Hashish e Marijuana sono droghe?

  • Sondaggio
    • Opzioni:

      • 59
        Droga
        50%
      • 40
        Pianta
        34%
      • 18
        Altro e te lo spiego
        15%
      Totale: 117 voti
    • dalborgo
      dalborgo
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-13-2010 Contributi: 15.622
      A un utente del forum dico che fuma le sigarette di droga ma lui dice che non si tratta di droga.

      Il concetto è molto simile al poker quando cerchiamo di spiegare agli ignoranti che è uno skill game e non un gioco d'azzardo.
      Io non vorrei passare per scettico alla loro stregua. Quindi voglio essere erudito al riguardo. :f_cool:
  • 522 risposte
    • ridodirado
      ridodirado
      Bronzo
      Presente da: 04-05-2011 Contributi: 673
      Darei una risposta un po' più articolata rispetto ai punti che hai messo in elenco.
      Non sono piante, essendo l'hascisc una resina e la marijuana un insieme di parti di una pianta (quindi hanno origine vegetale, ma non sono propriamente vegetali)
      Non sono "droghe" in quanto la droga (intesa nel suo senso più ampio) è il principio attivo che contengono il THC, ma se non ci formalizziamo possiamo definirle "droghe" in senso generale.
      Sono altro? Qui, a proposito del THC nello specifico, provo a rispondere con una domanda come farebbe un gesuita: un martello è uno strumento di lavoro o un arma?
      A disposizione per qualsiasi informazione ulteriore, anche in MP
    • rodmont79
      rodmont79
      Bronzo
      Presente da: 12-26-2009 Contributi: 536
      Discorso troppo lungo e controverso da affrontare,specialmente in un forum. Guardati il video e fatti una tua idea al riguardo.

    • n10juan
      n10juan
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 09-28-2012 Contributi: 2.825
      Per rispondere bisognerebbe prima di tutto catalogare esattamente il significato di "DROGA". Se andiamo sul vocabolario non veniamo aiutati, perché pure il timo fondamentalmente è una droga (infatti si compra in drogheria). Dunque bisogna fare da noi, e direi che le componenti fondamentali che fanno delle "droghe" un elemento molto negativo sono sostanzialmente due: 1. L'alterazione delle funzioni fisiche e cerebrali; 2. La dipendenza.

      Se prendiamo come esempio la marijuana e l'hashish, possiamo certamente affermare che provocano alterazione delle funzioni cerebrali. Ma anche l'alcool lo fa, MOLTO più pesantemente, eppure è tollerato e non è considerato una droga, quindi chiaramente c'è qualcosa che non funziona. Passando poi alla questione della dipendenza, marijuana e hashish non danno la minima dipendenza, mentre la nicotina delle tolleratissime sigarette lo fa eccome, portando alla morte quotidianamente molta più gente di quanta non ne sia mai morta (se mai è successo) per la canapa.

      Risultato di questa (semplicistica) disamina: considerare hashish e marijuana delle droghe, e di conseguenza vietarle, è non solo assurdo, ma addirittura un po' da pirla. Il tutto senza considerare i miliardi di effetti terapeutici che tali "DROGHE" hanno nella cura di moltissime patologie.

      Il motivo per cui oggi un ragazzo che ha qualche grammo di marijuana in tasca rischia di farsi assurdamente rovinare la vita dalle forze dell'ordine ha origine economica e risale agli anni in cui gli oli di canapa cominciarono a essere considerati carburanti alternativi economici ed ecologici che potevano combattere l'avanzata del petrolio. Di lì la ridicola campagna di demonizzazione di questa straordinaria pianta, campagna che dimostra quanto i mass media abbiano avuto e abbiano tutt'oggi (a maggior ragione) il potere di rincoglionire completamente tutti noi.

