Esami universitari sfigati: le nostre esperienze.

    • Laiho88
      Laiho88
      Bronzo
      Presente da: 11-11-2010 Contributi: 5.453
      Ho pensato di aprire un thread per sdrammatizzare sugli esami universitari che in un modo o nell'altro non vanno come dovrebbero andare per vari motivi o per puri colpi di sfiga :) Comincio io (sono al primo anno di amministrazione delle aziende/management)
      1° esame : Microeconomia
      Un librone di 800 pagine, studiato per un mese per 10 ore al giorno (era il mio primissimo esame volevo dare il massimo), arriva il giorno dell esame (scritto), la prof entra e fa :"Oggi vi boccio tutti è inutile che sperate!!!"
      Risultato: su 70 ragazzi circa 50 bocciati, un unico 20 e il resto dei 18 con due ?? affianco al voto,io ero tra i 18 (non so se essere deluso per essere capitato nella giornata no della prof o essere contento di averlo passato).....

      2° Esame: Statistica
      circa 500 pagine ma non difficile, riesco facilmente in tutto tranne che per il Metodo dei momenti, mezza paginetta che davvero non mi entrava in testa, ma nemmeno ad impararla a memoria,vabbé.....Arriva il giorno dell'orale, sono il primo, primissima domanda, la prof apre una pagina a caso ed esce pag 233....la maledettissima pagina 233...il Metodo dei momenti........ovvio non rispondo e passiamo ad altro.....rispondo a tutto e alla fine dell esame mi fa: "sono molto soddisfatta di tutto, se non mi fosse caduto sulla prima domanda le metterei la lode, devo metterle 25"....e vabbè, accetto e vado avanti......sarò più fortunato al prossimo esame....

      3° Esame: Diritto Pubblico
      Una delle materie dove sono sempre andato molto bene, infatti lo studio sul testo universitario era più un ripasso....arriva l'orale, mi siedo, l'assistente fa :" mi parli della corte costituzionale". Perfetto, vado sparato e dopo 1 minuto mi blocca e fa "le do 25". "Scusi prof ma perché non mi fa qualche altra domanda così magari riesco ad aumentare il voto? (mi sentivo molto sicure di me) e lui "Non posso perdere tempo, sono le 14, o accetta o torni alla prossima sessione d'esami (c'era il salto d'appello)....Costretto ad accettare (non so se essere contento per il 25 "regalato" o per avermi tolto la possibilità di aspirare a un voto più alto...vabbé pazienza, poteva andare anche peggio)

      Ieri la goccia che ha fatto traboccare il vaso
      4° Esame: Economia Aziendale (prof famoso per essere il più bravo e tranquillo professore della facoltà, noto per essere comprensivo ed aiutare parecchio chi è in difficoltà agli esami, lo scrivo perché è fondamentale...)
      Una materia che mi piace parecchio, l'ho studiata da non frequentante causa lavoro e problemi economici non riuscivo a seguire costantemente (l'uni è lontana da casa)
      Studio 3 mesi prima, supero lo scritto (senza voto, solo per poter accedere all orale), il giorno dell orale (si fa prima l'esame con l'assistente e poi il prof fa l'ultima domanda per aumentare o abbassare il voto) passo dall'assistente e cominciamo....tutto bene tranne qualche incertezza all'inizio (ero il penultimo e mi sono sorbito l'ansia di tutti, non ne potevo più), mi fa la domanda sull'avviamento, rispondo, prima fa continuamente si con la testa poi mi ferma e dice :"Guardi che non è così", e io meravigliato :" Come non è così?E' per forza così!"
      "No no non è così, ora glielo spiego".....e praticamente ripete le stesse cose che avevo appena detto io....mah....meglio non contrariarli, se gli asini volano vediamo di farli volare pensavo tra me e me.....mi mette un pidocchioso 24 "temporaneo" (il voto finale lo decide il prof) e vado a sedermi in attesa. Alla fine vengo chiamato, il prof (che ha più volte SPECIFICATO che la domanda è UNA SOLA) mi chiede la creazione del valore e il capitale economico (perfetto penso, una delle cose dove sono più ferrato in assoluto, stavolta meglio non poteva andare! almeno il 25 l'ho preso ormai!) , non faccio in tempo a cominciare che il prof viene chiamato URGENTEMENTE fuori, talmente urgente da non poter finire prima l'esame (con lui durava una manciata di secondi, il tempo di capire che la cosa la sapevi)....esce, aspetto e torna tutti incazzato nero (ma nero nero)....si siede e mi fa :" Cosa le avevo chiesto?" "Prof mi avete chiesto la creazione del valore e il capitale economico"...."Bene continua"...comincio e dopo qualche frase mi blocca e mi dice :"ma lei non è frequentante? (e fino ad allora a nessuno aveva fatto quella domanda" gli dico la verità, che per vari motivi non riesco a seguire tutte le lezioni, si arrabbia e fa:"Allora non mi interessa pi il valore, mi parli della Teoria X e Y di Mcgregor! (me l'ha fatto apposta!)"....E li mi casca l'asino (che prima volava), quella cosa la potevano sapere solo chi ha frequentato le lezioni, perché nel programma per i non frequentanti non c'era, e nemmeno sui libri da lui consigliati, al che gli dico che non la so, si arrabbia e mi rifila uno stupido 23 "perché si sente buono"....A questo punto gli chiedo di farmene un'altra e mi dice che "la domanda è una sola! io ribadisco allora che la sola domanda me l'aveva già fatta con il valore, si altera ancora di più e fa :" A lei non interessa!!!!decido io quante domande fare!!!!!E questo potrebbe essere anche un 21, un 20 o una bocciatura!!!!!Accetto e me ne vado parecchio incazzato.......

