La notte degli Oscar

  • 14 risposte
    • russianhaze9
      russianhaze9
      Bronzo
      Presente da: 04-26-2011 Contributi: 141


      :D
    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.862
      Visto il film, mi è piaciuto, soprattutto il modo in cui ha messo insieme le varie cose. Clap, clap clap. :)
    • LMIG
      LMIG
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 10-23-2008 Contributi: 10.832
      Applausi! devo vedere il film
    • Coar87
      Coar87
      Bronzo
      Presente da: 02-22-2012 Contributi: 4.402
      Se ho capito bene martedì (ormai questa sera) lo dovrebbero dare in tv...

      Ma è vera sta storia che Di Caprio non ha mai vinto un oscar? :roto2:
    • cerberum
      cerberum
      Bronzo
      Presente da: 12-23-2007 Contributi: 4.625
      Per me Di Caprio ne meriterebbe svariati, di Oscar. Una delle sue migliori interpretazioni, imho, ne' "IL GRANDE GATSBY".
    • n10juan
      n10juan
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 09-28-2012 Contributi: 2.823
      La grande bellezza credo sia uno dei film più orripilanti mai visti. E' un marchettone megamelassoso a Fellini e a Roma, usando l'indiscussa bravura di Servillo come mestolo per mescolare lo zucchero.

      Si può dire che quest'oscar l'abbiano vinto Roma e lo zombie di Federico Fellini, prendendo in ostaggio la nostalgia dei barbogi americani di un'epoca cinematografica in cui il loro cinema era una costola del nostro visto che ancora contavano i contenuti e non il budget (effetti speciali, fotografia e attori straordinari, con ZERO trama. Riassumendo: il 98% del cinema americano odierno).

      Ho tenuto duro fino alla fine solo per stima e rispetto di Sorrentino, ma davvero è una palla al cazzo per un'ora e mezza. Ci vuole tanta tanta pazienza per seguirlo tutto... (Ovviamente è solo una mia opinione, ma in buona parte condivisa dalla critica a quanto pare)
    • cerberum
      cerberum
      Bronzo
      Presente da: 12-23-2007 Contributi: 4.625
      L'originale di n10juan
      La grande bellezza credo sia uno dei film più orripilanti mai visti. E' un marchettone megamelassoso a Fellini e a Roma, usando l'indiscussa bravura di Servillo come mestolo per mescolare lo zucchero.

      Si può dire che quest'oscar l'abbiano vinto Roma e lo zombie di Federico Fellini, prendendo in ostaggio la nostalgia dei barbogi americani di un'epoca cinematografica in cui il loro cinema era una costola del nostro visto che ancora contavano i contenuti e non il budget (effetti speciali, fotografia e attori straordinari, con ZERO trama. Riassumendo: il 98% del cinema americano odierno).

      Ho tenuto duro fino alla fine solo per stima e rispetto di Sorrentino, ma davvero è una palla al cazzo per un'ora e mezza. Ci vuole tanta tanta pazienza per seguirlo tutto... (Ovviamente è solo una mia opinione, ma in buona parte condivisa dalla critica a quanto pare)
      LaL, io non ho resistito manco a leggere tutta la trama.

      Un giorno magari lo guardo, eh? Quando avrò barba e capelli bianchi.
    • Coar87
      Coar87
      Bronzo
      Presente da: 02-22-2012 Contributi: 4.402
      L'originale di cerberum
      L'originale di n10juan
      La grande bellezza credo sia uno dei film più orripilanti mai visti. E' un marchettone megamelassoso a Fellini e a Roma, usando l'indiscussa bravura di Servillo come mestolo per mescolare lo zucchero.

      Si può dire che quest'oscar l'abbiano vinto Roma e lo zombie di Federico Fellini, prendendo in ostaggio la nostalgia dei barbogi americani di un'epoca cinematografica in cui il loro cinema era una costola del nostro visto che ancora contavano i contenuti e non il budget (effetti speciali, fotografia e attori straordinari, con ZERO trama. Riassumendo: il 98% del cinema americano odierno).

      Ho tenuto duro fino alla fine solo per stima e rispetto di Sorrentino, ma davvero è una palla al cazzo per un'ora e mezza. Ci vuole tanta tanta pazienza per seguirlo tutto... (Ovviamente è solo una mia opinione, ma in buona parte condivisa dalla critica a quanto pare)
      LaL, io non ho resistito manco a leggere tutta la trama.

      Un giorno magari lo guardo, eh? Quando avrò barba e capelli bianchi.
      Lo guarderò questa sera e poi vi darò il mio giudizio decisivo e vincolante.

      Dopo che avrò parlato nessuno potrà opporsi al mio insindacabile giudizio...

      Preparatevi.

      :coolface:
    • Traxxer
      Traxxer
      HeadAdmin
      HeadAdmin
      Presente da: 08-01-2008 Contributi: 7.862
      L'originale di n10juan
      La grande bellezza credo sia uno dei film più orripilanti mai visti. E' un marchettone megamelassoso a Fellini e a Roma, usando l'indiscussa bravura di Servillo come mestolo per mescolare lo zucchero.