      Il mio ultimo pensiero è un pensiero rivoluzionario, perché da anni sostengo che la rivoluzione non si faccia con i fucili e con la violenza (o almeno, non più). Basterebbe buttare in una discarica i televisori, non comprare più giornali e cercare (anche se so che è difficile) di cliccare sulla X in alto a destra ogni volta che appare una notizia o il link di una notizia su un qualsiasi social network, e già avremmo fatto un passo straordinario verso la libertà. So che detto da un giornalista può sembrare ridicolo, ma proprio perché sono un giornalista penso di sapere cosa dico :)

      Ma la libertà ci interessa davvero? O è solo una gran rottura di palle?
    • Satoshy66
      Satoshy66
      Bronzo
      Presente da: 11-25-2011 Contributi: 83
      L'originale di n10juan
      Per rispondere bisognerebbe prima di tutto catalogare esattamente il significato di "DROGA". Se andiamo sul vocabolario non veniamo aiutati, perché pure il timo fondamentalmente è una droga (infatti si compra in drogheria). Dunque bisogna fare da noi, e direi che le componenti fondamentali che fanno delle "droghe" un elemento molto negativo sono sostanzialmente due: 1. L'alterazione delle funzioni fisiche e cerebrali; 2. La dipendenza.

      Se prendiamo come esempio la marijuana e l'hashish, possiamo certamente affermare che provocano alterazione delle funzioni cerebrali. Ma anche l'alcool lo fa, MOLTO più pesantemente, eppure è tollerato e non è considerato una droga, quindi chiaramente c'è qualcosa che non funziona. Passando poi alla questione della dipendenza, marijuana e hashish non danno la minima dipendenza, mentre la nicotina delle tolleratissime sigarette lo fa eccome, portando alla morte quotidianamente molta più gente di quanta non ne sia mai morta (se mai è successo) per la canapa.

      Risultato di questa (semplicistica) disamina: considerare hashish e marijuana delle droghe, e di conseguenza vietarle, è non solo assurdo, ma addirittura un po' da pirla. Il tutto senza considerare i miliardi di effetti terapeutici che tali "DROGHE" hanno nella cura di moltissime patologie.

      Il motivo per cui oggi un ragazzo che ha qualche grammo di marijuana in tasca rischia di farsi assurdamente rovinare la vita dalle forze dell'ordine ha origine economica e risale agli anni in cui gli oli di canapa cominciarono a essere considerati carburanti alternativi economici ed ecologici che potevano combattere l'avanzata del petrolio. Di lì la ridicola campagna di demonizzazione di questa straordinaria pianta, campagna che dimostra quanto i mass media abbiano avuto e abbiano tutt'oggi (a maggior ragione) il potere di rincoglionire completamente tutti noi.

      Il mio ultimo pensiero è un pensiero rivoluzionario, perché da anni sostengo che la rivoluzione non si faccia con i fucili e con la violenza (o almeno, non più). Basterebbe buttare in una discarica i televisori, non comprare più giornali e cercare (anche se so che è difficile) di cliccare sulla X in alto a destra ogni volta che appare una notizia o il link di una notizia su un qualsiasi social network, e già avremmo fatto un passo straordinario verso la libertà. So che detto da un giornalista può sembrare ridicolo, ma proprio perché sono un giornalista penso di sapere cosa dico :)

      Ma la libertà ci interessa davvero? O è solo una gran rottura di palle?
      :f_thumbsup: :f_thumbsup:
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Nel sondaggio ho cliccato droga.
      Leggera......ma pur sempre droga.

      Aldila' dei molteplici esempi che si possono fare su altre sostanze,stiamo parlando semplicemente di droga.

      Se fumo 20 sigarette (che facciano male lo sanno tutti) non saro' mai ''sballato'' come se fumassi 20 canne.

      Sui benefici terapeutici dell'erba non abbiamo piu' niente da scoprire.

      La colpa dell'hashish?
      Spesso e volentieri,come tutte le droghe leggere,e' trampolino di lancio per passare a quelle pesanti..........e li' si che son dolori!

      Divagazione culturale:

      La parola assassino la dobbiamo al termine Persiano Hasshasshin ( o qualcosa del genere).
      Questi erano sicari di professione, che per commettere gli efferati omicidi commissionati,facevano un costante e massiccio uso di hashish.
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.551
    • n10juan
      n10juan
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 09-28-2012 Contributi: 2.825
      L'originale di TOPMODEL61
      Nel sondaggio ho cliccato droga.
      Leggera......ma pur sempre droga.

      Aldila' dei molteplici esempi che si possono fare su altre sostanze,stiamo parlando semplicemente di droga.

      Se fumo 20 sigarette (che facciano male lo sanno tutti) non saro' mai ''sballato'' come se fumassi 20 canne.

      Sui benefici terapeutici dell'erba non abbiamo piu' niente da scoprire.

      La colpa dell'hashish?
      Spesso e volentieri,come tutte le droghe leggere,e' trampolino di lancio per passare a quelle pesanti..........e li' si che son dolori!

