...
      Con questo non voglio assolutamente dire che chi vince scula e punto, voglio solo dire che se chi vince si mettesse anche nella condizione di indicare agli altri delle vie possibili per farlo questo gli potrebbe fare solo onore, diversamente mi viene il legittimo dubbio che o si sia troppo gelosi di dividere anche solo il proprio approcio mentale al gioco, o che si sia tristemente consapevoli che il proprio culo non lo si può "prestare" in giro e meno che meno spiegare agli altri, visto che questo vorrebbe dire confessare la propria intrinseca fragilità di giocatori.
      A chiosa di questo mia riflessione auspico che qualcuno si faccia sentire e dica la propria perchè mi sembra che ci siano diverse persone che raggiungono risultati degni di menzione e potrebbero contribuire ad alimentare un discorso generale interessante per tutti nell'ottica di una crescita di tutto il forum ma in fondo anche propria. Sono infatti convinto che chiudersi in una torre d'avorio a poco serva se non a soffocare una volta che l'ossigeno di un sano confronto e di un sano dibattito dialettico viene meno.
      Con fiducia
      Enrico
    • danielasso
      danielasso
      Bronzo
      Presente da: 02-15-2008 Contributi: 12.124
      ciao bhody

      ti dico in breve il mio pensiero.
      In questo forum ci si aiuta per migliorare il nostro gioco e c'è molta gente disponibile: i vari coachs, Zucchero e i supervisori

      tutti coloro che vincono hanno cmq sudato e lavorato tanto nel forum, postando tonnellate di mani per discutere su quale fosse il miglior modo di giocare
      Così facendo hanno eliminato i loro errori fino a trovare un buon gioco.

      Questo vale per tutte le discipline.
      Cosa possiamo scrivere in questo thread ?

      Io ti consiglio di farti sentire nelle sezioni di analisi mani, anche a costo di essere rompiballe :D , ma è così che devi fare!
      Nessuno ti può scrivere quà come si vince ! ma soprattutto come farebbe ? Ci sono miliardi di situazioni di gioco che sono state affrontate diverse volte, facendo errori ... e poi è stata trovata la soluzione, ovvero il miglior modo per giocare una certa mano, contro un certo avversario in una certa situazione.... etc etc... penso che tu abbia capito.

      Non so che disciplina giochi tu ? Devi andare nella sezione startegica e vedrai che c'è molta gente disponibile !

      Per quanto riguarda i MTT, ci vuole anche culo... sappilo, molto culo in generale! Ma Williss ha fatto dei buoni video dimostrativi e cmq puoi andare nella sezione MTT per discutere di situazioni varie di gioco


      ciao
    • Raspa88
      Raspa88
      Bronzo
      Presente da: 11-28-2008 Contributi: 1.481
      Sì danielasso sono d'accordo che negli MTT ci vuole molto culo...xkè purtroppo è più facile anche capitare in situazione limite come AK contro QQ oppure AA contro KK un cui se parti sotto puoi solamente sperare nella sculata...
      Cmq da quando ho letto il libro di Trevix se non sbaglio sugli MTT devo dire che la posizione a premio nn è poi così utopica, in quanto appunto consiglia di giocare, perlomeno negli MTT non turbo una tattica parecchio, ma parecchio tight, giocare mani speculative da posizione e poi da quando si entra in zona premio in poi decidere se avere una tattica aggressiva in modo da o uscire subito o perdere il torneo, oppure una tattica più attendista per cercare di arrivare al tavolo finale... Questo è un buon metodo, poi il culo serve pure nei sit&go :D
      X quanto riguarda bhody mi associo a danielasso completamente, è utilissimo postare nei thread della sezione mani xkè se ti dovessi rispondere alla domanda che hai fatto tu dovrei rispondere anch'io che ci vuole pazienza a lungo termine e culo a breve :D
    • danielasso
      danielasso
      Bronzo
      Presente da: 02-15-2008 Contributi: 12.124
      nei sng non è culo, è preparazione !