      Si può dire che quest'oscar l'abbiano vinto Roma e lo zombie di Federico Fellini, prendendo in ostaggio la nostalgia dei barbogi americani di un'epoca cinematografica in cui il loro cinema era una costola del nostro visto che ancora contavano i contenuti e non il budget (effetti speciali, fotografia e attori straordinari, con ZERO trama. Riassumendo: il 98% del cinema americano odierno).

      Ho tenuto duro fino alla fine solo per stima e rispetto di Sorrentino, ma davvero è una palla al cazzo per un'ora e mezza. Ci vuole tanta tanta pazienza per seguirlo tutto... (Ovviamente è solo una mia opinione, ma in buona parte condivisa dalla critica a quanto pare)
      Non so, sai... come ho scritto anche su Face, non c'è nessuna singola parte che eccelle (manco Servillo, a volte è un po' caricaturale), ma l'ensemble quanto meno mi è sembrato avere un senso. Sarà che le reazioni stizzite di tanta gente mi hanno aumentato istintivamente la simpatia per l'opera, forse. :)
    • Bertol1
      Bertol1
      Bronzo
      Presente da: 06-11-2007 Contributi: 4.598
      Le divergenze di opinione tra trax e n1 mi hanno incuriosito e così mi sono guardato il film per farmi un'idea. Più che non avere una trama, direi piuttosto che è una non-storia che gira attorno a dei non-personaggi, o forse sarebbe meglio dire a delle non-persone, visto che l'unica persona vera nel film è, pur con tutti i suoi difetti, il protagonista. Dico persona vera perchè è l'unico che non stà vivendo un sogno ma vive quella vita per scelta. Una serie di flash con lui che incontra via via della gente che non dovrebbe neanche esistere, come dicevo, delle non-persone. Detto questo, se non avessi avuto "il compito" di guardare il film, probabilmente non l'avrei visto fino alla fine. Problema mio, non sopporto i tempi troppo lunghi, in alcuni casi ci stanno bene (splendida la scena dove lui guarda le mura ricoperte di foto), ma su tutta la durata del film per me diventa noioso.

      Piccola chicca:
      "E tu che lavoro fai?"
      "Io? Beh, io sono ricca"
      "Bellissimo lavoro"

      Altra cosa che mi trova d'accordo è quando dice: "Arrivato a 65 anni mi sono reso conto che non avevo più tempo per fare cose che non avevo voglia di fare."
      Da parte mia, posso dire di essermene accorto già a 50.
      Per finire, a mio modesto parere non regge il confronto con This Must Be The Place, ma ancora una volta è una questione personale, io mi rivedo in molte parti del personaggio interpretato da Sean Penn, esagerazioni da rockstar escluse.
      Complimenti comunque a Sorrentino per come riesce a spremere il meglio dai suoi protagonisti. Mi è piaciuto particolarmente quando ha ritirato la statuetta ed ha ringraziato Fellini, Martin Scorsese e, da buon napoletano, Diego Armando Maradona, perchè come dice Suor Maria:"Le radici sono importanti".
    • AmmazzaDonk
      AmmazzaDonk
      Argento
      Presente da: 06-10-2011 Contributi: 1.294
      rompo il mio "read only" per questo film da oscar concordando con l'opinione riportata nel video sottostante:
    • D1r7y5p0ng3
      D1r7y5p0ng3
      Oro
      Presente da: 06-14-2008 Contributi: 2.890
      ...eh...amici...eh

      non lo so come

      non lo so come cazzo finito qua, colpa di bertol probabilmente, non è un caso no

      allora ammazza, io, questo trailer non ha nè capo nè coda dai, nè capo nè coda....


      La corazzata, fantozzi, sorrentino, un'ideale...


      guardiamoci per esempio le prime scene dell'Oscar "La Grande Bellezza" (ma a cosa vorrà mai puntare poi questo titolo?)


      Una ragazza in buona fede, corre all'impazzata in autostrada (TAV) ma si scontra e ferisce (senza morire) alla testa davanti ad una costruzione Millenaria, sembra Etrusca, un Idrodotto forse

      Immediatamente rinsavisce.


      Facile, facile facile decodificare il simbolo successivo (la falce ed il martello)

      "un'altra fica rossa"?


      Altro che De Michelis, ma per favore :-D


      Vorrei concludere con un input ulteriore a chi mi chiede consigli per cominciare un redditizio lavoro in borsa (anche recentemente in privato)

      Non esiste libro migliore per neofita che leggere fra le righe di questo Film

      (Di Caprio non proprio da Oscar mentre getta Carte nel cestino...chissenefrega dei soldi, certamente)


    • pokah567
      pokah567
      Bronzo
      Presente da: 02-20-2008 Contributi: 1.210


      come ho fatto a non pensarci, nani e ballerine, non ho capito però se la falce e martello era tinta o rasata.

      aggiungo che "La grande bellezza" è il film che mi è piaciuto di meno di Sorrentino, perso interesse verso la metà. "L'uomo in più" tra i miei film preferiti in assoluto
    • D1r7y5p0ng3
      D1r7y5p0ng3
      Oro
      Presente da: 06-14-2008 Contributi: 2.890
      In onore dei Tori a Wall Street per il trailer precedente (guardate come irrompe il Caprio) posso solo confermare come himo il D+...D+...D+...D+...non basti mai :-D 1


      Concordo e credo stiamo parlando della stessa persona pokah


      anche se si tende a parlare troppo, i coach moderni di solito prendono le decisioni e zitti




      :-D 1