      Ora non so più che pensare...se sono io che ho delle lacune, che non studio abbastanza e me le vado a cercare oppure sono solo "casi sporadici di sfortuna" (4 esami su 4)....
      Condividete anche voi le vostre esperienze :)
  • 9 risposte
    • dalborgo
      dalborgo
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-13-2010 Contributi: 15.473
      Bellissimo racconto Laiho88 però sento il bisogno di sentire una storia dove ti è stato regalato inaspettatamente il massimo del voto! :f_thumbsup:
    • Laiho88
      Laiho88
      Bronzo
      Presente da: 11-11-2010 Contributi: 5.453
      il bello è proprio questo, ancora niente nonostante cerchi di dare il massimo capita sempre l'intoppo :D :D
    • valeria19201
      valeria19201
      Basic
      Presente da: 07-06-2015 Contributi: 27
      Esame di statistica: il mio dramma. Non riesco a laurearmi per colpa di questo. L'ho dato 4 volte e ancora niente. E sapete quanto ho preso?!
      1°- 17,6
      2°- 17,1
      3°- 17,75
      4°- 16,9999...
      Ora vi racconto come sono andati. Il primo esame ero abbastanza ottimista. Parlando con altri colleghi è saltato fuori il fatto che per me fosse la prima volta, ed hanno iniziato a ridacchiare e dire "..vedrai". Lì per lì non capivo, ero ancora "innocente". Fatto stà che facciamo stò esame. Il docente si prende ben 3 MESI PER CORREGGERLI.
      Appena ho visto il risultato credevo fosse uno scherzo. Insomma chi è che non alzerebbe almeno a 18?! Beh la risposta è semplice: questo str**zo alcolizzato.
      Ora qualcuno potrà dirmi che non studio abbastanza, ma volete sapere dove toglie punteggio?Quando si saltano passaggi. Passaggi intendiamoci che si fanno tranquillamente con la calcolatrice o a mente persino. Se il test richiede ad esempio un due elevato alla seconda, il punto ti viene scalato se scrivi solamente il risultato..bisogna scrivere "2x2". Per non parlare dei logaritmi. Oggi tutti hanno il tasto "log", anche un cellulare ormai ce l'ha!! Niente da fare, bisogna scrivere ogni singolo passaggio. E non crediate che abbiamo chissà quale tempo. Due ore a nostra disposizione per 12 esercizi, 30 domande a risposta multipla, 10 domande a risposta aperta. Credetemi non sto esagerando. Allora noi poveri PRIMINI, tutti in blocco a protestare dal rettore. La sua risposta?TUTTO LECITO. La media dei passati?...eravamo in 203, i promossi BEN 36. Il voto più alto? 22.
      Una chicca divertente c'è in questa storia però.
      Un annetto fa a questo bastardo gli hanno bucato NUOVAMENTE le ruote. I colpevoli questa volta sono stati beccati, perchè si sono sput**nati da soli andando dal rettore ed affermando "TUTTO LECITO".
      Si sono candidati come rappresentanti e sono stati eletti con oltre il 90% di voti. Purtroppo dopo quello che hanno fatto non sono potuti salire in carica. Ma pazienza, a detta loro e di noi tutti ne valeva la pena. :f_cool:
      Fra qualche giorno lo darò nuovamente e speriamo bene .
    • dalborgo
      dalborgo
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-13-2010 Contributi: 15.473
      valeria19201 bellissima storia! Grandi i tipi che non hanno potuto salire in carica.
    • soydurga
      soydurga
      Argento
      Presente da: 05-15-2010 Contributi: 553
      Nice thread!
      All'università se ne vedono di tutti i colori,i baroni ed i massoni che la popolano sono una vera piaga. Finora solo storie negative,ora vi sparo qualche mia sculata :D

