Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare su questo sito, accetterai i suddetti cookie. Per maggiori dettagli e per cambiare le tue impostazioni, guarda la nostra Policy sui Cookie e la Policy sulla Privacy. Chiudi

cash out "Ritenuta automatica sui bonifici dall'estero "

  • 42 risposte
    • karitao
      karitao
      Bronzo
      Presente da: 03-24-2012 Contributi: 7.756
      Ciao,
      C'è ancora un po di confusione su questa legge, quello che è sicuro credo sia che i soldi sono già tassati alla fonte (la rake) e quindi lo Stato non può tassarteli nuovamente.
      Il dubbio sta nel fatto: dovremo andare ad ogni prelievo in banca a mostrare l'autocertificazione oppure basterà solo la prima volta?
    • cryss46
      cryss46
      Bronzo
      Presente da: 05-15-2011 Contributi: 2.163
      eh ho capito che sn già. tassati alla fonte (rake) ma se ritirò tramite skrill usando il conto corrente?
    • karitao
      karitao
      Bronzo
      Presente da: 03-24-2012 Contributi: 7.756
      L'originale di cryss46
      eh ho capito che sn già. tassati alla fonte (rake) ma se ritirò tramite skrill usando il conto corrente?
      è una mia supposizione:

      ti toglieranno il 20%, presenti l'autocertificazione e te li ridanno
    • carminuccio67
      carminuccio67
      Bronzo
      Presente da: 05-25-2011 Contributi: 76
      cn postapay anche si tengono il 20%?
    • sanpuc
      sanpuc
      Bronzo
      Presente da: 10-13-2011 Contributi: 849
      Scusate, ma è valido anche per il circuito ipoker, Titanbet e Netbet?

      Mi sembra una bella fregatura, compreso la segnalazione alla agenzia delle entrate se mi faccio cashout di € 20? ?(
    • karitao
      karitao
      Bronzo
      Presente da: 03-24-2012 Contributi: 7.756
      dipende da dove mandano il bonifico, per esempio per Pokerstars arriva dall'isola di man :)

      con postepay non ne ho idea, ma in teoria no perchè non è proprio un bonifico ma più una ricarica e può essere al massimo di 3k :)
    • Oiad
      Oiad
      Bronzo
      Presente da: 01-17-2010 Contributi: 610
      La situazione è questa (in maniera molto semplice):

      tutti i bonifici effettuati in favore di persona fisica provenienti dall'estero verranno sottoposti a ritenuta del 20%. Se quindi chi vi bonifica una somma x lo fa da un c/c estero, a meno che voi non abbiate presentato al vostro istituto bancario la famigerata autocertificazione (valida solo per determinate categorie di accrediti e valevole, a quanto pare vista l'interpretazione, al minimo per l'intero anno fiscale) la somma verrà inizialmente accreditata per intero; successivamente entro il 16 luglio, le banche dovranno "decurtare" dal saldo del proprio cliente l'ammontare totale di tali operazione (pratica che mi chiedo come diavolo sarà possibile attuare in maniera efficace da pare delle banche). Successivamente tale "conguaglio dovrà essere effettuato ogni mese.

      Essendo il 20% dedotto una ritenuta, questa potrà essere recuperata a fine anno fiscale mediante la presentazione della dichiarazione dei redditi o del modello Unico. Non si tratta di doppia imposizione o di ulteriore tassazione. E' soltanto una rottura di c******* in più.

      Si parla di bonifico.
    • karitao
      karitao
      Bronzo
      Presente da: 03-24-2012 Contributi: 7.756
      chiedo scusa, io ho dedotto quello che ho scritto dal poco che ho trovato online

      per esempio io che sono studente e non faccio nè 7.30 nè niente, come faccio a presentare l'autocertificazione nel caso in cui debba prelevare?
    • 17alessandra17
      17alessandra17
      Bronzo
      Presente da: 01-24-2014 Contributi: 273
      L'originale di Oiad
      La situazione è questa (in maniera molto semplice):

      tutti i bonifici effettuati in favore di persona fisica provenienti dall'estero verranno sottoposti a ritenuta del 20%. Se quindi chi vi bonifica una somma x lo fa da un c/c estero, a meno che voi non abbiate presentato al vostro istituto bancario la famigerata autocertificazione (valida solo per determinate categorie di accrediti e valevole, a quanto pare vista l'interpretazione, al minimo per l'intero anno fiscale) la somma verrà inizialmente accreditata per intero; successivamente entro il 16 luglio, le banche dovranno "decurtare" dal saldo del proprio cliente l'ammontare totale di tali operazione (pratica che mi chiedo come diavolo sarà possibile attuare in maniera efficace da pare delle banche). Successivamente tale "conguaglio dovrà essere effettuato ogni mese.

      Essendo il 20% dedotto una ritenuta, questa potrà essere recuperata a fine anno fiscale mediante la presentazione della dichiarazione dei redditi o del modello Unico. Non si tratta di doppia imposizione o di ulteriore tassazione. E' soltanto una rottura di c******* in più.

      Si parla di bonifico.
      è una truffa di uno stato infame e ladro....

      Ci sono famiglie con i mariti all'estero che rimandano i soldi in italia per la famiglia e questi infami trattengono il 20% per 12 mesi....LADRI....
    • Oiad
      Oiad
      Bronzo
      Presente da: 01-17-2010 Contributi: 610
      Quanto all'autocertificazione ancora non si nulla per ciò che riguarda eventuali caratteri formali (ma così a rigor di logica, penso che sia sufficiente andare i banca facendo riferimento alla legge e chiedere di voler presentare autocertificazione). Tale documento verrà comunque sottoposto ad un improbabile controllo da parte dell'addetto che dovrà accettarlo o meno (assumendosene la responsabilità?).

