WSOP: non si è andati oltre la decenza?

    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.856
      Guardavo la Top 100 dei guadagni su HendonMob e mi è venuta da fare una riflessione. Magari se ne è già parlato abbondantemente, la butto lì.

      Spesso, quando prendiamo bad beat, ci lamentiamo (io in testa) del fatto che degli emeriti imbecilli debbano prendere soldi. Però, se non altro, ci consola il fatto che quelle persone i soldi li riperdano puntualmente. Ad esempio ieri un imbecille mi ha sbattuto fuori con K9 vs TT da un MTT, ma è finito fuori in bolla come è giusto che sia.

      Ma a livello planetario le cose cambiano? Mi sa di sì... scorrendo la classifica ho trovato:

      1) Jamie Gold, uno che ha vinto qualche torneo condominiale con molta difficoltà. Fa delle overbet pazzesche, bluff oltre i confini dello stupido. Mi sta ampiamente sulla balle. Però ha vinto le WSOP
      14) Jerry Yang. Persona che rispetto davvero tanto, ha preparato strategicamente alla perfezione il suo torneo della vita. Però lui sta a un Negreanu come un imbianchino a Picasso
      41) Tuan Lam. Un altro fenomeno sparito nel nulla, arrivato secondo dietro a Yang in quelle WSOP

      Molti Pro si sono lamentati, non a caso ora gode di particolare considerazione il torneo HORSE, che necessita di maggior completezza. Tuttavia mi chiedo che senso abbiano, a questo punto, le WSOP. Eastgate, quello di quest'anno, sembra un buon giocatore, ma nei primi per guadagni ci sono dilettanti che poco hanno a che spartire con questa disciplina.

      Vedere che Tuan Lam, con una serie di colpi di culo, ha guadagnato quanto un mostro sacro come Dewey Tomko, 44 ITM alle WSOP, a premi in mezzo mondo da trent'anni con una regolarità impressionante, mi lascia perplesso.

      Voglio dire... va bene il fenomeno commerciale, ma quando si comincia ad essere in migliaia e migliaia di persone e la varianza arriva a limiti inimmaginabili, ha senso ancora dire che nel poker conta poco la fortuna? Tutto quello che volete, Negreanu continuerà ad andare ITM per i prossimi trent'anni e Jamie Gold sparirà nel nulla. Però intanto, per ora, Gold ha guadagnato più di Negreanu. E io non vedo il senso, la situazione delle WSOP mi sembra più o meno questa. E immagino il povero Pro: elimina un cane e fa double-up, se ne trova un altro che ha le stesse sue chips perchè ha raddoppiato in uno scontro tra cretini. Lo fa fuori e ne trova un altro che ne ha ammazzati altri tre. Lo elimina e ne trova uno che ne ha fatti fuori sette. Di fronte a questa marea anche se parti sempre 80/20 prima o poi ti sculano. Visto il successo planetario dell'Hold'em ho il timore che fra vent'anni l'All Time Money List potrebbe avere ai primi dieci posti dieci idioti che hanno vinto le WSOP. E' troppo, non stiamo mica parlando di un MTT qualunque. Parliamo di dodici milioni di dollari

      Ok... il fascino del poker è anche dato dal fatto che si può arrivare a giocare coi migliori, ma per me avrebbe un senso fare qualcosa per porre un freno a quest'orda di amatori, ad esempio alzare (e non di poco) il buy-in. Ci sono fior di tornei al mondo con buy-in superiore a quello delle WSOP, perchè si incaponiscono a mettere 10.000$? Cominciassero a quintuplicarlo, così un dentista con l'hobby del poker o un agente di starlette di quarta fascia ci pensano due volte prima di andarsi a giocare una paccata di quattrini. E il Guy Laliberte di turno? Beh, cominciassero a mettere delle selezioni. Vuoi andare alle WSOP? Come si fa per tanti tornei ti fai le tue dannate selezioni, e non selezioni "one-shot". Si giocano una serie di tornei satellite, si danno punti, si fanno delle classifiche e a seconda dei buy-in totali si assegnano tot posti. Il poker secondo me dovrebbe decidere se diventare uno sport o se restare una lotteria. Se far prevalere il lato della tecnica o quello del gambling.