      Divagazione culturale:

      La parola assassino la dobbiamo al termine Persiano Hasshasshin ( o qualcosa del genere).
      Questi erano sicari di professione, che per commettere gli efferati omicidi commissionati,facevano un costante e massiccio uso di hashish.
      Con tutto il rispetto e senza offesa: a me sembrano banalità.

      Se fumi 20 sigarette ti fai del male fisico conclamato. Lo "sballarsi" non ti fa alcun male fisico conclamato: ci si sballa con tre bicchieri di rosso, con due birre, perfino con uno spettacolo molto comico si diventa euforici.

      Sul fatto del trampolino di lancio per droghe pesanti non commento neppure, perché è come dire che incazzarsi col vicino di casa è il trampolino di lancio che porta le persone alle stragi di massa. Io ho fatto uso quotidiano di marijuana per vario tempo, ma non mi sono mai sognato neanche di assaggiare le droghe pesanti solo perché "ormai c'ero"...

      Per quanto poi riguarda l'etimologia di assassino: la maggior parte delle fonti ricorda la setta degli assassini come seguaci di Hassan-Al-Sabbah, da cui veniva il nome. In ogni caso, anche se fosse vera la leggenda dell'etimo derivante dall'arabo asis (canapa), si narra del fatto che il capo dei sicari convincesse i suoi scagnozzi facendo loro assaggiare la canapa e promettendo che ne avrebbero avuta dell'altra dopo ogni assassinio. Anche in questo caso, direi che semmai si decanta la bontà del prodotto e non c'è nessuna consequenzialità tra furia omicidia e uso di marijuana (anche perché un assassino "fumato" non sarebbe molto affidabile... ;) )

      Sia chiaro che il mio tono è amichevole e assolutamente non polemico, ma questi pregiudizi sommari e a volte figli della scarsa conoscenza dell'argomento in questione sono quelli che spesso ci portano a fare enormi errori di giudizio. :)

      Suggerirei a chiunque la pensa come te di fumarsi una canna e di rendersi effettivamente conto dell'effetto quasi nullo che questa ha rispetto ad altrettanti bicchieri di vino (il quale, fra l'altro, genera dipendenza).
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.551
      L'originale di n10juan
      L'originale di TOPMODEL61
      Nel sondaggio ho cliccato droga.
      Leggera......ma pur sempre droga.

      Aldila' dei molteplici esempi che si possono fare su altre sostanze,stiamo parlando semplicemente di droga.

      Se fumo 20 sigarette (che facciano male lo sanno tutti) non saro' mai ''sballato'' come se fumassi 20 canne.

      Sui benefici terapeutici dell'erba non abbiamo piu' niente da scoprire.

      La colpa dell'hashish?
      Spesso e volentieri,come tutte le droghe leggere,e' trampolino di lancio per passare a quelle pesanti..........e li' si che son dolori!

      Divagazione culturale:

      La parola assassino la dobbiamo al termine Persiano Hasshasshin ( o qualcosa del genere).
      Questi erano sicari di professione, che per commettere gli efferati omicidi commissionati,facevano un costante e massiccio uso di hashish.
      Con tutto il rispetto e senza offesa: a me sembrano banalità.

      Se fumi 20 sigarette ti fai del male fisico conclamato. Lo "sballarsi" non ti fa alcun male fisico conclamato: ci si sballa con tre bicchieri di rosso, con due birre, perfino con uno spettacolo molto comico si diventa euforici.

      Sul fatto del trampolino di lancio per droghe pesanti non commento neppure, perché è come dire che incazzarsi col vicino di casa è il trampolino di lancio che porta le persone alle stragi di massa. Io ho fatto uso quotidiano di marijuana per vario tempo, ma non mi sono mai sognato neanche di assaggiare le droghe pesanti solo perché "ormai c'ero"...