      A mio avviso le boiate a livello di applicazioni sono innumerevoli; quanto a te che sei studente potresti fare anche l'astronauta, tanto (in maniera brutale) gli € te li ciucciano tutti entro il 16 luglio per i bonifici ricevuti dall'estero durante il periodo che va dal 1 gennaio al 31 giugno (e successivamente, ogni 16 del mese). Il fatto della dichiarazione dei redditi serve solo a recuperare le ritenute applicate a questo periodo. Se sei studente puoi comunque presentare il modello unico.

      La situazione è comunque ancora molto instabile; inoltre una circolare dell'Ade sembra che voglia fare un certo qualtipo di chiarezza per quanto riguarda la natura dei bonifici sottoposti a tale ritenuta. Vedrò di capirci qualcosa.
    • Wee21Man
      Wee21Man
      Bronzo
      Presente da: 07-26-2013 Contributi: 579
      Soluzione : aprire un conto all'estero, collegarci una carta e usarla qui in Italia.
      Ho detto una cazzata?
    • cerberum
      cerberum
      Bronzo
      Presente da: 12-23-2007 Contributi: 4.625
      Fatevi una ditta individuale con conto intestato e bonificate lì, così ve lo puppano :D
    • viverne
      viverne
      Bronzo
      Presente da: 03-30-2011 Contributi: 142
      quoto alessandra... e' l'ennesima infamia....

      il fatto poi che sia il contribuente a dover dimostrare qualcosa e' l'ennesima follia, come dire tutti evasori salvo prova contraria (che non si sa mai quale sia), credo sia l'ennesima legge incostituzionale perche' limita la libera circolazione di denaro delle persone... ma tanto se ne fregano perche' anche se fanno leggi che sanno benissimo che sono incostituzionali ci campano sopra per anni (vedi legge elettorale) prima che qualcuno si pronunci...

      e la ciliegina sulla torta sapete qual'e'? lo stato italiano non restituisce mai i soldi... se sei in credito puoi detrarre, se non hai reddito se li tengono e ciao...
      ergo studenti e o famiglie con redditi percepiti all'estero (legalemente con tasse pagate etc.) rischiano di non vederli piu'...

      grazie comunque del post, almeno adesso lo so...
    • Oiad
      Oiad
      Bronzo
      Presente da: 01-17-2010 Contributi: 610
      L'originale di viverne
      se non hai reddito se li tengono e ciao...
      ergo studenti e o famiglie con redditi percepiti all'estero (legalemente con tasse pagate etc.) rischiano di non vederli piu'...
      Attenzione. Quanto ai primi si può sempre ricorrere al modello Unico. Quanto ai secondi, questi dovrebbero riceve il trattamento di tutti i bonifici ricevuti dall'estero senza aver preventivamente presentato autocertificazione, salvo poi vedersi rimborsare il 20% poichè l'obiettivo della ritenuta è colpire le sole rendite finanziarie.
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.690
      L'originale di Wee21Man
      Soluzione : aprire un conto all'estero, collegarci una carta e usarla qui in Italia.
      https://www.postfinance.ch/it/priv/prod/acc.html

      https://www.postfinance.ch/it/priv/prod/acc/compare.html
    • Pavelkey
      Pavelkey
      Bronzo
      Presente da: 02-18-2011 Contributi: 1.212
      comunque scusate ma qui mi sa che stiamo forse un po' esagerando

      qui non si tratta di un bonifico ricevuto, ma di un giroconto fatto tra due conti del medesimo proprietario (per questo comunichiamo il codice fiscale all'apertura che dev'essere corrispondente allo strumento utilizzato per l'incasso, carta di credito o conto bancario che sia), da parte di una poker room regolarmente iscritta AAMS e pienamente legale in Italia

      il fatto che i soldi arrivino da chissaddove non credo ci debba preoccupare


      detto questo mi immagino che casino per chi ad esempio voglia vendere online all'estero qualsiasi bene usato....
    • yyyuri
      yyyuri
      Moderatore
      Moderatore
      Presente da: 11-15-2010 Contributi: 4.690
    • sanpuc
      sanpuc
      Bronzo
      Presente da: 10-13-2011 Contributi: 849
      x Pavelkey

      Ok quello che dici, ma quando faccio cashout con bonifico mi arrivano i soldi sul conto da una banca e conto estero, così mi è successo sia su Pokerstars che su Titanbet, quindi alla mia banca risulta un bonifico dall'estero, non un trasferimento dal mio conto gioco al mio conto corrente bancario! ?(

      Volevo sapere se qualcuno ha effettuato cashout con Paypal, non ci dovrebbero essere problemi, oppure si?

      Ho visto che è una modalità accettata su Pokerstars e Netbet, no su Titanbet ?( la room su cui gioco di più, proverò a chiedere al supporto, sperando che ne sappiano qualcosa :rage:
    • FishdellaPortaAccanto
      FishdellaPortaAccanto
      Bronzo
      Presente da: 03-18-2013 Contributi: 348
      in pratica lo stato italiano considera tutti i propri cittadini degli evasori e inverte come una frittata l'onere della prova, ti dice "sei un ladro dimostrami che sei onesto", lo sanno anche i bambini che il diritto prevede l'innocenza del cittadino fino a prova contraria.
      ennesima norma/legge incostituzionale e antidemocratica e poi si lamentano che la gente (e le società)scappano da questo paese.