Quel pomeriggio di un giorno da cani, e gatti, in un tranquillo weekend di paura

    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Nota dell'autore: questa storia mi sono veramente impegnato a farla in tema, parlo di pokerstrategy e parlo di poker, di mani e di strategie, se non vi piace manco questa, mi ritiro e vado a scrivere su "al femminile" di relazioni omosessuali tra gli urang-utang del Borneo, unica alternativa dopo aver visto lo scaldaballe.
  • 20 risposte
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Una vena gli pulsava sulla tempia destra, mentre accarezzava i gettoni in cima alla colonna valutando quanti prenderne, nel silenzio generale risaltava lo scroscìo causato dai chip tricks dei giocatori al tavolo. Adesso non c'era più tempo, la decisione doveva essere presa, e solo lui poteva prenderla, aveva gli occhi di tutti puntati addosso.

      Fino al pomeriggio il tempo c'era stato, anche bello soleggiato, N1 fradicio di sudore caricava la griglia del barbecue per l'ennesima volta, mentre D1, nero di fuliggine, spalava sotto la carbonella. Nello stesso tempo Dalborgo e Napo ripetevano il percorso fino alla cucina andata e ritorno, dove B1 e LMIG preparavano i vassoi di carne e verdure da trasportare. I viaggi ormai erano incalcolabili, ma la fame di Traxxer non si era ancora placata, e tutti indistintamente (Boss a parte) si chiedevano per quale motivo come location del raduno di pokerstategy fosse stato scelto il 4A, Agriturismo Anonimo e Autogestito dell'Aspromonte.

      "Forse è meglio allontanare il cane, non vorrei che si mangiasse pure lui."
      "Cerbero? Ma no, dai, ormai sarà pieno, si è mangiato pure i conigli."
      "Quali conigli? Qui non ce n'erano."
      "Qualcuno ha visto i miei gatti?" chiede la signora del casolare vicino.
      Tra i partecipanti c'è chi si chiede se sia il caso di spostarsi al Bate's Motel che si vede in cima alla collina, dicono che ad una finestra appaia una modella che mostra delle carte, con l'evidente scopo di farsi spiegare a cosa servono, ma dicono che è come Napoli, lo vedi e poi muori.

      Il debito con il macellaio del paese aveva assunto caratteri da deficit pubblico, solo in parte compensato dalle sue perdite a poker, ma aveva avuto rassicurazioni da tutti (Boss a parte) che gli avrebbero lasciato macellare Traxxer alla fine del weekend. Visto che la fine si stava avvicinando, dovevamo escogitare un modo per togliere il boss dall'imbarazzante e pericolosa situazione, magari aumentando il limite di gioco.
      La cosa aleggiava nell'aria già da tempo, la voce si spargeva, appena finito di riempire il cappon... il Capo, avremmo cominciato e non si scherzava più, le cose si facevano serie, i rumors già indicavano il livello importante che si sarebbe toccato... NL20.
      Solo il nome faceva rabbrividire.
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Continua.............
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Ciao Top, potevi dirlo che cambiavi avatar, avrei cambiato la battuta :)
    • AmericanBateman
      AmericanBateman
      Platino
      Presente da: 12-09-2008 Contributi: 1.908
      Credo di sapere dove si va a parare.. Ma non voglio rischiare di fare degli spoiler..
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Per chi mi hai preso, Comandante! Io sono un buono. :f_love:
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Il tavolo era stato preparato con cura, nelle posizioni dopo il macellaio sedevano i tre più esperti, quelli che avevano fatto del poker un'arte, Traxxer, N1 e Yuri, a seguire Thaix e Extra. Prima del macellaio ci sono Baracchinghi (ma bara non c'è più, vuoi scatenare flame?)(e poi non batte il livello, fatemi vedere i conti)(del macellaio?)(no, di bara) (allora apriamo un thread a parte)(non c'ho testa)(allora lo cancello) prima del macellaio ci sono Cerberum e Pisiattu, e nell'ultimo posto disponibile un membro della 'ndrina locale, innominato, che ci ha messo a disposizione un dealer.

      Nel frattempo Dalborgo e Napo si facevano massaggiare i crampi dalla signora del casolare vicino che era risultata avere una sorella gemella, mentre D1 si lavava il nero che aveva addosso nel greto secco del torrente deviato dalla 'ndrangheta per irrigare una piantagione di marijuana. LMIG era andato ai mercati generali per organizzare il carico di verdure per il prossimo pasto di Traxxer, intanto che Bertol, per lo stesso motivo, vagava per la montagna sperando di cacciare almeno un paio di cinghiali, visto che gli elefanti d'asprumunti erano stati tutti uccisi da un dentista americano, che utilizzava l'avorio delle zanne per costruire le protesi, dato che è per lavoro non c'è niente di male, si giustificava.