      Esame di chimica analitica,composto da una prova di laboratorio (Tipo estrazione caffeina,titolazione acido base e simili) ed un mostruoso test scritto,che perfino gli studenti di chimica avevano non poche difficoltà a svolgere (Io studiavo biologia sperimentale). Il test in lab ci dava da 0 a 5 punti da sommare allo scritto,prendo sti quattro punti in lab e dopo mesidi studio si và adare lo scritto. Il compito era sempre diverso,ma miracolo dei miracoli, stavolta il prof piazza un compito identico a quello di due sessioni prima,e taaaaac! Ventisette da brag totale. (Notare come conoscessi bene il compito ma ciò nonostante non sia andato oltre il 23)

      Esame di farmacologia: Il boss finale. LUi,il più temuto,il più severo,il più barone,il più massone,il più evanescente ed irraggiungibile,il presidente dei famacologi italiani G. B. : Un uomo capace di sparire per mesi,rimandare appelli ad cazzum,la cui bassissima voce roca proviene dall'oltretomba,e si narra di uno studente a cui ha fatto ripetere l'esame 14 QUATTORDICI volte. Dopo mesi passati a studiare ( anche piacevoli,ho scoperto un mazzo di cose sulle sostanze psicoattive,sulla dipendenza,sul piacere) ed a rincorrerlo,eccoci all'esame. Fuori dal suo studio,scene di terrore: Sudori freddi,tic nervosi,deliri e svenimenti più o meno reali.Starta l'appello,ed io inzio ad essere contagiato dall'ansia altrui. Panico. Non ricordo un cazzo. Come mi chiamo? Che ci faccio qui? Naaaa,zero,io me ne vado...Faccio per alzarmi e scappare come un coniglio, ed ecco che G.B. con la sua voce da frankenstein sentenzia "Avanti il prossimo,chi è soydurga?" (:D ) E vabbè,figura di merda per figura di merda mi siedo. Recettori nicotinici dai cazzo li so bene,adrenalina ne sto spruzzando e la so bene,noradrenalina ci siamo,GABA ok, azione del nervo vago nella regolazione pressoria nella cascata fisiologico-metabolica data dalla stimolazione dei recettori beta1 e beta 2 adrenergici. AAAAAAH?????? Porca m*****a che cazzo ha detto? Chi cacchio se lo ricorda? Qualche secondo di silenzioso imbarazzo ed inizio la scalata di eventi fisiologici che mi fanno arrivare per puro ragionamento alla risposta corretta,il prof solleva il sopracciglio e dice "Notevole soydurga, il suo voto è 28" :happy: Ancora non ci credo di aver oneshottato quell'esame,roba da centrare lo spin and go da 250 K due volte in una sera :D
    • Ezios
      Ezios
      Bronzo
      Presente da: 09-05-2012 Contributi: 1.271
      Io farmacologia la sto preparando ora, penultimo esame....ho tre gg che il tuo culo sia con me...
    • soydurga
      soydurga
      Argento
      Presente da: 05-15-2010 Contributi: 553
      Super GL a te :) Recettori oppioidi? Come siamo messi? :D
    • Ezios
      Ezios
      Bronzo
      Presente da: 09-05-2012 Contributi: 1.271
      Su quello più o meno son preparato, ma più che per la pratica è perchè ho dato un corso solo di neurofarmacologia:D

      beta1 e 2 decisamente da rivedere invece:D
    • soydurga
      soydurga
      Argento
      Presente da: 05-15-2010 Contributi: 553
      Eh,sono un bell'infognamento sti recettori :D