      certo che nel singolo sng ci vuole culo... ma su 1,000 sng emergono le skills
    • Ryuga84
      Ryuga84
      Bronzo
      Presente da: 11-22-2007 Contributi: 4.112
      Ciao bhody.... ;) mi sembra di capire che ti interessano i mtt.... e parli di strategia per mtt... fidati non è voler non rispondere... ma semplicemente quasi impossibile rispondere in solo post senza scadere sul banale e sul gia detto... personalmente ho parlato molto di strategia mtt... di quale sia secondo me la formula magica...anzi di come ricercarla... sull'approccio al torneo, sulla struttura..se rischiare tutto subito o giocare tight... insomma ne ho parlato miliardi di volte...moltissimo nel mio blog... moltissimo nelle mani nella sezione mtt e nelle discussioni generali mtt....tutto con la collaborazione di tutti quelli che hanno contribuito ad interessanti discussioni in passato... ora scriverti qui in poche righe il gia detto di anni interi mi sembrebbere sbagliato risultando solo banale e scontato...
    • Soprattutto
      Soprattutto
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2007 Contributi: 2.907
      La risposta alla tua domanda è sotto i tuoi occhi: POKERSTRATEGY.

      Non esiste la formula magica. Solo studio ed applicazione. Quindi Pokerstrategy ti fornisce tutto quello di cui si necessità x diventare dei buoni giocatori.

      In pratica dipende solo da noi. Poi uno arriverà prima, uno dopo a seconda del talento e dell'applicazione.
    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      Ciao Ragazzi :) ,
      intanto sono contento che il thread si sia animato, il sasso lanciato nello stagno ha sortito l'effetto voluto e questa è una cosa positiva.
      Comincio a rispondervi con ordine visto che ritengo opportuno farlo.

      @Danielasso
      Allora nessuno mette in dubbio che il postare le mani sia una cosa necessaria e indispensabile per migliorare , tuttavia io non intendevo parlare solo di analisi tecnica del gioco ma andare oltre e spingere chi vince con una certa regolarità a discutere serenamente in questo thread su quali siano secondo lui gli approcci migliori per farlo. Personalmente ho preso lo spunto di Galliani in altroo thread in cui si faceva notare come certi giocatori riescano avere, anche in una disciplina dove il "culo" conta molto come gli MTT, dei risultati di una costanza a dir poco impressonante. Per deformazione sono abituato a chiedermi il perchè delle cose e in quest'ottica non penso che questi personaggi vincano con regolarità perchè giocano meglio Ax in posizione rispetto ad altri. Penso che questi talentuosi o presunti tali vincano perchè hanno interpretatto delle variabili di gioco diventando di difficile lettura agli occhi avversari e risultando credibili anche quando uno qualunque nella stessa circostanza non lo sarebbe.
      Mi trovi d'accordo nel pensare che postare le proprie mani sia utilissimo per crescere, mi trovi meno d'accordo sul fatto che postare le proprie mani e evolversi tecnicamente possa bastare per risultare vincenti oggi e domani a certi livelli. Quello che intendo dire che la differenza non la fanno le carte, non la fanno le mani, la differenza a mio giudizio la fa l'approccio mentale. Ti faccio un esempio, in uno dei primi miei approcci al forum, un sabato pomeriggio come questo, leggevo un resoconto di un torneo giocato da Alexinside, dove quest'ultimo commentava alcune giocate da lui effettuate che ai miei occhi inesperti sembravano alquanto bizzarre. Guardavo le mani che lui postava e mi rendevo conto che Alex aveva giocato il torneo senza vedere carte utili ma con un approccio aggressivo e un immagine al tavolo di un giocatore solido, vincente che era riuscito di volta in volta ad ottenere i fold avversari investendo smodatamente parte del suo stack su carte insignificanti su cui nessuno avrebbe investito. Un approccio estremo ma in quell'occasione vincente. Un approccio che per Alex non era sicuramente frutto di un delirio di onnipotenza ma che per lui sicuramente aveva una sua logica intrinseca. Logica che poi era emersa durante il suo lungo post dove lui stesso affermava: "...Non vedevo carte buone e ho dovuto incominciare a giocare come se le avessi...."
      Questo è un approccio mentale ed è questo il senso del thread.