      Che ne pensate?
  • 9 risposte
    • DonSalva
      DonSalva
      Bronzo
      Presente da: 08-27-2006 Contributi: 11.700
      penso:
      "manca 'bellavec: CAZZO UNA VIPERA!!!' ", "uh, ma ha scritto un post serio?" e "ma che te ne frega" :D
    • Konami86
      Konami86
      Bronzo
      Presente da: 07-03-2008 Contributi: 868
      concordo abbastanza, il problema alla fine è che è un evento singolo, quindi è difficile che alla lunga esca chi è davvero abile (uno nella vita può giocarle 50-60 volte se gli va bene ma il risultato sarebbe comunque non attendibile, mentre in un mese giocando 1000 sit si riescono a estrapolare già dati significativi su quel giocatore)

      alla fine il bello del poker è che anche lo sconosciuto può fare il colpaccio, questo dà speranza a tanti fish che puntualmente si siedono ai tavoli (parlo in generale, tizio vede che alle wsop caio ha vinto millemila dollari e deposita 1000 dollari su stars/ft/titan con la speranza di parteciparvi un giorno, non sapendo un cavolo di BRM e perdendoli tutti (tranne contro di noi ovviamente :D ))

      però son d'accordo sul fatto di restrizioni all'ingresso, dopotutto è in palio il titolo di campione del mondo, alla fine il web pullula di siti di statistiche e affini, gli aventi diritto a partecipare potrebbero essere quelli ad aver guadagnato di più nell'anno, diventando così un torneo tra sola gente capace...
    • april4
      april4
      Bronzo
      Presente da: 09-13-2008 Contributi: 1.530
      Il poker è la riproposizione del sogno americano, e così anche l'operaio di Detroit può diventare un milionario. E questo è anche uno dei motivi del suo successo,oltre alla facilità di accesso grazie ad Internet.
      Lo scotto si paga in termini di troppa varianza. Credo però che non si possa parlare di sola fortuna, nel superare vari satelliti ed arrivare in alto ci vuole anche capacità di gioco secondo me. Diverso il discorso per chi compra il buy-in diretto agli eventi finali potendoselo permettere. È più su questo tipo di giocatori che occorrerebbe agire in qualche modo.
      Inoltre secondo me l'evento singolo comporta sempre il rischio "parvenue", si pensi alla differenza fra olimpiadi e campionato del mondo da una parte e coppa del mondo dall'altra parlando di sci. Saranno più prestigiose le olimpiadi,ma per me lo sciatore più forte al mondo è quello che vince la coppa! Non so se esista,seguo il mondo del poker da poco,ma dovrebbero creare un circuito (certo ci vorrebbe,se non c'è, una federazione internazionale poker) fatto di 11 tornei, uno al mese, con finale nel mese di dicembre con i soli final table composti dai 9 migliori risultati dai piazzamenti dei mesi precedenti (ovviamente per le varie forme di poker). L'ultimo evento ristretto garantirebbe la dovuta spettacolarità e sarebbe composto solo da chi negli 11 tornei precedenti ha dimostrato bravura e continuità.
    • bellavec
      bellavec
      Bronzo
      Presente da: 01-29-2008 Contributi: 7.815
      cazzo una vipera!

      :D :D
    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.856
      L'originale di Konami86alla fine il bello del poker è che anche lo sconosciuto può fare il colpaccio
      Eh, però come hai detto stesso tu dopo... il colpaccio, non le WSOP! :D

      L'originale di april4Credo però che non si possa parlare di sola fortuna, nel superare vari satelliti ed arrivare in alto ci vuole anche capacità di gioco secondo me. Diverso il discorso per chi compra il buy-in diretto agli eventi finali potendoselo permettere. È più su questo tipo di giocatori che occorrerebbe agire in qualche modo.
      Beh... diciamo che c'è chi va avanti tramite satellite, chi è stramiliardario e chi può sborsare 10k ma avrebbe magari qualche problema a sborsare 5 volte tanto. Yang non era un milionario, col buy-in a 50k sarebbe andato? Jamie Gold è stato stackato (e non ha dato metà del premio all'idiota che ha investito soldi su di lui), con 50k sarebbe stata la stessa cosa?

      L'originale di april4Inoltre secondo me l'evento singolo comporta sempre il rischio "parvenue", si pensi alla differenza fra olimpiadi e campionato del mondo da una parte e coppa del mondo dall'altra parlando di sci. Saranno più prestigiose le olimpiadi,ma per me lo sciatore più forte al mondo è quello che vince la coppa!
      Eh... ma c'è un limite. Anche l'evento singolo, magari non te lo vince il campionissimo ma un altro comunque competitivo che fa l'impresa, però non te lo va a vincere uno sciatore del Senegal. La Champions può vincerla il Porto... ma non la Dinamo Tirana.