      Per quanto poi riguarda l'etimologia di assassino: la maggior parte delle fonti ricorda la setta degli assassini come seguaci di Hassan-Al-Sabbah, da cui veniva il nome. In ogni caso, anche se fosse vera la leggenda dell'etimo derivante dall'arabo asis (canapa), si narra del fatto che il capo dei sicari convincesse i suoi scagnozzi facendo loro assaggiare la canapa e promettendo che ne avrebbero avuta dell'altra dopo ogni assassinio. Anche in questo caso, direi che semmai si decanta la bontà del prodotto e non c'è nessuna consequenzialità tra furia omicidia e uso di marijuana (anche perché un assassino "fumato" non sarebbe molto affidabile... ;) )

      Sia chiaro che il mio tono è amichevole e assolutamente non polemico, ma questi pregiudizi sommari e a volte figli della scarsa conoscenza dell'argomento in questione sono quelli che spesso ci portano a fare enormi errori di giudizio. :)

      Suggerirei a chiunque la pensa come te di fumarsi una canna e di rendersi effettivamente conto dell'effetto quasi nullo che questa ha rispetto ad altrettanti bicchieri di vino (il quale, fra l'altro, genera dipendenza).
      allora visto il grado di disinformazione :
      l' Hashish è solo la Marijuana o meglio le infiorescenze femmina battute su un setaccio a freddo e poi compattate serve ed è stato inventato in passato solo per consevazione della Marijuana che in pochi mesi si deteriora è perde i suoi effetti benefici
      presente i pomodori quando fate la conserva???
      uguale
      non scrivete se non sapete di cosa andate a parlare!!!
    • katewalker1
      katewalker1
      Bronzo
      Presente da: 11-05-2010 Contributi: 5.883
      Quoto in pieno il primo commento di Tani, nient'altro da aggiungere da parte mia..Tranne che vorrei trascorrere le serate che passa il buon Dalbo, visto che alle 2.35 era così ispirato :D
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.551
      L'originale di yyyuri
      L'originale di n10juan
      L'originale di TOPMODEL61
      Nel sondaggio ho cliccato droga.
      Leggera......ma pur sempre droga.

      Aldila' dei molteplici esempi che si possono fare su altre sostanze,stiamo parlando semplicemente di droga.

      Se fumo 20 sigarette (che facciano male lo sanno tutti) non saro' mai ''sballato'' come se fumassi 20 canne.

      Sui benefici terapeutici dell'erba non abbiamo piu' niente da scoprire.

      La colpa dell'hashish?
      Spesso e volentieri,come tutte le droghe leggere,e' trampolino di lancio per passare a quelle pesanti..........e li' si che son dolori!

      Divagazione culturale:

      La parola assassino la dobbiamo al termine Persiano Hasshasshin ( o qualcosa del genere).
      Questi erano sicari di professione, che per commettere gli efferati omicidi commissionati,facevano un costante e massiccio uso di hashish.
      Con tutto il rispetto e senza offesa: a me sembrano banalità.

      Se fumi 20 sigarette ti fai del male fisico conclamato. Lo "sballarsi" non ti fa alcun male fisico conclamato: ci si sballa con tre bicchieri di rosso, con due birre, perfino con uno spettacolo molto comico si diventa euforici.

      Sul fatto del trampolino di lancio per droghe pesanti non commento neppure, perché è come dire che incazzarsi col vicino di casa è il trampolino di lancio che porta le persone alle stragi di massa. Io ho fatto uso quotidiano di marijuana per vario tempo, ma non mi sono mai sognato neanche di assaggiare le droghe pesanti solo perché "ormai c'ero"...

      Per quanto poi riguarda l'etimologia di assassino: la maggior parte delle fonti ricorda la setta degli assassini come seguaci di Hassan-Al-Sabbah, da cui veniva il nome. In ogni caso, anche se fosse vera la leggenda dell'etimo derivante dall'arabo asis (canapa), si narra del fatto che il capo dei sicari convincesse i suoi scagnozzi facendo loro assaggiare la canapa e promettendo che ne avrebbero avuta dell'altra dopo ogni assassinio. Anche in questo caso, direi che semmai si decanta la bontà del prodotto e non c'è nessuna consequenzialità tra furia omicidia e uso di marijuana (anche perché un assassino "fumato" non sarebbe molto affidabile... ;) )

      Sia chiaro che il mio tono è amichevole e assolutamente non polemico, ma questi pregiudizi sommari e a volte figli della scarsa conoscenza dell'argomento in questione sono quelli che spesso ci portano a fare enormi errori di giudizio. :)

      Suggerirei a chiunque la pensa come te di fumarsi una canna e di rendersi effettivamente conto dell'effetto quasi nullo che questa ha rispetto ad altrettanti bicchieri di vino (il quale, fra l'altro, genera dipendenza).
      allora visto il grado di disinformazione :
      l' Hashish è solo la Marijuana o meglio le infiorescenze femmina battute su un setaccio a freddo e poi compattate serve ed è stato inventato in passato solo per consevazione della Marijuana che in pochi mesi si deteriora è perde i suoi effetti benefici
      presente i pomodori quando fate la conserva???
      uguale
      non scrivete se non sapete di cosa andate a parlare!!!
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Hahahahahaha ti ho stuzzicato Gaetano eh?
      Intanto complimenti per il tuo immediato resoconto culturale sul termine ''assassino''.