      Appena seduto, l'Innominato sbotta: "Che è? Nun ce pozzu penzari. Pure i fimmine faccimmu jucari? E allora facciamo giocare pure cani e porci."
      "Beh, il cane c'è già, anche a tre teste, ed il porco...
      Il quel momento, un peto del sesto grado della scala Richter scuote la casa fino alle fondamenta, la provenienza è ignota dato che Traxxer, dalla cui posizione sembrava provenire il tremore ed il tanfo conseguente, serenamente afferma di non saperne nulla, anzi, di non capire di cosa si parla, visto che non sente nessun odore.
      ... si può pure trovare." fatica a precisare Pisiattu mentre il suo viso assume una colorazione bianco-verdina. Un sensore anti-pestilenza installato in precedenza da Dalborgo aziona una ventola d'aspirazione che salva la vita ai partecipanti.
      "Aunni stammu?" chiede l'innominato in evidente stato confusionale dovuto al gas venefico.
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Ahahahhahahahaha sto schiattando dal ridere:mdr: :mdr: :mdr:
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      La concentrazione sul gioco che inizia aiuta i partecipanti ad assuefarsi all'odore pregnante, che continua ad essere negato dal Boss: "Io non sento niente, è tutto relativo, se volete parlare di puzza, annusate prima la mia camera da letto a San Pedro, basta che non usate fiamme libere all'interno, l'ultima volta ho fatto esplodere il condominio."

      Il gioco era abbastanza semplice, ogni volta che l'Innominato raisava foldavano tutti, lasciandogli vincere la mano, quando foldava lui giocavano i nostri. Nel frattempo erano rientrati tutti gli altri e si erano sistemati attorno al tavolo osservando l'azione.
      La serata procede con alterne fortune fino a quando, con l'Innominato che limpa da UTG, cosa mai fatta ed assolutamente sospetta, dopo il fold di Pisiattu, Cerberum infastidito dal 93off ricevuto, si avventa sulle carte e le divora, masticandole con ferocia per poi sputarle disgustato subito dopo.
      "Ma che schifo! Queste sono Modiano, hanno un gusto orribile!"
      Dopo di lui il macellaio overlimpa, Traxxer che nel frattempo si era scolato mezza bottiglia di Averna per digerire, rutta rumorosamente e lo spostamento d'aria fà cascare alcune chip dalla cima della colonna di fronte a lui, oltre a spettinare il dealer che accetta la puntata come un mini-raise, l'Innominato lo fulmina con gli occhi.

      Tani folda sereno, così può spalmarsi la crema sulle ustioni causate dalla griglia, nello stesso momento che Yuri, girandosi per recuperare il gin tonic, maldestramente urta con il gomito le sue chips, facendone rotolare una colonna sul tavolo, il dealer accetta la 3-bet di 50BB, l'Innominato infila una mano dentro la giacca.
      Thaix inizia una disquisizione su quanto le sue carte siano giocabili, sull'ovvietà del non poter chiamare una 3-bet, ancora se così alta, dalla sua posizione, meglio sarebbe rilanciare ancora, a questo punto vascare, sarebbe meglio ed anche dovuto, dice per poi foldare.
      Dopo tutte le parole inutili di Thaix, Extra evita di aggiungerne altre, si alza e, facendo un inchino sollevando leggermente i bordi laterali della gonna (les belles dames font comme sa), folda.
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      .......sto rotolando:mdr: :mdr: :mdr:
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      La parola torna all'Innominato che estae la mano dalla giacca stringendo l'i-Pad.
      "Questo l'ho vinto in Russia, lì sì che ci sono i forum di poker seri che regalano qualcosa, mica come da noi. Adesso mi calcolo i pot odds."
      "Ma guarda che siamo ancora pre-flop."
      "Embè? Il poker l'hai inventato tu? Guarda cosa dice, Urano è in terza casa nella Vergine."
      "E cosa vuole dire?"
      "Vuole dire che chiamo, no? Ma che testa c'avete? A 'sto gioco bisogna avere le palle, mi scusi la signora."
      Extra interpellata, per non rischiare la vita rispondendo piccata, si alza ed esegue un altro inchino (et puis encore comme sa).