      @Raspa88
      "Pazienza a lungo a termine e culo a breve".... Mi sembra una contraddizione, se hai culo nel breve periodo non ti serve essere paziente per migliorare, se non ce l'hai allora si ti serve applicarti ma la pazienza a mio modesto parere è necessaria ma non sufficiente per essere vincenti nel lungo termine, per il resto ti rimando a quanto risposto sopra ;)

      @Ryuga84
      Apprezzo il tuo non voler essere banale e scontato e immagino che molte delle risposte a tanti interrogativi siano seminate lungo un cammino forumistico che tu hai persorso e all'interno del quale hai potuto condividere in molti occasioni i tuoi pensieri con gli altri utenti. Tuttavia io qui non sono a chiedere di ripetere quanto detto finora, infatti esiste la consultazione dei thread precedenti, del tuo blog, e tempo permettendo mi riservo di dedicarmi a visionarli entrambi. Allo stesso tempo penso che tu, così come altri giocatori in gamba potreste lanciare in quest'occasione degli spunti e delle riflessioni che, come detto sopra, non devono riguardare per forza la tecnica nel suo lato intrinseco, quanto cercare di mettere in luce alcuni pensieri che per voi sono diventati automatismi ma che per un principiante non lo sono. Non si tratta di svelare formule e segreti, si tratta di dare un'idea anche in poche righe di cosa possa significare sapere che si può vincere e lo si farà... Penso che tu capisca cosa intendo e sono sicuro che sarebbe utile approfondire un punto come questo.

      @Soprattutto
      Pokerstrategy fornisce sicuramente moltissime opportunità per migliorare il proprio gioco e diventare vincenti, tuttavia penso che coloro che vincono e seguono pokerstrategy possano dare con alcune loro riflessioni quel qualcosa in più che la teoria, l'applicazione e lo studio non danno. Possono fornire anche solo con alcune loro considerazioni che magari a loro appaiono banali perchè interiorizzate nel tempo, un nuovo punto di vista alla luce del quale anallizzare il proprio gioco e capire come fare per renderlo vincente. Si tratta di chiavi di lettura, non si tratta di situazioni effettive, si tratta di capire cosa alla lunga fa la differenza senza ridurlo a una mera analisi di una mano.
    • Ryuga84
      Ryuga84
      Bronzo
      Presente da: 11-22-2007 Contributi: 4.112
      Bhody.... inizio con il diro una cosa.... leggendo quello scrivi si capiscono gia tante cose.... hai l'approccio giusto al percorso di crescita....imho.... ;) e sono sicuro che otterrai ottimi risultati.. è una previsione...

      Per il resto.. in questi giorni sono a corto di tempo.... quando posso volentieri di approfindire questa cosa...

      ps= la tua firma nel forum... mi ricorda molto le mie paroli finali nell'intervista con pokerstrategy..... mmm estrapolate da li... Genio voglio il diritto d'autore... lol

      pps= premettendo che spero che cambiando il forum e le sezioni non siano andati persi post... se guardi nella sezione mtt mani d'esempio....basta che vai nella mani dove ci sono molti commenti e visualizzazioni e intravedi subito qualcosa che ti può interessare.... così come discussioni generali nella sezione mtt... e così credo anche nel mio blog nella parte iniziale/centrale... quando ancora avevo voglia di scrivere qualcosa apparte badbeat e cazzate...

      Per il resto ti consiglio di leggere il libro di snyder... tournament poker formula... che parla proprio di approccio mentale al torneo...e è sicuramente al di fuori degli schemi convenzionali... ;)
    • Soprattutto
      Soprattutto
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2007 Contributi: 2.907
      [quote][i]
      @Soprattutto
      Pokerstrategy fornisce sicuramente moltissime opportunità per migliorare il proprio gioco e diventare vincenti, tuttavia penso che coloro che vincono e seguono pokerstrategy possano dare con alcune loro riflessioni quel qualcosa in più che la teoria, l'applicazione e lo studio non danno. Possono fornire anche solo con alcune loro considerazioni che magari a loro appaiono banali perchè interiorizzate nel tempo, un nuovo punto di vista alla luce del quale anallizzare il proprio gioco e capire come fare per renderlo vincente. Si tratta di chiavi di lettura, non si tratta di situazioni effettive, si tratta di capire cosa alla lunga fa la differenza senza ridurlo a una mera analisi di una mano.[/quote]Se vivi il forum trovi di tutto e di più.

      La formula magica non esiste. Posta mani, discuti con gli altri utenti, partecipa ai coaching, leggi gli articoli, guarda i video.