      Io ricordavo qualcosa del genere visto in un documentario che mi aveva colpito perche' affermava che la quasi totalita' dei termini della nostra lingua avevano origine Latina o Greca,mentre il termine ''assassino'' aveva appunto origini che si perdevano ai tempi dell'antica Persia.

      Penso che i giudizi possono essere molto soggettivi.

      Io fumo sigarette e ho fumato anche tanta erba.
      Per me non e' la stessa cosa,il tabacco e l'erba sono differenti per come influiscono sul tuo stato psicofisico.

      Quando dici che non si e' obbligati a passare alle droghe pesanti dici il vero.
      Ma l'esperienza e la storia purtroppo danno un verdetto diverso.
    • Baracchinghi
      Baracchinghi
      Bronzo
      Presente da: 01-10-2011 Contributi: 4.107
      Uhm no.
      Posso riconoscere che c'è una demonizzazione fuori luogo, ma non puoi generalizzare sugli effetti.
      Mezza canna mi distrugge i riflessi (a te no? affari tuoi, ti pare?)e mi provoca una sonnolenza incontrollata. Lo stesso effetto ce l'ho se mi bevo due litri di birra.
      la differenza è che a farmi un tiro di più ci metto un attimo, a bere un litro di birra in più me ne accorgo xD

      Il fatto che uno sia assuefatto e quindi la tolleri bene (o la tolleri bene di costituzione) non significa che non ci siano effetti.

      Così come non ha senso andare a difendere qualcosa che ha effetti chiari su psiche e capacità motorie.
      Accusare altre cose che bene non fanno (alcool, tabacco, etc.) non è un punto a favore, semmai un punto a sfavore loro, che è ben diverso.
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.551
      L'originale di Baracchinghi
      Uhm no.
      Posso riconoscere che c'è una demonizzazione fuori luogo, ma non puoi generalizzare sugli effetti.
      Mezza canna mi distrugge i riflessi (a te no? affari tuoi, ti pare?)e mi provoca una sonnolenza incontrollata. Lo stesso effetto ce l'ho se mi bevo due litri di birra.
      la differenza è che a farmi un tiro di più ci metto un attimo, a bere un litro di birra in più me ne accorgo xD

      Il fatto che uno sia assuefatto e quindi la tolleri bene (o la tolleri bene di costituzione) non significa che non ci siano effetti.

      Così come non ha senso andare a difendere qualcosa che ha effetti chiari su psiche e capacità motorie.
      Accusare altre cose che bene non fanno (alcool, tabacco, etc.) non è un punto a favore, semmai un punto a sfavore loro, che è ben diverso.

      mah infatti gli alcolizzati non esistano vero?? perche si accorgano che bevano un litro in piu!!!
      come scritto sopra se non sapete di cosa parlate evitate!!!
      e comunque sul fatto di chi tollera fisicamente bene o costituzione è uguale per le bevande alcoliche

      c'e chi gli da noia un bicchierino percio un bagnarsi le labbra una volta in piu gli fa come a te quel tiro di canna in piu
    • n10juan
      n10juan
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 09-28-2012 Contributi: 2.825
      L'originale di Baracchinghi
      Uhm no.
      Posso riconoscere che c'è una demonizzazione fuori luogo, ma non puoi generalizzare sugli effetti.
      Mezza canna mi distrugge i riflessi (a te no? affari tuoi, ti pare?)e mi provoca una sonnolenza incontrollata. Lo stesso effetto ce l'ho se mi bevo due litri di birra.
      la differenza è che a farmi un tiro di più ci metto un attimo, a bere un litro di birra in più me ne accorgo xD

      Il fatto che uno sia assuefatto e quindi la tolleri bene (o la tolleri bene di costituzione) non significa che non ci siano effetti.