      "Se servono, non si dica che io non le ho. Chiamo anche io! - tuona il macellaio, poi per darsi un tono aggiunge - ogni mano e diversa e la matematica non fa niente. ricordatelo. io velo detto."
      In mezzo a tutto il trambusto Traxxer si era addormentato beato, ed aveva aperto la segheria, all'occorrenza N1 gli tappava il naso per costringerlo a respirare dalla bocca, in modo da permettere agli altri di intendersi. Il dealer, dopo una sguardo all'innominato, lo considera un fold e gira il flop. J J 4

      Check di UTG, check del macellaio e Yuri spilla alla fine le proprie carte, J 7, e behind checka pure lui. Turn 7
      Dopo il nuovo check dell'innominato, il macellaro esce puntando 80BB, e la parola passa a Yuri che tanka infinito lasciando tutti con il fiato sospeso (Boss a parte), infine decide di rilanciare una cifra congrua, raise a 145, l'innominato lancia via le carte stizzito che si ribaltano mostrando AKs, ed allora il macellaio, tutto rosso in viso, con fare trionfante esclama: "Le metto tutte, all in, sono 280BB!"
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Aahhahahahahh appuntamento imperdibile!!!
      Grande B1!!!!!
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Alla faccia del tempo di lettura, tre minuti da quando ho postato! :f_thumbsup:
      Grande sei tu... o forse no? :D
      Domani posto il gran finale, ieri sera ho visto la serata western con Tombstone e The mountain man, che mi ha dato una nuova idea. Se siete cowboys o indiani, stay tuned.
    • pisiattu
      pisiattu
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 04-01-2010 Contributi: 12.803
      Bertol nooooooooooooooo


      Non farla finire cosí presto
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Con l'odissea posso andare avanti all'infinito, ma una partita a poker deve finire, la prossima partita è in un saloon, però facciamo sempre in tempo ad organizzare un altro raduno. Accetto proposte per la location, magari l'Amazzonia?

      Perchè non si dica che sono ingrato e per farti contento aggiungo un capitolo. L'ho scritto ieri sera e oggi l'editoriale di N1 parla di ludopatie.
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      In quel momento irrompe nella sala gridando un tipo magrissimo e pallido, lo sguardo inebetito, con capelli lunghi e incolti, bianchi come la barba che gli arriva ai piedi.
      "Anch'io, anch'io! All-in, all-in!" urla mentre si fionda sulle chips di Pisiattu, prendendole a due mani e lanciandole per aria.
      Pisi cercando di fermarlo gli afferra un braccio e lo torce verso il suo vicino.
      "Mordilo, cerberum!"

      Il guardiano dell'Ade non se lo fà ripetere due volte e azzanna, ma avendo tre teste, la prima morde l'intruso, la seconda addenta lo stesso Pisiattu e la terza una chiappa del macellaio.
      "Molla! Molla!" grida Pisiattu.
      Rispondendo all'ordine il canide lascia la presa, e forse rispondendo allo stesso ordine, ma non è sicuro visto che il Boss dormiva, un nuovo terremoto scuote la casa.
      "La ventola! Accendete la ventola!" urla Napo ancora traumatizzato dall'esperienza precedente, ma per fortuna al tremore non segue la nube tossica.

      "E questo chi è? Il Conte di Montecristo?" chiede Thaix all'Innominato.
      "Ma no, è il figlio di un industriale che ho rapito nel '75, solo che invece del riscatto mi hanno scritto di tenermelo. Ho provato a mandare un lobo dell'orecchio, ma mi hanno spedito l'orecchio del padre e della madre dicendo che costa meno la plastica che mantenere lui alcolizzato e tossico. Sono 40 anni che stà in cantina, la dipendenza da sostanze gli è passata, ma gli avevamo lasciato un mazzo di carte, così è diventato ludopatico. Ma era chiuso a chiave, chi gli ha aperto la porta?"

      Intanto il pazzo, liberato dalla morsa, incomincia a correre attorno la tavolo ululando, subito imitato dal coro delle teste canine, trascinando con sè tutto ciò che rimaneva impigliato nella barba, compreso LMIG che perde l'equilibrio e cade addosso a N1 abbracciandolo.
      "Canbronne!" esclama Tani imbarazzato.

      A risolvere il problema ci pensa D1rty, che con prontezza di riflessi, uniti ad una prestanza fisica invidiabile, afferra la punta della barba dell'invasato e inizia a farlo roteare, per poi lanciarlo verso l'uscita, proprio nell'istante in cui compare sull'uscio una modella superdotata, anche di anni. Lo sventurato vola come un martello e termina la sua corsa infilando la testa in mezzo alle zizze enormi della modella che ammortizzano il colpo, poi solleva gli occhi ed il suo sguardo si illumina.
      "La Madonna! Ho visto la Madonna!" e prendendo in braccio la modella scappa all'esterno.
      "Vado a sposarmi!" lo si sente urlare in lontananza.
      "Lasciatelo andare - dice l'innominato - speriamo che non torni."