      La pappina pronta è impossibile darla a meno di un trapianto di cervello.
    • Ryuga84
      Ryuga84
      Bronzo
      Presente da: 11-22-2007 Contributi: 4.112
      No "soprattutto".... credo di capire cosa intende bhody.... le cose che dici tu sono prepedeutiche... ma non solo la soluzione... tutto quello che dici tu soprattutto sono cose indispensabili e fondamentali... che devono poi portare all'eleborazione di un modo di giocare e di approcciare al torneo mentalmente/tecnicamente/tatticamente tuo personale in base a te...
      Non si diventa Monet seguendo corsi di pittura...si può diventare bravi ma non monet... cioè nel senso...
      Quello che trovi in giro, libri e nella rete...sono tutte cose che devono aiutare a costruire la base sulla quale poi tu trovi il tuo modo vincente di giocare...

      E ci sarà un caso su 100 che ci riesce... si potrebbe essere tutti fenomeni con il solo studio e esperienza... ma non è così... c'è quel qualcosa in +... che poi secondo me pochissimi riescono a trovare... tutto questo è imho... ;)
    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      @Ryuga
      Grazie per la previsione e speriamo che sia di buon auspicio ;)
      Per il resto la volontà di crescere c'è sicuramente ed è per questo che cerco di capire il più possibile anche solo leggendo tra le righe perchè sono convinto che la chiave stia nelle sfumature più che nelle situazioni definite.
      Appena possibile andrò a leggere il tuo blog e le parti sulla sezione mtt da te indicate. Mi farebbe piacere allo stesso tempo che tu approfondissi secondo tua disponibilità di tempo gli aspetti di cui si è parlato sopra.
      Per quanto riguarda le parole in firma, se genio te le ha "prese in prestito" io gli chiederei i diritti d'autore :D
      P.S.
      Il libro di Snyder volevo prenderlo e dopo questa tua ulteriore raccomandazione nel farlo mi deciderò a leggerlo ;)
      Grazie


      @Soprattutto
      Nessuno vuole la pappina pronta, e nessuno vuole farsi trapiantare il cervello di nessuno perchè il mio mi piace e non so se lo cambierei ;) Si vuole solo trovare uno spazio ulteriore a quelli da te indicati, all'interno del quale parlare e riflettere su considerazioni vincenti di giocatori vincenti. Nulla di più e nulla di meno. Il resto è storia :)
    • Soprattutto
      Soprattutto
      Bronzo
      Presente da: 09-16-2007 Contributi: 2.907
      Ryuga, Bhody,

      mi son spiegato male e forse non ho capito bene la discussione.

      Volevo dire che quello che richiede Bhody non può essere raccolto in un post ma sul forum è sicuramente presente.

      Discutendo qui sul proprio stile e confrontandosi con gli altri utenti sicuramente troverai risposta alle tue domande.
    • DanRamone
      DanRamone
      Bronzo
      Presente da: 05-25-2008 Contributi: 1.491
      sono d'accordo con ryuga, quel qualcosa che differenzia un campione nel poker da uno bravo non si può ricercare solo nello studio e nella teoria. C'è un qualcosa, una sorta di sesto senso...lo sapete che il nostro cervello immagazzina tantissime informazioni ma solo una piccola parte è quella che noi chiamiamo conoscienza? Tutte le altre informazioni rimangono nel subconscio e non vengono cancellate dalla mente.
      Ecco queste informazioni sono quelle che ogni tanto ci fanno "sentire" alcune giocate che teoricamente sono -EV ma spesso ci portano un guadagno.
      Io penso che questa percezione (sicuramete molto più importante nel live) aiuta un buon giocatore a diventare un campione.
      Io penso che di moltissimi tell che un avversarsio fa non ce ne rendiamo conto ma la nostra mente li registra...poi ce li "sputa" come sensazioni. Quante volte ci è capitato allo showdown di pensare "cavolo me lo sentivo che aveva quelle carte".
      Penso che questo sia quel qualcosa in più che nel poker fa la differenza specialmente ai livelli più alti.
    • bhody
      bhody
      Bronzo
      Presente da: 11-29-2008 Contributi: 1.098
      Riuppo il thread così magari qualcuno cercherà di fare lo pscicologo anche qui :D
    • elfigus
      elfigus
      Black
      Presente da: 08-12-2008 Contributi: 7.207
      disciplina, starting hands, NO BLUFF , pazienza.

      con queste 4 cose riesci a dominare già molti dei primi livelli in qualsiasi disciplina :)
    • MiStrZZZPupil
      MiStrZZZPupil
      Bronzo
      Presente da: 05-03-2008 Contributi: 1.690
      Never
      Give
      Up



      Practice
      Makes
      Perfect


      Play
      Hard
      Go
      Pro
    • 1
    • 2