      Così come non ha senso andare a difendere qualcosa che ha effetti chiari su psiche e capacità motorie.
      Accusare altre cose che bene non fanno (alcool, tabacco, etc.) non è un punto a favore, semmai un punto a sfavore loro, che è ben diverso.
      Non comprendo il tuo punto di vista: se la pensiamo in questo modo è da considerare droga leggera anche il caffè. Il mio discorso non verte su eventuali difese od offese a non meglio determinate sostanze o bevande, ma sul fatto che oggi c'è una totale discriminazione di alcune sostanze considerate "demoniache", mentre altre molto più dannose sono tollerate come un vizietto da nulla.

      Dirò certamente un concetto populista, ma non me ne frega un cavolo e lo dico lo stesso: se oggi vengo fermato con una canna mi fanno un culo così. Se mi fermano con un pacchetto di marlboro nemmeno mi cagano. Eppure le marlboro hanno appena ucciso mio padre a 56 anni, mentre onestamente reputo molto complicato che uno si becchi un cancro o un enfisema facendo uso di maria.

      Tornando al sondaggio: diciamo pure che la marijuana è una droga se consideriamo come droga anche il tè.

      PS: mi provocano sonnolenza anche il basket e la formula 1, ma non ho la pretesa di vietarli ;)
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Carissimo yyyuri devi accettare il fatto che tu e Jama rappresentate,purtroppo,solo una piccolissima,e ribadisco piccolissima,percentuale di consumatori di erba che rimangono tali per tutta la vita.

      Un carattere fragile impiega un attimo a passare a qualcos'altro dopo uno spinello.
    • n10juan
      n10juan
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 09-28-2012 Contributi: 2.825
      L'originale di TOPMODEL61
      Carissimo yyyuri devi accettare il fatto che tu e Jama rappresentate,purtroppo,solo una piccolissima,e ribadisco piccolissima,percentuale di consumatori di erba che rimangono tali per tutta la vita.

      Un carattere fragile impiega un attimo a passare a qualcos'altro dopo uno spinello.
      Se vietiamo la canapa perché i caratteri fragili la usano come trampolino per passare all'eroina, allora dobbiamo vietare il wrestling in tv, i videogame violenti, il porno sadomaso, le minigonne (perché i caratteri fragili vengono portati allo stupro), i film di Bud Spencer & Terence Hill, i derby di calcio, gli incontri di pugilato, il McDonald's (dal McBacon al pacemaker è un attimo), il laser game e le partite del Messina (aò, a me mi generano violenza).

      ;)
    • TOPMODEL61
      TOPMODEL61
      Diamante
      Presente da: 08-13-2014 Contributi: 3.782
      Lo stesso yyyuri e lo stesso Jama potranno dirvi di quanti ragazzi e ragazze hanno visto autodistruggersi e morire partendo da un semplice spinello.

      Questa e' storia vera, che non puo' essere ''manipolata'', perche' scritta dai milioni di giovani morti per droga.

      Non si puo' morire fumando uno spinello...........se ci fermiamo allo spinello.
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.551
      L'originale di TOPMODEL61
      Lo stesso yyyuri e lo stesso Jama potranno dirvi di quanti ragazzi e ragazze hanno visto autodistruggersi e morire partendo da un semplice spinello.

      Questa e' storia vera, che non puo' essere ''manipolata'', perche' scritta dai milioni di giovani morti per droga.

      Non si puo' morire fumando uno spinello...........se ci fermiamo allo spinello.

      posso dirti che se fosse legale e non legata alla malavita nessuno di quelli che dici tu sarebbe passato da spinello ad altro come succede dove la vendono legalmente
    • Baracchinghi
      Baracchinghi
      Bronzo
      Presente da: 01-10-2011 Contributi: 4.107
      L'originale di yyyuri


      mah infatti gli alcolizzati non esistano vero?? perche si accorgano che bevano un litro in piu!!!
      Smettila. Subito.
      Certo che esistono ubriachi e se fosse per me chiunque si mette alla guida avendo bevuto anche mezza goccia dovrebbe farsi 20 anni di galera.
      Questo NON è un punto a favore per te, al massimo a sfavore per gli ubriachi.

      Se il mio vicino ammazza i bambini di un asilo for fun questo NON giustifica me ad ammazzarne un paio in un parco.

      Impara a discutere con gli altri comunque, perché questa strafottenza del drogatello sta veramente sul cazzo a tutto spiano.
      Io mi cito nel frattempo, perchè o non sapete leggere non volete farlo: "Posso riconoscere che c'è una demonizzazione fuori luogo".