      Nel frattempo un robot di Dalborgo spazzava il pavimento recuperando le fiches e restituendole impilate e divise per valore, sottraendo in automatico un modico 20% previsto dal proprietario. Guadagno di più con i bot che a stare al tavolo, sembra avere detto mentre riponeva la chiave della cantina.
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      :mdr: :mdr: :mdr: :mdr: :mdr: :mdr: :mdr: :mdr:
    • Indilson
      Indilson
      Bronzo
      Presente da: 06-27-2010 Contributi: 712
      Huahahahah!!! Storia fantastica, simpatica e raccontata benissimo! Bravissimo
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Tornata la calma, l'attenzione ritorna al gioco, Yuri guarda serio il macellaio e con la voce doppiata di Montgomery Cliff gli dice: "Non bastano amico, mi gioco tutto il debito che hai con noi."
      Il macellaio scoppia a ridere: "Ma non si può fare, ti giochi solo quello che hai davanti."
      "Sei tu che hai detto, le metto tutte" mentre tutti fanno sì sì con la testa.
      Il macellaio si lamenta, ricorre al regolamento, ma quando il dealer, dopo aver consultato l'Innominato, gli fà presente che l'alternativa è essere ritrovato incaprettato in fondo ad un burrone, accetta.
      "Allora d'accordo, mi gioco tutto. Prova a battere questo fulletto! - ed alzatosi in piedi volta le sue carte mostrando 4 4 - Ce la fai?".

      Purtroppo per lui, nel dire queste parole, fà un gesto inopportuno con la mano, infilando un dito nell'occhio dell'innominato, il quale si ritrae gridando e coprendosi l'occhio dolorante. Dal nulla, non visti fino a quel momento, escono dall'ombra due guardie del corpo, due bravi armati di Uzi che con due raffiche freddano il povero macellaio.
      "Minchioni! Per un dito nell'occhio, tutto 'sto casino dovevate fare?"
      "Scusate, credevamo vi avesse ferito."
      "Lasciate stare, guardate che macello avete combinato. Portate degli stracci. Negli ultimi tempi avete fatto solo casini, quanti ne avete uccisi? 12, 13? Portatelo via, seppellitelo con gli altri."
      "Che nome mettiamo sulla croce? Come si chiamava?"
      "Ecchè lo devo sapere io come si chiamava? Fate come per gli altri, mettete un nome a caso che non sia rintracciabile, tipo lollo, e poi aggiungete il numero progressivo, tutto io vi devo insegnare?"
      Poi rivolgendosi a noi: "Dove eravamo rimasti?"
      "Beh, dovevo girare il river." dice il dealer, gli altri ad occhi sbarrati ed ammutoliti, Traxxer borbotta qualcosa nel sonno.
      "E allora giralo."
      River 4
      Se prima eravamo ammutoliti, adesso eravamo anche angosciati, cosa succederà adesso?


      "Ecch'è successo? Chi ha vinto?", domanda l'Innominato.
      "Avrebbe vinto il macellaio."
      "Embè, chi se ne fotte, il macellaio non c'è più, la vogliamo fare un'altra mano?"

      "Presa! Presa!", urla Traxxer risvegliandosi tre ore dopo, poi rimane un attimo incerto, stupito, guardando il locale vuoto, il tavolo deserto, e rendendosi conto che era solo un sogno quello di inseguire le gemelline sui prati in fiore. In effetti era fin troppo slanciato nel sogno, e che resistenza aveva, di sicuro quello del sogno andava in palestra.
      Ma cos'hanno versato in terra? Succo di pomodoro? Quasi quasi prendo del pane e faccio puccetta, tanto ho ancora mezza bottiglia di Averna da finire. La mia posizione richiede responsabilità, le priorità vanno rispettate.

      FINE

      Finale post-produzione: Come seconda cosa devo ricordarmi di chiedere cosa scalda questa palla di kevlar che mi ha dato l'inventore, ci scaldo le meat balls napoletane? Che gente strana, perchè non si inventano qualcosa da mangiare? Potrebbero fare le mosche fritte mentre ci sono, magari con l'Averna prendono un buon gusto.
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Grazie Indi! :f_drink:

      Questa storia vuole essere uno stimolo a Traxxer perchè riprenda a postare dei racconti come sà scrivere lui, mi scuso anche con giova/lollo, non è che mi auguro la sua morte, la battuta era riferita agli account cancellati a ferragosto.
    • 1
    • 2