      L'originale di bellaveccazzo una vipera!

      :D :D
      Buooooono calmo che chiamo un medico. Tu premi forte dove c'è il morso per non fare uscire il veleno e recita un paternoster. :D
    • april4
      april4
      Bronzo
      Presente da: 09-13-2008 Contributi: 1.530
      L'originale di Traxxer

      L'originale di april4
      Credo però che non si possa parlare di sola fortuna, nel superare vari satelliti ed arrivare in alto ci vuole anche capacità di gioco secondo me. Diverso il discorso per chi compra il buy-in diretto agli eventi finali potendoselo permettere. È più su questo tipo di giocatori che occorrerebbe agire in qualche modo.
      Beh... diciamo che c'è chi va avanti tramite satellite, chi è stramiliardario e chi può sborsare 10k ma avrebbe magari qualche problema a sborsare 5 volte tanto. Yang non era un milionario, col buy-in a 50k sarebbe andato? Jamie Gold è stato stackato (e non ha dato metà del premio all'idiota che ha investito soldi su di lui), con 50k sarebbe stata la stessa cosa?
      Sì infatti, ma è quello che sto dicendo io ;)

      L'originale di Traxxer

      L'originale di april4
      Inoltre secondo me l'evento singolo comporta sempre il rischio "parvenue", si pensi alla differenza fra olimpiadi e campionato del mondo da una parte e coppa del mondo dall'altra parlando di sci. Saranno più prestigiose le olimpiadi,ma per me lo sciatore più forte al mondo è quello che vince la coppa!
      Eh... ma c'è un limite. Anche l'evento singolo, magari non te lo vince il campionissimo ma un altro comunque competitivo che fa l'impresa, però non te lo va a vincere uno sciatore del Senegal. La Champions può vincerla il Porto... ma non la Dinamo Tirana.
      E' vero. Sono l'ultima persona a poter parlare di questo, ma credo di poter dire che nel poker la fortuna conti di più che nel calcio o nello sci, anche se è solo una componente e non la più importante. Ecco perché nel poker vince anche la "Dinamo Tirana".

      Rimangano pure le WSOP come evento unico, i "campionati del mondo", ma se si vuole avere il nome del più forte, a maggior ragione nel poker rispetto ad altri sport occorre stilare classifiche, creare un circuito con punteggi. Se il buy-in delle WSOP è 10k, diciamo che tu ti devi registrare a 10, 12 eventi per quella cifra per fare sempre piazzamenti e quindi avere speranza di risultare fra i primi 9. Diventano 100k.

      Non so come funzioni ad esempio l'EPT, ma il nome mi suggerisce che è tipo un circuito. Bene, se si vuole il campione del mondo di poker 2009 basta fare un EPT al mese da gennaio a novembre con classifica. I primi 9 a dicembre si giocano il titolo di campione d'europa. Credo solo che con questo metodo si diminuiscano le influenze del "culo" :)

      Comunque magari è già così e chiedo scusa, e comunque sia non credo di essere il primo che propone cose simili, ma essendo appunto molto ignorante del mondo poker le butto lì così; ho cercato di dare una risposta al giusto problema che poni. ;)
    • ErMandrakeAA
      ErMandrakeAA
      Bronzo
      Presente da: 12-05-2008 Contributi: 4.992
      Parafrasando la parentesi calcistica

      La champions non la vince la Dinamo Tirana

      Però magari in una partita secca il Cluj batte la Roma all'olimpico..un torneo di Poker va considerato come una "partita secca"

      Ci vorrebbe come dici tu, un circuito con dei punteggi e un calendario

      Anche Fisichella ha vinto un Gran Premio in F1 :D

      e l'Italia ha perso contro la Korea

      Se poi ci aggiungiamo che nel Poker la varianza conta molto di più che nel calcio per esempio..

      Si potrebbe anche alzare il buy in...10mila$ per le wsop secondo me è veramente poco
    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.856
      Vabbè ma la Roma è una squadra di pippacce, che c'entra. :D :D :D
    • ErMandrakeAA
      ErMandrakeAA
      Bronzo
      Presente da: 12-05-2008 Contributi: 4.992
      L'originale di TraxxerVabbè ma la Roma è una squadra di pippacce, che c'entra. :D :D :D
      Ma zitto va!!!! :D :D :D